Colombi e sparvieri

Voto medio di 75
| 10 contributi totali di cui 6 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 15/05/17
Ad Oronou – in realtà Orune, in provincia di Nuoro – l’amore tra Giorgio e Columba naufraga per l’atavica inimicizia tra le famiglie a cui i due giovani appartengono, né l’intervento pacificatore del prefetto e del vescovo locali servono ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 04/04/16
Questo romanzo della Deledda affronta un tema antichissimo: l'ostilità tra due famiglie e l'odio trascinato di generazione in generazione. Parla della sete di vendetta spesso scambiata per desiderio di giustizia e vede nel giovane protagonista, ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 11/06/12
molto bello ma meno scorrevole di "Canne al vento" o "Elias Portolu". Nonostante questo,trovo dia molti più spunti di riflessione.
Ha scritto il 27/03/12
Testi completi delle opere di Grazia Deledda e cronologia:

http://deledda.letteraturaoperaomnia.org
Ha scritto il 19/08/09
SPOILER ALERT
Il giovane Jorgj rientra nel suo paese di origine e ben presto si scontra, elemento ormai estraneo, con l'antico retaggio dei padri che tramanda alla comunità un ordinamento sociale arcaico, fatto di orgoglio, silenzio e regole interpersonali non ..." Continua...
  • 1 mi piace

Ha scritto il Aug 21, 2012, 04:39
Quando tu mi giudicavi così eri tu il cattivo; perché noi siamo tanti specchi e vediamo la figura nostra nella persona che giudichiamo.
Pag. 304
Ha scritto il Aug 18, 2012, 17:39
Oramai noi siamo amici, e l'amicizia non conosce né innocenti né colpevoli; è una parentela che nulla può sciogliere.
Pag. 283
Ha scritto il Aug 18, 2012, 01:56
Perché può risorgere un morto dalla sua tomba, non un amore che è stato spento dall'odio e... seguito da un altro amore!
Pag. 260
Ha scritto il Aug 16, 2012, 15:58
E che cosa è infine la paura della morte, nell'uomo? È la certezza di morire prima del tempo, per malattia, dopo lunghe crisi di dolore. Se l'uomo morisse di morte naturale, cioè senza dolore, d'una morte che è dolce come il sonno in un essere ... Continua...
Pag. 45

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi