Colloqui con se stesso

Testo greco a fronte

Voto medio di 179
| 102 contributi totali di cui 20 recensioni , 82 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Marco Aurelio, l'imperatore-filosofo morto il 17 marzo del 180 d.C., scrive i suoi Colloqui nell'ultimo decennio di vita, sotto la tenda militare ai confini dell'impero, in terre nordiche devastate dai nemici, dettando a se stesso pensieri sulla ... Continua
Ha scritto il 25/09/16
Breviario per il mare e per i monti, piu' profondo dell'omonimo di Fiengo, meno giocoso e altamente pervasivo. Fatta eccezione per alcuni pensieri su Dio e gli dei - chissà il primo come veniva indicato in lingua greca, che qui in traduzione prende ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/12/15
A distanza di mesi dalla lettura, continuano a venirmi in mente certi di questi pensieri: forse e' uno di quei libri con i quali succede di entrare 'troppo' in sintonia. In ogni caso ne comprerei volentieri un'altra copia, da un altro editore.
Ha scritto il 29/12/12
Magistrale raccolta di pensieri di Marco Aurelio. Innestati genericamente nel solco stoicista, nel loro essere fondamentali sono anche trasversali a (o seminali per) altre visioni filosofiche.Racchiude alcuni passi dalla connotazione ...Continua
Ha scritto il 30/10/12
Appena iniziato. Una grande lezione su come si possa trarre un insegnamento da chiunque, un arricchimento consapevole dell Essere. La consapevolezza di essere parte di un sistema autopoietico. Attualissimo.
Ha scritto il 19/02/11
Spiace dirlo ma questa edizione della Bur pecca di un'eccessivo apparato di note e tutto sbilanciato sull'aspetto filosofico. Questa cosa, oltre a rendere pesante e dispersiva la lettura tende a dare un quadro poco storico dell'autore. Il Marco ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il May 28, 2015, 10:39
Non bisogna rimproverare gli dèi, poichè non commettono errori nè volontari nè involontari, e neppure gli uomini, poichè ne commettono solo di involontari. Nessuno, perciò, deve essere biasimato.
Pag. 279
Ha scritto il May 28, 2015, 10:37
Tutte queste cose che ti auguri di raggiungere per vie traverse, le puoi avere subito, se non sarai proprio tu a negartele, cioè se lascerai dietro di te tutto il tuo passato, affiderai il futuro alla provvidenza e ti preoccuperai del presente ...Continua
Pag. 273
Ha scritto il May 27, 2015, 18:34
«Uva acerva, uva matura, uva passa. Tutto è trasformazione, non verso il non essere, ma verso ciò che non è ancora.» - Epitetto
Pag. 269
Ha scritto il May 27, 2015, 18:33
Diceva Epitteto che, baciando il proprio bambino, bisogna ripetere a se stessi «Domani forse morirai». «Parole di cattivo augurio, queste.» «Nient'affatto» rispondeva. «Solo parole che esprimono una fatto naturale; oppure sarebbe di cattivo ...Continua
Pag. 269
Ha scritto il May 27, 2015, 18:28
Un cetriolo amaro? Gettalo via. Rovi sul sentiero? Evitali. Basta così, non aggiungere ancora: «Perchè al mondo esiste anche questo?»
Pag. 187

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi