Civiltà extraterrestri

Di

Editore: Mondadori

4.0
(227)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Chi semplificata

Isbn-10: 8804276827 | Isbn-13: 9788804276821 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Parizzi , P. Cusumano

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Da consultazione , Scienza & Natura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Civiltà extraterrestri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
L'uomo è solo nell'universo? Oppure esistono altre intelligenze, altre civiltà, altre forme di vita con cui comunicare? E se ci sono come mai non ne abbiamo trovata traccia? Una serie di interrogativi affascinanti che l'umanità, fin dai tempi più antichi, ha creduto di risolvere popolando via via la Luna, i pianeti del sistema solare, quelli di tutta la nostra galassia e di quelle che riusciamo a scorgere: insomma, un universo in cui miliardi di pianeti hanno sviluppato la vita, esseri pensanti, civiltà tecnologiche. Ma è poi tutto vero? Può la vita trasferirsi da un pianeta all'altro? È, come molti affermano, un fatto accaduto alla Terra? E comunque, quali sono i processi che originano la vita e l'intelligenza? Alla luce delle più recenti scoperte di astronomi, chimici e fisici Asimov cerca di dare una risposta esauriente e attendibile. Partendo dai presupposti minimi perché una civiltà aliena sia riconoscibile come tale, l'autore traccia una mappa della nostra galassia e dell'universo alla ricerca dei «pianeti giusti» per ospitare la vita. Alla luce delle conclusioni di Asimov, si comincia a capire perché l'universo è muto.

Isaac Asimov, nato in Russia nel 1920 e morto negli Stati Uniti nel 1992, si è laureato alla Columbia University in scienze, lettere e filosofia. È autore di più di 300 volumi, tra cui parecchie opere di divulgazione scientifica e romanzi di fantascienza.

Ordina per
  • 5

    Analisi impeccabile!

    In questo saggio Asimov produce un'indagine davvero attendibile sulle leggi chimico-fisiche che possono portare alla formazione della vita nell'universo, analizzandone in maniera impeccabile ogni aspe ...continua

    In questo saggio Asimov produce un'indagine davvero attendibile sulle leggi chimico-fisiche che possono portare alla formazione della vita nell'universo, analizzandone in maniera impeccabile ogni aspetto, dal più influente a quello potenzialmente o apparente meno importante.

    Il suo classico stile privo di fronzoli e dritto al punto, sempre presente nelle sue opere, risulta essere qui fondamentale, dato che contribuisce a prendere per mano il lettore ed a farlo entrare in argomenti anche più prettamente scientifici.

    Il libro è ormai un po' datato, ma risulta essere sempre attuale, perché è basato su ragionamenti logici e leggi universali difficilmente attaccabili.

    ha scritto il 

  • 4

    Quest’oggi presento un altro suo libro, che tuttavia non è un romanzo fantastico, e a dirla tutta nemmeno un romanzo, visto che trattasi di un testo di saggistica.

    Anche se, coerentemente col profilo ...continua

    Quest’oggi presento un altro suo libro, che tuttavia non è un romanzo fantastico, e a dirla tutta nemmeno un romanzo, visto che trattasi di un testo di saggistica.

    Anche se, coerentemente col profilo culturale del personaggio, si tratta di un testo di argomento non troppo lontano dalla sua produzione letteraria: parlo di Civiltà extraterrestri, libro pubblicato nel 1979.

    Come arguibile dal titolo, l’autore parla di civiltà extraterrestri, ma lo fa in modo assolutamente obiettivo e scientifico, prendendo in esame i dati e gli indizi in nostro possesso riguardo all’universo e alle sue possibilità.

    Forse non tutti, difatti, sanno che Isaac Asimov, ancora prima che uno scrittore, era uno scienziato, e per la precisione un fisico, ricercatore e divulgatore in tale ambito conoscitivo.

    In Civiltà extraterrestri, per la precisione, lo scrittore, partendo dai dati e dai numeri in nostro possesso, cerca di ricavare una prudente stima delle possibilità di esistenza di intelligenza extraterrestre.

    Ergo, sono presi in esame il nostro sistema solare, i sistemi stellari in generale, le galassie, il tipo di vita che conosciamo (quella basata sul carbonio), eventuali altri tipi di vita noti, possibilità di trovare pianeti capaci di ospitare una vita simile alla nostra, etc.

    Insomma, in modo puramente acritico e distante, sono snocciolati numeri e probabilità… cosa che probabilmente lascerà molto sorpresi i lettori dell’Asimov scrittore di fantascienza, abituati al suo campionario immaginifico e meno avvezzi invece al suo “vestito” da scienziato.

    L'autore, peraltro, in piena coerenza con il suo percorso formativo, sottolinea l’importanza, sia scientifica che umana, della ricerca conoscitiva in tale direzione (ossia vita nello spazio… da sottolineare invece che egli non prende minimamente in esame i numerosi indizi presenti e passati di interferenza aliena sulla Terra).

    In definitiva, Civiltà extraterrestri è un testo interessante, privo di difficoltà scientifiche e invece utile ad aprire la propria mente alle infinite possibilità dell’esistenza.

    ha scritto il 

  • 5

    Civiltà Extraterrestri

    Asimov si dimostra nuovamente un grande divulgatore ed uomo di scienza, dotato al contempo di quella capacità di sognare ed usare la fantasia che ogni uomo mai dovrebbe perdere. Perché essere scienzia ...continua

    Asimov si dimostra nuovamente un grande divulgatore ed uomo di scienza, dotato al contempo di quella capacità di sognare ed usare la fantasia che ogni uomo mai dovrebbe perdere. Perché essere scienziati non significa semplicemente essere razionalisti o scettici, ma anche capaci di fantasticare, in modo ponderato, su tutte le possibilità che la vita e la realtà ci offre. E in questo, Asimov, si dimostra maestro, sia come scrittore fantastico, che come divulgatore e scienziato. Ed infine, uomo.

    ha scritto il 

  • 5

    Al contrario di quanto si possa ipotizzare dal titolo, questo libro non è il solito trattato sugli UFO che ci osservano o cose simili. E' invece un bellissimo testo divulgativo (come solo Asimov sa fa ...continua

    Al contrario di quanto si possa ipotizzare dal titolo, questo libro non è il solito trattato sugli UFO che ci osservano o cose simili. E' invece un bellissimo testo divulgativo (come solo Asimov sa fare) che spiega come sia molto probabile che altre civiltà esistano, ma spiega anche perchè sia molto poco probabile incontrarle.

    ha scritto il 

  • 4

    Bel libro! Concettualmente diviso in 3 parti
    1) si fa una descrizione del sistema solare e la spiegazione del perché non può contenere vita extraterrestre. Tanto meno intelligente. Bella la divulgazio ...continua

    Bel libro! Concettualmente diviso in 3 parti
    1) si fa una descrizione del sistema solare e la spiegazione del perché non può contenere vita extraterrestre. Tanto meno intelligente. Bella la divulgazione storica e la descrizione del percorso che ha condotto alla consapevolezza di questo. Dà da pensare che sia un libro dei primi anni Ottanta e sia già in grado di sfatare miti che ancora oggi restono. È la più scientificamente rigorosa.
    2) è forse la più macchinosa. Si analizza in pratica l'equazione di Drake, sostituendo di volta in volta dei valori numerici alle incognite. La maggior parte delle volte le stime sono prudenti ma logiche e meditate. É la parte più avvincente perché dà in effetti una risposta all'interrogativo del titolo.
    3) è la parte più poetica e fantastica, anche se non meno scientifica delle precedenti. Ma di sicuro più guidata dalla passione che dalla fredda logica. Si analizza come contattare le civiltà aliene. Qui il principio di medietà non è più applicato. Si pensa agli immensi benefici che questa specie potrebbe dare all'umanità. Sembra più un romanzo che un saggio. Ma questo è il bello di Asimov (al quale io poi perdonerei in pratica tutto) ogni romanzo è in realtà un saggio e quindi anche viceversa.

    ha scritto il 

  • 4

    Prima di essere uno scrittore di fantascienza e un attento divulgatore Asimov era uno scienziato: e questo emerge in questo libro, in cui al di la' del titolo altisonante non si parla di omini verdi o ...continua

    Prima di essere uno scrittore di fantascienza e un attento divulgatore Asimov era uno scienziato: e questo emerge in questo libro, in cui al di la' del titolo altisonante non si parla di omini verdi o misteriosi dischi volanti alla x-files, ma si fa un'analisi razionale della possibile esistenza di pianeti extraterrestri, vita extraterrestre e civilta' aliene. Consigliato.

    ha scritto il 

  • 4

    L’uomo è solo nell’universo, o ci sono altre forme di vita intelligenti? Noi (io e Asimov) propendiamo e speriamo per la seconda ipotesi. Questo libro fornisce una serie di calcoli e prove scientifich ...continua

    L’uomo è solo nell’universo, o ci sono altre forme di vita intelligenti? Noi (io e Asimov) propendiamo e speriamo per la seconda ipotesi. Questo libro fornisce una serie di calcoli e prove scientifiche sull’esistenza di possibili civiltà extraterrestri.

    Mi piace moltissimo come scrive Asimov, sia come romanziere che come divulgatore: è capace di rendere la scienza veramente appassionante! E’ bravissimo a spiegare bene tutto, senza risultare però ridicolo o inesatto. In questo libro prende in considerazione tutte le variabili possibili e immaginabili per poter ipotizzare con rigore scientifico l’esistenza di altre civiltà nell’universo, e dei modi per poterle contattare, o essere contattati.

    Un GRAZIE enorme ad Asimov e un applauso alla sua bravura, che anche con un saggio rigorosamente scientifico, è riuscito a farmi sognare! :D

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/574

    ha scritto il 

  • 5

    approccio scientifico al tema: c'è qualcuno là fuori?
    dopo averlo letto non potrete più pensare che sia questo l'unico pianeta che ha sviluppato una vita intelligente, ma contemporaneamente perderete l ...continua

    approccio scientifico al tema: c'è qualcuno là fuori?
    dopo averlo letto non potrete più pensare che sia questo l'unico pianeta che ha sviluppato una vita intelligente, ma contemporaneamente perderete le speranze di vedere un alieno...

    ha scritto il