Colazione da Tiffany

Voto medio di 5.502
| 713 contributi totali di cui 605 recensioni , 107 citazioni , 0 immagini , 0 note , 1 video
"Holly golightly, la protagonista di questo estroso romanzo breve, è una cover girl di New York, attrice cinematografica mancata, generosa si sé con tutti, consolatrice di carcerati, eterna bambina chiassosa e scanzonata. È un personaggio ... Continua
Ha scritto il 22/08/17
Effervescente
L'ho letto avendo nella testa il film con la grandissima Audrey, ma ci sono alcune differenze. Posso dire che adoro il film, uno dei migliori a parer mio, e che ritengo il libro eccellente. Il personaggio di Holly è assolutamente e completamente ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 19/08/17
SPOILER ALERT
Very different from the movie!
Le differenze con il film sono notevoli...tantoper cominciare, il romanzo si apre con un salto in avanti rispetto alle vicende della giovane Holly e del condominio che ben conosciamo grazie al film di Blake Edwards.Il narratore, ovvero lo stesso ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 24/07/17
Una lezione per molti
Spumeggiante, irriverente, divertente,e ...soprattutto "breve" ( gran dote per questi tempi di tromboni ampollosamente inutili!), ( e lasciate perdere il film che è un'altra cosa).
Ha scritto il 25/04/17
Odore d'argento
“Non amare mai una creatura selvatica … non si può dare il proprio cuore a una creatura selvatica; più le si vuol bene più forte diventa. Finché diventa abbastanza forte da scappare nei boschi. O da volare su un albero. Poi su un albero più ..." Continua...
  • 11 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 28/02/17
Ingredienti: una lolita maggiorenne, candida e smaliziata insieme, uno scrittore spiantato alle prime armi che la osserva incantato, una grande mela ricca di vitalità, frequentata da ricconi stupidi in cerca di pollastrelle e belle donne sveglie ..." Continua...

Ha scritto il Mar 19, 2017, 13:29

"E poi, la patria è dove ci si sente a proprio agio. Io la sto ancora cercando."
Pag. 118
Ha scritto il Mar 19, 2017, 13:27
"...l'amai abbastanza da dimenticare me stesso, le mie disperazioni egoistiche e da essere contento perchè stava per succedere qualcosa che lei pensava felice."
Pag. 102
Ha scritto il Mar 19, 2017, 13:25
"...non un'onestà di tipo legale (...) ma un'onestà nei confronti di se stessi. Sii quello che vuoi ma non un vigliacco, un fanfarone, un ladro di emozioni, una sgualdrina; preferirei avere il cancro piuttosto che un cuore disonesto. Il che non ... Continua...
Pag. 98
Ha scritto il Mar 19, 2017, 13:23
"Non ho niente contro le prostitute, naturalmente. Salvo questo: alcune possono avere una lingua onesta, ma tutte hanno il cuore disonesto. Voglio dire, non si può sbattersi un uomo e incassare i suoi assegni e non cercare almeno di credere che lo ... Continua...
Pag. 96
Ha scritto il Mar 19, 2017, 13:16
"Perchè ero davvero innamorato di lei. Come una volta ero stato innamorato dell'anziana cuoca negra di mia madre e di un postino che mi permetteva di seguirlo nei suoi giri e di una intera famiglia (...). Anche questo tipo d'amore genera gelosia."
Pag. 89

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Apr 09, 2015, 07:56
Moon River
Autore: Henry Mancini

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi