Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Codice Caravaggio

Di

3.3
(64)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 352 | Formato: Altri

Isbn-10: 8854130109 | Isbn-13: 9788854130104 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , eBook

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Codice Caravaggio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Codice Caravaggio

    Se amate Caravaggio è un libro per voi! La lettura delle sue opere è generalmente molto buona, interessanti i riferimenti ai particolari su cui spesso l'autore si sofferma e vien voglia, per averli sott'occhio, di riscrivere una nuova versione di ebook con dei link che puntino all'immagine. E' qu ...continua

    Se amate Caravaggio è un libro per voi! La lettura delle sue opere è generalmente molto buona, interessanti i riferimenti ai particolari su cui spesso l'autore si sofferma e vien voglia, per averli sott'occhio, di riscrivere una nuova versione di ebook con dei link che puntino all'immagine. E' questo l'aspetto positivo che mi ha spinto ad andare avanti, a volte perdendo il filo, nella lettura del romanzo.

    ha scritto il 

  • 4

    Forse un po' troppo " Codice da Vinci " ma nel complesso un bel libro con una suspense fino in fondo.
    TRAMA
    In un futuro non molto lontano, in un’Europa dove la convivenza multietnica è sempre più difficile, in un mondo in cui l’estremismo islamico si sta rafforzando e medita sull’ist ...continua

    Forse un po' troppo " Codice da Vinci " ma nel complesso un bel libro con una suspense fino in fondo.
    TRAMA
    In un futuro non molto lontano, in un’Europa dove la convivenza multietnica è sempre più difficile, in un mondo in cui l’estremismo islamico si sta rafforzando e medita sull’istituzione di un nuovo grande impero, il successore di Benedetto XVI muore prematuramente e inaspettatamente: è tempo di conclave. Tutti i cardinali elettori si radunano a Roma e si preparano ed eleggere il nuovo Papa sotto la guida del camerlengo, il cardinale Lamberto Bosani.
    In un passato lontano, l’Italia dei primi del Seicento, il pittore Michelangelo Merisi, noto come “Caravaggio”, cerca successo e fama nella Città eterna. Il suo carattere irruento, ma schietto e onesto, le sue abitudini libertine, le sue idee artistiche e teologiche finiscono per scontrarsi con la gerarchia ecclesiastica del suo tempo. Già tormentato da fantasmi personali dopo aver assistito all’ingiusta esecuzione capitale dell’intera famiglia Cenci -i cui membri non sono giustiziati per reati reali ma per intrighi politici- si trova a difendere la propria visione personale sull’arte e sulla fede di fronte ai bigotti committenti dell’epoca.
    ( recensione tratta da grianneisle.wordpress.com )

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro sembra proprio non voler terminare. Affascinante anche se temo il finale.
    Spero di sbagliarmi, altrimenti e' l'ultimo libro della Newton Compton che compero.

    Felicemente smentito da questo libro di Ellis. Un buon affresco di un periodo storico nel quale la chiesa non ha ...continua

    Questo libro sembra proprio non voler terminare. Affascinante anche se temo il finale.
    Spero di sbagliarmi, altrimenti e' l'ultimo libro della Newton Compton che compero.

    Felicemente smentito da questo libro di Ellis. Un buon affresco di un periodo storico nel quale la chiesa non ha fatto proprio una gran bella figura. Caravaggio accompagna la storia che si svolge in un futuro molto prossimo. Due storie che s'intrecciano abilmente, anche se una maggiore accuratezza del periodo del famoso artista non avrebbe guastato.
    Andiamo avanti, ma sempre con molta attenzione verso le pubblicazioni della Newton Compton.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro da tre stelline e mezzo.
    Thriller che ricorda come ambientazione e come scenario Angeli e demoni di Dan Brown in cui si alternano due mondi paralleli.
    Quello di inizio Seicento che vede le disavventure sopportate da Caravaggio che si lega strettamente ad un prossimo futuro in cu ...continua

