Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Civiltà sepolte

Il romanzo dell’archelogia

By C.W. Ceram

(29)

| Hardcover

Like Civiltà sepolte ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

82 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Letta, ad oggi (26/12/2013), la Parte prima.

    Is this helpful?

    VinceMM said on Dec 26, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro affascinante, soprattutto come fonte di scoperte sulle personalità di archeologi famosi e sull'inquadramento generale di molte civiltà antiche. Le parti migliori sulla decifrazione delle lingue. Scorrevole nonostante l'argomento e l'epoca di st ...(continue)

    Libro affascinante, soprattutto come fonte di scoperte sulle personalità di archeologi famosi e sull'inquadramento generale di molte civiltà antiche. Le parti migliori sulla decifrazione delle lingue. Scorrevole nonostante l'argomento e l'epoca di stesura. Stupende tavole cronologiche e geografiche in appendice.

    Is this helpful?

    Maria Petracca said on May 4, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ricordate da cosa si comincia a studiare Storia a scuola? credo che tutti abbiamo dovuto ascoltare l'insegnante che, frettoloso di arrivare ad Atene e all'antica Roma, elencava velocemente i sumeri, i babilonesi, gli assiri, i cretesi, i micenei...
    E ...(continue)

    Ricordate da cosa si comincia a studiare Storia a scuola? credo che tutti abbiamo dovuto ascoltare l'insegnante che, frettoloso di arrivare ad Atene e all'antica Roma, elencava velocemente i sumeri, i babilonesi, gli assiri, i cretesi, i micenei...
    Ebbene, chissà perché, ho sempre creduto che quelle grandi civiltà del passato fossero sempre state conosciute, che l'umanità ne avesse sempre conservato la memoria.
    Quanto mi sbagliavo! Leggendo questo libro ho capito che fino ad appena due secoli fa nulla di nulla si conosceva su chi aveva preceduto Greci e Romani.
    E c'è un altro fatto per me incredibile, che le civiltà precolombiane erano cadute dimenticate poco tempo dopo la loro distruzione: già nel 1600 si ignorava che erano esistiti i Maya, gli Aztechi e gli Inca!

    La scoperta di Pompei, nel 1748, accese la prima scintilla, e nel secolo successivo si innescò un'impressionante sequenza di scoperte archeologiche spettacolari.
    Per me è stata una rivelazione sorprendente: pensate a cosa deve aver provato chi, vivendo nel XIX secolo, ha visto uscire dalle nebbie dell'oblio migliaia e migliaia di anni di Storia; chi, nel corso della propria vita, ha visto una serie di racconti mitologici (seppur di immenso valore per altri motivi) trasformarsi in documenti storici: parlo, per citarne solo alcuni, dell'Iliade, della leggenda del minotauro e della Bibbia stessa!

    A ragione sotto il titolo si legge: "Il romanzo dell'archeologia". Questo libro è un'appassionante carrellata sulle avventure di individui davvero fenomenali, spesso archeologi improvvisati, che grazie alla cocciutaggine e alla fortuna hanno riportato alla luce luoghi leggendari come le rovine di Troia, i giardini di Babilonia e il palazzo di Minosse; si raccontano anche (ma non solo) le vicende che hanno portato all'interpretazione dei geroglifici e di altre lingue sconosciute, alla scoperta del tesoro di Tutankamon, e all'esplorazione della giungla sudamericana in cerca di tesori e antiche vestigia.

    "Civiltà sepolte" dimostra che la vera archeologia è tanto avvincente quanto quella del cinema, ed è un perfetto punto di inizio per chi volesse imparare -senza annoiarsi!- qualcosa sulla Storia più remota: durante la lettura sono stato colto da un desiderio così forte di saperne di più, che ancora prima di finirlo avevo già comprato due nuovi libri di storia ed archeologia.

    Il libro è suddiviso in quattro parti principali:
    - 'Il libro delle statue' narra degli scavi di Ercolano e Pompei, di Troia e delle altre civiltà mediterranee
    - 'Il libro delle piramidi' riguarda tutte le imprese archeologiche compiute in Egitto, a partire dalla famosa campagna di Napoleone
    - 'Il libro delle torri' è incentrato sulle scoperte in Mesopotamia
    - 'Il libro delle scale', sui Maya e gli Aztechi

    Is this helpful?

    Taozo said on Mar 9, 2013 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Un romanzo vero, nel senso etimologico del termine: Ceram racconta dell'archeologia gli aspetti e i personaggi più romantici e avventurosi, muovendosi con agio tra i due piani temporali paralleli del passato profondo e del presente delle scoperte (qu ...(continue)

    Un romanzo vero, nel senso etimologico del termine: Ceram racconta dell'archeologia gli aspetti e i personaggi più romantici e avventurosi, muovendosi con agio tra i due piani temporali paralleli del passato profondo e del presente delle scoperte (quindi dei secoli dal XVIII al XX). Certamente un testo datato (questa edizione risale al 1963) tuttavia probabilmente ancora una chiave d'accesso appassionante per uno studente o, anche, per un curioso che voglia rimettere ordine nella confusione scolastica della storia antica. L'autore, poi, non è un archeologo, bensì un giornalista il che, se forse lo fa incorrere in qualche semplificazione (ma sempre segnalata!) rappresenta un indubbio vantaggio in termini di leggibilità del testo. Utili gli apparati finali: cronologie, genealogie e mappe fondamentali per orientarsi in un mondo che non esiste più.

    Is this helpful?

    Chicca said on Dec 12, 2012 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book