Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Claudine

Claudine a scuola­, Claudine a Parigi­, Claudine sposata­, Claudine se ne va

Di

Editore: Newton & Compton (Biblioteca Economica Newton I Classici, 53 )

3.8
(172)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 448 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879839888 | Isbn-13: 9788879839884 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Elena Faber , Gianni Rogardi ; Curatore: Riccardo Reim

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace Claudine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questa raccolta dei quattro romanzi del «ciclo di Claudine» è un esempio di impareggiabile capacità narrativa. Claudine, la sfrontata e turbolenta scolara di Montigny che si trasferisce a Parigi e pian piano diventa donna attraverso le esperienze più singolari e scabrose, è un personaggio che non si può facilmente dimenticare. Al suo apparire, nel 1900, Claudine à l'école divenne subito un caso, riscuotendo un successo scaturito anche dallo scandalo: al di là di questo, oggi i romanzi dedicati a Claudine - vero e proprio apprentissage letterario di Colette - incantano il lettore per la freschezza e la gioia di vivere che sanno trasmettere con immediatezza assoluta. Doti, queste, che la scrittrice conserverà sempre, unendole negli anni a una magistrale perfezione stilistica che le detterà capolavori come Chéri e Gigi.
Ordina per
  • 5

    Non so bene perchè ho comprato questo libro, quello che è certo è che non riponevo troppe speranze che mi sarebbe piaciuto. Invece mi ha stupito talmente tanto, che ora voglio avere anche tutti gli altri libri di Colette tadotti in italiano (il mio francese è decisamente pessimo per permettermi l ...continua

    Non so bene perchè ho comprato questo libro, quello che è certo è che non riponevo troppe speranze che mi sarebbe piaciuto. Invece mi ha stupito talmente tanto, che ora voglio avere anche tutti gli altri libri di Colette tadotti in italiano (il mio francese è decisamente pessimo per permettermi la lettura in lingua originale). Il personaggio di Claudine mi ha catturato ed anch'io credo di essermi innamorata di lei, della sua freschezza, della sua istintività: piacerebbe anche a me essere così viva come è lei. L'ultimo libro (Claudine se ne va) è quello che mi è piaciuto meno, ormai mi ero abituata al punto di vista in prima persona di"Dine" ed il personaggio di Annie l'ho trovato terribilmente insopportabile... però alla fin fine il libro mi è piaciuto moltissimo, l'ho trovato fresco e godibile e per nulla pesante anche se è stato scritto all'inizio dello scorso secolo :) Come al solito le mie non sono recensioni, ma solo pensieri ^^

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro che tratteggia una protagonista femminile molto fragile, che cerca nel rapporto di coppia, l'affetto e le attenzioni di un padre e di una madre che le sono mancati. Renaud o Rize? Renaud, sicuramente. Un marito, un padre, una madre, un amante, un amico, un tutto.

    ha scritto il 

  • 4

    L'eroina è di una modernità sorprendente: refrattaria alle convenzioni quel tanto che basta per scandalizzare, dissacratrice dell'alone d'ipocrisia che regola la vita borghese di quanti la circondono; e, tuttavia, rimane profondamente sensibile e spontanea. Il suo "percorso di formazione" ...continua

    L'eroina è di una modernità sorprendente: refrattaria alle convenzioni quel tanto che basta per scandalizzare, dissacratrice dell'alone d'ipocrisia che regola la vita borghese di quanti la circondono; e, tuttavia, rimane profondamente sensibile e spontanea. Il suo "percorso di formazione" ,alquanto sui generis, è descritto con un linguaggio volutamente allusivo che sottintende e non mostra. Colette ha saputo maneggiare una materia "scottante" (specialmente se rapportata ai suoi tempi) con una grande felicità di espressione.

    ha scritto il 

  • 4

    Una lettura leggera, con un tocco retrò. La protagonista è un personaggio assolutamente all'avanguardia! Geniale! Certo forse un po' troppo particolare per l'epoca in cui è stato scritto...

    ha scritto il 

  • 0

    Claudine resta nel cuore, personaggio anticonformista, dall'educazione libera e intelligentemente ribelle. Lo stile è vivido, estremamente moderno, secondo me, ancora molto gradevole. L'autrice, una grande donna dalla vita scandalosa al suo tempo e forse un pò eclissata nel nostro.

    ha scritto il 

  • 3

    Una figura femminile che rimane impressa nella mente del lettore, la giovane Claudine che affronta le tappe della sua vita. Il suo personaggio dettò addirittura moda nel perido successivo alla pubblicazione.

    ha scritto il 

  • 4

    Sfortunatamente ricordo poco delle avventure della mia omonima, scritte tra il 1900 e il 1903 dalla mitica Colette.. In attesa che un farmaco miracoloso o una provvidenziale rilettura inducano sollievo alle lacune della mia povera memoria, vi posso offrire una delle mie sottolineature:
    "Libe ...continua

    Sfortunatamente ricordo poco delle avventure della mia omonima, scritte tra il 1900 e il 1903 dalla mitica Colette.. In attesa che un farmaco miracoloso o una provvidenziale rilettura inducano sollievo alle lacune della mia povera memoria, vi posso offrire una delle mie sottolineature:
    "Libera! che parola singolare. Vi sono degli uccelli che si credono liberi perchè saltellano fuori dalla gabbia. Però hanno le ali tarpate."

    ha scritto il