Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Collezionista di morte

Di

Editore: Piemme

3.5
(295)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 428 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Svedese , Francese , Tedesco

Isbn-10: 8838478295 | Isbn-13: 9788838478291 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luca Conti

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Collezionista di morte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Alison Willets giace in un letto d'ospedale. Può vedere, sentire, persinocomunicare con un lieve sbattere di palpebre, ma la sua vita dipende dallemacchine a cui è attaccata. Chi l'ha ridotta così è un killer spietato, cheuccide le sue vittime con un'abile pressione delle dita sull'arteriavertebrale. Tre ragazze sono già morte e, per l'ispettore Tom Thorne, seAlison è viva significa che nella procedura del killer qualcosa è andatostorto. Finché non scopre l'agghiacciante verità: non è lei l'errore, ma letre vittime precedenti.
Ordina per
  • 3

    Alison giace in un letto d’ospedale. Può vedere, sentire, persino comunicare con un lieve sbattere di palpebre, ma la sua vita dipende dalle macchine a cui è attaccata. Chi l’ha ridotta così è un killer spietato. Tre ragazze sono già morte e, per l’ispettore Thorne, se Alison è viva è soltanto pe ...continua

    Alison giace in un letto d’ospedale. Può vedere, sentire, persino comunicare con un lieve sbattere di palpebre, ma la sua vita dipende dalle macchine a cui è attaccata. Chi l’ha ridotta così è un killer spietato. Tre ragazze sono già morte e, per l’ispettore Thorne, se Alison è viva è soltanto per una tragica fatalità. Ma forse non è lei l’errore…

    In una Londra tetra e piovosa, Thorne è costretto a ingaggiare una sfida a distanza con l’assassino, nel disperato tentativo di catturarlo prima che colpisca ancora. Mentre Alison, l’unica persona che conosce il segreto della sua identità, non è più in grado di rivelarlo a nessuno.

    Tutto sommato mi è piaciuto abbastanza, ho letto di meglio, ma anche di molto peggio!

    ha scritto il 

  • 4

    Piacevole. Forse un po' lento in alcuni tratti ma il finale che ribalta ogni sospetto o previsione rende il giudizio finale sufficiente seppur si tratti di nulla di originale o sbalorditivo.
    Originale è il modus operandi dell'omicida che non vuole uccidere ma lasciare in stato perenne veget ...continua

    Piacevole. Forse un po' lento in alcuni tratti ma il finale che ribalta ogni sospetto o previsione rende il giudizio finale sufficiente seppur si tratti di nulla di originale o sbalorditivo.
    Originale è il modus operandi dell'omicida che non vuole uccidere ma lasciare in stato perenne vegetativo le sue vittime con lo scopo di liberarle dall'ansia del vivere quotidiano o roba del genere.

    ha scritto il 

  • 2

    Per scorrere, scorre. Senza particolare infamia nè lode, un compitino ben svolto in fin dei conti, nei canoni del genere. Se siete alla ricerca del capolavoro letterario che vi sconvolgerà l'esistenza statene alla larga, ma se cercate qualcosa di leggibile per passare un po' di tempo ci siamo, an ...continua

    Per scorrere, scorre. Senza particolare infamia nè lode, un compitino ben svolto in fin dei conti, nei canoni del genere. Se siete alla ricerca del capolavoro letterario che vi sconvolgerà l'esistenza statene alla larga, ma se cercate qualcosa di leggibile per passare un po' di tempo ci siamo, anche se ogni tanto la credibilità va un po' a puttane.
    Ad esempio, <<Mettere il rossetto a qualcuno è come farsi una sega con la sinistra>>, in quale mondo carissimo Mark, una ragazza si esprime così?

    Oppure, per dire (SPOILER):
    la tecnica utilizzata dall'assassino viene descritta per metà libro come qualcosa che potrebbe riuscire una su mille persino ad un luminare e poi... parliamo di un ragazzetto svogliato che ha, testuali parole, "sprecato qualche semestre" all'università?

    ha scritto il 

  • 5

    Buonanotte dormigliona...

    Una trama originale che davvero ti spiazza e uno stile dinamico,coinvolgente,rendono questo thriller avvincente,angosciante ma anche seducente,perchè entri nella mente dell'assassino,ed è un viaggio allucinante, da brivido....fantastica la coppia Thorne/Hollande,con abilità cercano di districare ...continua

    Una trama originale che davvero ti spiazza e uno stile dinamico,coinvolgente,rendono questo thriller avvincente,angosciante ma anche seducente,perchè entri nella mente dell'assassino,ed è un viaggio allucinante, da brivido....fantastica la coppia Thorne/Hollande,con abilità cercano di districare la matassa,mentre i continui colpi di scenalasciano senza respiro.Consigliato!

    ha scritto il 

  • 3

    Libro carino, sicuramente lettura meno impegnativa rispetto ai maestri del genere, però la trama seppur semplice nella sua conclusione mi è piaciuta ed ha saputo alimentare i miei dubbi quasi fino alla fine.
    Prosa diretta, che ti getta nella mischia e che in me ha creato una gran voglia di ...continua

    Libro carino, sicuramente lettura meno impegnativa rispetto ai maestri del genere, però la trama seppur semplice nella sua conclusione mi è piaciuta ed ha saputo alimentare i miei dubbi quasi fino alla fine.
    Prosa diretta, che ti getta nella mischia e che in me ha creato una gran voglia di finirlo al più presto ... idea di fondo interessante e ben sviluppata nella sua subdola crudeltà.
    Thorne è praticamente un perdente, o almeno così ce lo dipinge lo scrittore ... a me piace come personaggio e mi sembra molto più reale rispetto ad altri miti del genere; naturalmente anche lui è costretto a convivere con il suo passato che però ha un risvolto diverso.
    Interessante infine l'epilogo.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel thriller, scritto bene, bello il modus operandi dell'assassino. I protagonisti si delineano bene, specialmente la vittima rimasta quasi come un vegetale ma che esprime i suoi pensieri. La storia non è mai noiosa, lo consiglio, spero di avere scoperto un bravo scrittore.

    ha scritto il 

  • 4

    Good series...

    Okay so I read this series in the wrong order which I absolutely detest doing and even though each of Billingham's books can be viewed as stand-alone thrillers there are background links between each book. I got a little bit confused with some of them wondering what had already happened and when ...continua

    Okay so I read this series in the wrong order which I absolutely detest doing and even though each of Billingham's books can be viewed as stand-alone thrillers there are background links between each book. I got a little bit confused with some of them wondering what had already happened and when but which or whether, this was still a really good, edge-of-your-seat thriller.

    The premise for all of Billingham's books are original and this, his first, was undeniably one of his best. The idea of a serial killer who instead of wanting to kill you, but put you into a vegatative state for the rest of your life instead is shocking. I loved the little paragraphs from Alison's point of view, she was so strong even in the horrific situation she was in. You can't help but feel such overwhelming pity for her.

    The ending as I've come to realise from reading previous Thorne books was always going to be unpredictable. Sleepyhead didn't disappoint. Gripping and unputdownable. Dropped a star because Thorne was a little too self-involved in this book but this resolves itself in future books so it's not a major issue.

    ha scritto il