Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cloud Atlas

By

Publisher: Hodder & Stoughton General Division

4.0
(1402)

Language:English | Number of Pages: 544 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , German , Italian , Spanish , Dutch , Chi traditional , Chi simplified , Czech , Japanese , Polish

Isbn-10: 0340822783 | Isbn-13: 9780340822784 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Audio Cassette , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Do you like Cloud Atlas ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
By the author of THE THOUSAND AUTUMNS OF JACOB DE ZOET, David Mitchell's bestselling and Booker Prize-shortlisted novel was one of Richard & Judy's 100 Books of the Decade and has now been made into a major motion picture starring Tom Hanks, Halle Berry, Susan Sarandon, Jim Sturgess, Ben Whishaw, Jim Broadbent and Hugh Grant A reluctant voyager crossing the Pacific in 1850; a disinherited composer blagging a precarious livelihood in between-the-wars Belgium; a high-minded journalist in Governor Reagans California; a vanity publisher fleeing his gangland creditors; a genetically modified dinery server on death-row; and Zachry, a young Pacific Islander witnessing the nightfall of science and civilisation the narrators of CLOUD ATLAS hear each others echoes down the corridor of history, and their destinies are changed in ways great and small. In his extraordinary third novel, David Mitchell erases the boundaries of language, genre and time to offer a meditation on humanity's dangerous will to power, and where it may lead us.
Sorting by
  • 4

    Delle scelte narrative molto originali che rendono questo libro unico, per certi versi. Un intreccio di tante storie diverse, che si sviluppano in epoche e contesti diversi, ma sottilmente connesse l' ...continue

    Delle scelte narrative molto originali che rendono questo libro unico, per certi versi. Un intreccio di tante storie diverse, che si sviluppano in epoche e contesti diversi, ma sottilmente connesse l'una all'altra.

    said on 

  • 5

    Goccia nell'oceano.

    Eccezionale! Sì, ho votato così questo libro perché, anche se la lettura a tratti è un po' difficile e non sempre è facile seguire il filo narrativo, Cloud Atlas mi ha coinvolto fino alla fine e mi ha ...continue

    Eccezionale! Sì, ho votato così questo libro perché, anche se la lettura a tratti è un po' difficile e non sempre è facile seguire il filo narrativo, Cloud Atlas mi ha coinvolto fino alla fine e mi ha lasciato una bella sensazione anche dopo averlo finito. L'ho trovato davvero geniale.

    said on 

  • 3

    Un cerchio perfetto o quasi.

    Finalmente ho finito "Cloud Atlas - L'Atlante delle nuvole".
    che dire? un libro strano, a tratti avvincente come un romanzo d'avventura e a tratti un po' lento, ma nel complesso ha un buon ritmo e si ...continue

    Finalmente ho finito "Cloud Atlas - L'Atlante delle nuvole".
    che dire? un libro strano, a tratti avvincente come un romanzo d'avventura e a tratti un po' lento, ma nel complesso ha un buon ritmo e si legge bene. la particolarità è l'impaginazione a panino, quindi i sei protagonisti si avvicendano uno dopo l'altro costringendomi a esercizi di memoria e di attenzione che altri libri non farebbero.
    un fil rouge li accomuna e apre e chiude il cerchio in maniera perfetta o quasi... rimane, almeno a me, la mancanza di un vero e proprio finale. però davvero unico nel suo genere.

    said on 

  • 5

    Ho deciso di leggerlo dopo aver visto il film, che ho trovato bellissimo. L'Atlante delle nuvole è la composizione sinfonica che Robert compone basata su sei strumenti che suonano ognuno un assolo per ...continue

    Ho deciso di leggerlo dopo aver visto il film, che ho trovato bellissimo. L'Atlante delle nuvole è la composizione sinfonica che Robert compone basata su sei strumenti che suonano ognuno un assolo per poi unirsi. Le nuvole non sono altro che le anime che viaggiano nel tempo e nello spazio. Come sa chi ha visto il film, sono più storie che si dipanano davanti ai nostri occhi. Nel libro l'escamotage che l'autore usa è uno schema a V, la base della lettera è la storia del popolo di allevatori di capre, dopo che il mondo si è distrutto, cerniera tra passato e futuro. Le altre storie vengono divise in due metà, prima e dopo la storia di Zachary, unica storia non divisa.
    Ogni storia è una perla e tutte sono collegate tra loro, non solo per i personaggi che rinascono e si trasformano ma anche per dati oggettivi, come un libro, un film, un indumento, un paesaggio, un'imbarcazione,una musica....Il messaggio è inequivocabile: tutti siamo collegati e se non sceglieremo di usare il progresso per distruggere, se continueremo a permettere che il pesce più grosso mangi quello più piccolo, saremo destinati alla rovina e perderemo tutto; qualsiasi tipo di schiavitù non deve più esistere e chi ha cuore e cervello deve lottare per evitare che esista un solo schiavo, una sola ingiustizia su tutta la terra. Utopia? Forse sì ma se ognuno farà la sua parte, ci dice l'autore, saremo tante gocce in un oceano. Perché tutti siamo uniti in un eterno presente, testimone del passato e specchio del futuro. Ogni decisione presa in una vita avrà ripercussioni nella vita successiva, e le nostre anime si rincontreranno in un gioco infinito, sfiorate ogni tanto da una consapevolezza fugace di essersi già conosciute o amate. Bellissimo!!

    said on 

  • 3

    Onestamente è un libro che mi ha lasciato con opinioni contrastanti. Da un lato ho apprezzato l'originalità della struttura a "matrioska" dei sei racconti, ognuno che si spezza a metà per far spazio a ...continue

    Onestamente è un libro che mi ha lasciato con opinioni contrastanti. Da un lato ho apprezzato l'originalità della struttura a "matrioska" dei sei racconti, ognuno che si spezza a metà per far spazio al successivo, per essere poi ripresi e terminati in ordine inverso, ma dall'altro mi è un po' pesato il fatto di non riuscire a vedere, all'inizio, un vero filo conduttore tra le varie storie, filo che emerge prepotentemente solo nella seconda parte, o almeno così mi è parso. Alla fin fine, anche interrompere a metà le storie pesa un po', quindi non ho apprezzato granché tutta la prima parte, nonostante lo stile accattivante e i temi interessanti. Nella seconda, invece, con tutte le storie che giungono a conclusione e l'emergere dei vari significati dell'"Atlante delle Nuvole" si possono apprezzare di più la costruzione del libro e i rimandi tra racconto e racconto. Alla fine mi è piaciuto, ma ho sofferto un po' troppo all'inizio per potergli dare più di tre stelle.
    Voto: 7,5

    said on 

  • 4

    "Le guerre non si curano mai, vanno solo in convalescenza per qualche anno. La Fine è quel che vogliamo e allora mi sa proprio che la Fine è quel che avremo, cavolo. Proprio così."

    I sei protagonisti vivono in luoghi e in momenti diversi dello spazio e del tempo, ma appartengono tutti al medesimo schema; le loro anime, infatti, ritornano sempre, si reincarnano, si spostano come ...continue

    I sei protagonisti vivono in luoghi e in momenti diversi dello spazio e del tempo, ma appartengono tutti al medesimo schema; le loro anime, infatti, ritornano sempre, si reincarnano, si spostano come nuvole, vivendo nel corpo di notaio di metà Ottocento fino ad arrivare al primitivo abitante di un mondo post-apocalittico.

    Cloud Atlas è un romanzo lungo e frammentario, a volte confusionario, ma brillante e di straordinaria leggibilità. Non è una sola storia, ma sono tante storie con gli stessi protagonisti uniti da un filo sottile e inestricabile. Oppure è una storia che ricomincia molte volte. E ogni volta riesce ad essere realistico, inquietante, appassionante. Non solo un libro di intrattenimento, ma un romanzo che spinge a riflettere sulle conseguenze delle proprie azioni e su dove potrebbe condurre il bruciante desiderio dell'umanità di superare certi limiti.

    said on 

  • 1

    Di solito vige la regola de “il libro è migliore del film”, così come si potrebbe affermare che una narrazione lineare sia preferibile rispetto a una più frastagliata, Cloud Atlas ribalta però entramb ...continue

    Di solito vige la regola de “il libro è migliore del film”, così come si potrebbe affermare che una narrazione lineare sia preferibile rispetto a una più frastagliata, Cloud Atlas ribalta però entrambe queste due tesi. Premetto: non ricordo benissimo il film dei fratelli Wachowski, ma ricordo che per lo meno mi aveva inizialmente confuso e poi nel finale stupito. Lo stupore era dovuto al modo con il quale i registi avevano deciso di far capire allo spettatore, ovvero me, il senso di tutta aggrovigliata storia che avevano messo in piedi. In questo caso il film era assai più strano del libro, nel modo di narrare, e questo era un bene. Con il libro di David Mitchell si ha la sensazione di leggere dei racconti solo leggermente collegati gli uni agli altri, ma che di questo legame potrebbero benissimo fare a meno, e che vengono interrotti più o meno a metà per creare suspense. In realtà, arrivati alla metà del libro, la suspense si scioglie inevitabilmente quando capisci che la narrazione prevede un semplice schema a piramide, con le storie che procedono in A-B-C-D-D-C-B-A. Quello che spinge il lettore a continuare è la sola curiosità di vedere come vanno a finire le singole storie. Se nel film si poteva intravedere un disegno unico, nel romanzo questo disegno si dissolve e non lascia niente, se non forse il rammarico di aver perso davvero tanto tempo dietro a questo libro (e pure la domanda: ma il titolo, che senso ha?)

    said on 

  • 5

    Un filo conduttore fra 6 vite fuori dall'ordinario.

    Come parlare di questo romanzo senza sminuirne l'essenza?
    Ammetto di aver incontrato non pochi ostacoli nella stesura di questa recensione.
    Primo fra tutti, la scelta di una sola citazione che raccogl ...continue

    Come parlare di questo romanzo senza sminuirne l'essenza?
    Ammetto di aver incontrato non pochi ostacoli nella stesura di questa recensione.
    Primo fra tutti, la scelta di una sola citazione che raccogliesse l'anima di questo libro. Secondo ostacolo, il principio di sintesi che dovrei ovviamente mantenere, per non annoiare i lettori capitati qui per caso. E come terzo, la tentazione enorme di mollare tutto e rituffarmi tra le pagine del libro, o rivedere per la milionesima volta la pellicola.

    Dall'oceano Atlantico del XIX secolo alle lande desolate del mondo post-apocalittico di un futuro sperduto, l'Atlante delle Nuvole è più che un libro. E' un viaggio. Assieme alle 6 anime protagoniste del libro, esploreremo grotteschi scenari futuristici e antiche lande sperdute nella memoria dell'uomo. Mitchell sarà in grado di mostrarci il filo conduttore che unisce i personaggi attraverso i secoli.
    Ogni loro gesto, ogni loro scelta determinerà quale sarà il destino del successivo personaggio, in un intreccio pazzesco.
    Ogni persona, ogni anima, è un ingranaggio, che fa girare l'universo.
    Ogni decisione, seppure piccola e trascurabile, sconvolgerà il futuro.
    E avremo occhi nel passato, presente e futuro. Vedremo come tutto è mutevole, come ogni cosa cambia, si evolve, si deteriora e si distrugge, mentre l'uomo rimane sempre lo stesso. Come l'amore, l'odio, la menzogna, la solidarietà e tutti i sentimenti dell'animo umano rimangano immutati in una realtà confusionaria e cangiante, che è la nostra vita.
    La voglia a forma di stella cadente sarà la costante di ogni protagonista, che affronterà differenti travagli, ed esplorerà diversi mondi.

    In questo romanzo siamo messi difronte a chiavi di lettura profonde e più che attuali. La xenofobia, la corsa ai rifornimenti energetici, la follia umana, la tecnologia dilagante e la sperimentazione scientifica avanzata, disumana. Il diverso si unisce al pazzesco, e l'ordinario sembrerà una mera convinzione umana, uno scudo della mentalità chiusa e incapace di andare a fondo in ogni questione. Vedremo come siamo piccoli in confronto al tempo e allo spazio, ma allo stesso tempo, come i nostri sentimenti siano immortali, e vincano ogni dimensione e pensiero.

    L'amore attraverso i secoli e gli universi.

    La trasposizione su pellicola è ottima. I tagli alla trama sono ovviamente dovuti a questioni cinematografiche, ma non ne sfibrano l'essenza, mantenendo vivi i sentimenti e il pathos. La fotografia è meravigliosa, e gli scenari molto credibili. Una perla preziosa del cinema.

    said on 

Sorting by