    Libro da tre stelline e mezzo.
    Thriller che ricorda come ambientazione e come scenario Angeli e demoni di Dan Brown in cui si alternano due mondi paralleli.
    Quello di inizio Seicento che vede le disavventure sopportate da Caravaggio che si lega strettamente ad un prossimo futuro in cui un disegno oscuro cerca di portare sul soglio pontificio un papa che darà il via libera all'instaurazione del califfato in Europa.
    Finale molto spettacolare in cui il bene trionferà sul male.
    Un thriller che si lascia leggere molto velocemente e che tiene il lettore sulle spine, anche se sembrano essere cose già lette e rilette e scritte in maniera abbastanza sempliciotta.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi si è rotto il cybook a metà libro! Che nervoso!
    Nonostante questo sono riuscita a terminare la lettura.
    Della vita di Caravaggio sapevo pochissimo ed è stato piacevole avere qualche accenno sulla sua vita e su qualche sua opera.
    Questo romanzo sembrava avere tutti gli element ...continua

    Mi si è rotto il cybook a metà libro! Che nervoso!
    Nonostante questo sono riuscita a terminare la lettura.
    Della vita di Caravaggio sapevo pochissimo ed è stato piacevole avere qualche accenno sulla sua vita e su qualche sua opera.
    Questo romanzo sembrava avere tutti gli elementi per funzionare invece è mancato qualcosa. Da un libro del genere mi aspetto che mi tenga incollata alla vicenda fino alla fine e invece niente. Manca proprio la spinta ad andare avanti e trattandosi di un giallo, secondo me, non è un difetto da poco.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi ricorda qualcosa...

    Combinazione ha voluto che terminassi la lettura del romanzo proprio il giorno in cui un mio caro amico veniva ordinato sacerdote…la celebrazione non era certo al livello di quelle descritte nel libro, ma cattedrale gremita, clero in pompa magna, sermone dell’arcivescovo creavano comunque una cur ...continua

    Combinazione ha voluto che terminassi la lettura del romanzo proprio il giorno in cui un mio caro amico veniva ordinato sacerdote…la celebrazione non era certo al livello di quelle descritte nel libro, ma cattedrale gremita, clero in pompa magna, sermone dell’arcivescovo creavano comunque una curiosa relazione con gli eventi pre-conclave del lavoro di Ellis.
    Superate le coincidenze, ammetto che il testo è scorrevole e i salti tra futuro (ci troviamo a eleggere il 267esimo Papa, successore del successore di Benedetto XVI) e passato (fine 1500, inizio 1600) non sono traumatici. Discrete anche le descrizioni artistiche, Caravaggio è uno dei miei pittori preferiti, anche se temo (ma non ho avuto tempo di documentarmi a riguardo) che alcune tele (il Tradimento di Cristo?) in realtà non esistano.
    Ciò che mi lascia interdetto è la trama: l’intrigo ordito dal camerlengo, i richiami a cospirazioni del passato, sette e movimenti anticattolici, ambientazione romana, perfino il killer professionista, mi ricordano troppo da vicino “Angeli e demoni” di Brown, per quanto non abbia letto il libro, ma semplicemente visto il film. La buona volontà di Ellis è lodevole, le capacità narrative pure, ma da un’opera prima penso ci si debba aspettare qualcosa in più sul piano dell’originalità. Rivedibile alla prima occasione, sempre che non ci abbia ripensato e sia tornato alle sue attività da giornalista puro, magari di indirizzo economico…

    ha scritto il 

  • 3

    Brutta copia de Il codice da Vinci

    Non é avvincente e non ti tiene col fiato sospeso. Ammetto che la storia di Caravaggio e dei suoi dipinti è stata molto interessante e sono andata di continuo sul web per trovare i quadri citati ma tutto ciò non è sufficiente. Peccato.

    ha scritto il 

  • 0

    Si può leggere

    Un'altro intrigo ambientato in Vaticano. Bella ed interessante la parte riguardante la vita di Caravaggio ed i suoi rapporti con il potere, un pò meno interessante e scorrevole la parte moderna, comunque vale la pena di leggerlo.

    ha scritto il