Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Clube da Luta

By Chuck Palahniuk

(5)

| Paperback | 9788586075889

Like Clube da Luta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Romance que aborda a violência nas sociedades urbanas, foi transformado em filme polêmico, com Brad Pitt e Edward Norton nos papéis principais. Narra o encontro entre o protagonista e Tyler Durden, um jovem anarquista e carismático, e como ambos fund Continue

Romance que aborda a violência nas sociedades urbanas, foi transformado em filme polêmico, com Brad Pitt e Edward Norton nos papéis principais. Narra o encontro entre o protagonista e Tyler Durden, um jovem anarquista e carismático, e como ambos fundam uma espécie de irmandade baseada no enfrentamento físico. Através desse ritual violento, eles, e outros, procuram atenuar, paradoxalmente, seu cinzento dia-a-dia.

1069 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sono rimasta sconvolta nel capire che facciamo del male e siamo violenti solo nella speranza un po' vana di essere salvati da Dio; un Dio che sta dietro alla scrivania di legno noce, in quel suo studio tappezzato di certificati e diplomi ben lontani ...(continue)

    Sono rimasta sconvolta nel capire che facciamo del male e siamo violenti solo nella speranza un po' vana di essere salvati da Dio; un Dio che sta dietro alla scrivania di legno noce, in quel suo studio tappezzato di certificati e diplomi ben lontani dalla concezione paradisiaca.

    " Signore Durden, tutto procede secondo i piani. Distruggeremo la civiltà."

    Is this helpful?

    • aRianna said on Oct 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    如果我沒先看過電影的話,這本書大概撐不到三分之一。

    Is this helpful?

    Emily said on Oct 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quando parli di Fight Club (nonostante la prima regola), nella stragrande maggioranza dei casi ti senti dire "ah, l'hai visto quel film? È un capolavoro!". Chi però ama la letteratura non ama in generale vedere il film prima del libro. E il libro è s ...(continue)

    Quando parli di Fight Club (nonostante la prima regola), nella stragrande maggioranza dei casi ti senti dire "ah, l'hai visto quel film? È un capolavoro!". Chi però ama la letteratura non ama in generale vedere il film prima del libro. E il libro è strepitoso. Chi ha visto prima il film mi ha detto "oh, il libro è così noioso". Niente di più sbagliato. Si segue il pensiero e la storia del narratore, anonimo, e del suo compagno Tyler Durden un respiro dietro l'altro, e il tutto è talmente ben scritto da farci per un attimo dimenticare chi siamo: pensieri ripetuti e scollegati ci portano nella testa del protagonista. Grande letteratura.

    Is this helpful?

    Hari Seldon said on Oct 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    questo è uno di quei casi in cui si può affermare che libro e film scorrono sugli stessi binari. Non mi piace la violenza manifesta a priori, e il libro é crudo, troppo per i miei gusti. Il libro è scritto molto bene, le immagini vengono rese ed è mo ...(continue)

    questo è uno di quei casi in cui si può affermare che libro e film scorrono sugli stessi binari. Non mi piace la violenza manifesta a priori, e il libro é crudo, troppo per i miei gusti. Il libro è scritto molto bene, le immagini vengono rese ed è molto comprensibile anche in lingua originale, ma non lo definirei certo entusiasmante.

    Is this helpful?

    Franci said on Oct 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mandato giù tutto in una volta. Spettacolare lo stile di scrittura, a metà strada fra il colto (Ballard, Delillo) e il 'commerciale' (I ragazzi di 'Cannibale'). La storia mi ha ricordato non poco 'Crash' (sia nella struttura della trama che nei dialo ...(continue)

    Mandato giù tutto in una volta. Spettacolare lo stile di scrittura, a metà strada fra il colto (Ballard, Delillo) e il 'commerciale' (I ragazzi di 'Cannibale'). La storia mi ha ricordato non poco 'Crash' (sia nella struttura della trama che nei dialoghi), e il colpo di scena finale è vecchio quanto Hoffmann. Ma, se scritto bene, fa ancora la sua porca figura.

    Is this helpful?

    Crashin' steel said on Oct 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non è facile recensire o spiegare Fight Club, soprattutto per me che mi avvicino per la prima volta alla scrittura di Palahniuk. Quando mi approccio a un nuovo autore ho sempre paura di scegliere il libro sbagliato, perché magari quel libro no ...(continue)

    Non è facile recensire o spiegare Fight Club, soprattutto per me che mi avvicino per la prima volta alla scrittura di Palahniuk. Quando mi approccio a un nuovo autore ho sempre paura di scegliere il libro sbagliato, perché magari quel libro non va bene come inizio o per mostrarti le potenzialità di un autore. Stavolta è chiaro che non ho sbagliato.
    Non ho mai visto il film, ormai un cult (mi aspetto un lancio di pomodori per questo), ma arrivata a questo punto posso dire di essere contenta di non averlo ancora fatto perché so che mi sarei persa qualcosa e, se proprio devo scegliere, scelgo di godermi l'effetto sorpresa nel libro.
    Non ho mai letto niente come Palahniuk e c'è voluto un po' per abituarmi. Il primo capitolo ci immerge subito in questa realtà ed è difficile orientarsi. Lo stile di Palahniuk appare subito complesso, ma la lettura scorre ugualmente veloce. Ci sono tante ripetizioni ad effetto e dei conti alla rovescia che fanno aumentare il livello d'ansia già elevato. Il protagonista/narratore è anonimo, non sappiamo il suo nome e i suoi dialoghi sono in forma di discorso indiretto, mentre quelli degli altri personaggi no, come se lui fosse spettatore della sua stessa vita. E così è veramente. È il ritratto di un uomo che subisce, insoddisfatto della propria vita che vive passivamente, che soffre d'insonnia e che ha scoperto che il suo unico momento di "piacere" glielo regalano i gruppi di sostegno in cui si imbuca. Gruppi per malati di cancro ai testicoli, o di tumore al cervello. Lui non è malato, ma in quei gruppi si sente vero, ascoltato e capito. Sono i momenti positivi del libro. Il Fight Club, creato come luogo di ritrovo per uomini che si sentono veramente liberi combattendo a sangue con altri uomini, non riesce a dargli questa stessa sensazione. Il Fight Club è la sua creatura che gli si rivolta contro, perché non ti potrai mai liberare di lui. Partendo come una denuncia alla società odierna, si rivela fautore della rivoluzione, dell'anarchia, del caos. Man mano che si procede nella lettura si instaura questo clima di terrore che si diffonde come un gas nocivo.
    La verità è che non c'è un modo giusto per recensirlo, e credo che ognuno di noi potrebbe trovare mille interpretazioni e spunti di riflessione diversi in questa storia. A volte mi è sembrato solo un grande flusso di pensieri, grazie a questa narrazione spezzettata, e forse non ho nemmeno compreso tutto, ma ne sono rimasta affascinata.
    Ho vissuto anch'io attimi di terrore quando ho visto che su Twitter mi seguiva il Fight Club.
    Ora devo procurarmi urgentemente il film.

    Is this helpful?

    Laura said on Oct 3, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book