Colorado Kid

By

Publisher: DeBolsillo

3.1
(1382)

Language: Español | Number of Pages: 154 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , German , French , Dutch

Isbn-10: 8497938615 | Isbn-13: 9788497938617 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Bettina Blanch Tyroller

Also available as: eBook

Category: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Do you like Colorado Kid ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Una obra atípica en la trayectoria del autor de Carrie, en la mejor tradición de la novela negra; un crimen en las costas de Maine, aparentemente irresoluble. Un relato sorprendente y conmovedor, cuyo tema es nada menos que la naturaleza del propio misterio.
Sorting by
  • 3

    La non- storia per eccellenza.

    E' un romanzo molto particolare. Di certo, come lo stesso King asserisce, non è una vera storia. Non ha un inizio e tanto meno ha una fine. Non si risolve, semplicemente. Tuttavia il libro si legge mo ...continue

    E' un romanzo molto particolare. Di certo, come lo stesso King asserisce, non è una vera storia. Non ha un inizio e tanto meno ha una fine. Non si risolve, semplicemente. Tuttavia il libro si legge molto velocemente e incuriosisce molto il lettore, che però rimane a bocca asciutta, se si aspetta un finale chiarificante.

    said on 

  • 2

    Non so... non mi è piaciuto, non mi ha convito. Lo trovo fiacco, senza né capo né coda, anche scritto piuttosto male, con troppe ripetizioni (forse per cercare di rimpolpare qualcosa che non c'è), sem ...continue

    Non so... non mi è piaciuto, non mi ha convito. Lo trovo fiacco, senza né capo né coda, anche scritto piuttosto male, con troppe ripetizioni (forse per cercare di rimpolpare qualcosa che non c'è), sembra un racconto incompleto e forse scritto giusto per occupare lui il tempo o per soddisfare qualche pressione di editore a pubblicare qualcosa rapidamente.
    Direi che è un racconto molto, molto marginale e del quale se ne può fare decisamente a meno.

    Sto vedendo ora che anche altri, come me, sono arrivati a leggerlo in seguito alla visione della serie tv Haven. Non capisco come gli autori della serie tv possano affermare che questa sia liberamente ispirata al racconto di King, perché fatti salvi due o tre nomi non hanno assolutamente nulla in comune.
    E ho voluto aspettare di vedere la conclusione definitiva della serie tv prima di leggere il racconto proprio. Chi voglio vedere l'una dopo aver letto questo o viceversa, non si preoccupi... sono due cose che non hanno niente che le colleghi.

    said on 

  • 3

    Del 2005.
    Il mio primo King!
    Letto spinto dal telefilm Haven (che ho comunque lasciato a inizio seconda stagione perché noioso), ma si tratta di due cose completamente diverse (solo alcuni nomi di per ...continue

    Del 2005.
    Il mio primo King!
    Letto spinto dal telefilm Haven (che ho comunque lasciato a inizio seconda stagione perché noioso), ma si tratta di due cose completamente diverse (solo alcuni nomi di persona sono gli stessi).
    Qui ho capito che King è un ottimo narratore: riesce a tirare in modo piacevole una storia quasi inesistente per quasi 200 pagine.
    Tre stelle perché comunque mi ha intrattenuto.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Stavolta mi ha fregato. E menomale che non sono venuta qui a leggiucchiare le recensioni anobiane come faccio di solito, altrimenti non avrei letto questo piccolo romanzo, che sulle prime in effetti m ...continue

    Stavolta mi ha fregato. E menomale che non sono venuta qui a leggiucchiare le recensioni anobiane come faccio di solito, altrimenti non avrei letto questo piccolo romanzo, che sulle prime in effetti mi ha fatto pensare di aver preso una cantonata, un abbaglio, insomma, sostituiteci tutte quelle belle espressioni che usiamo per evitare di dire "siamo stati fregati". Perché uno si aspetta una storia che cominci, va bene, da un punto qualsiasi, e poi però ad un certo altro punto finisca con tutte le risposte del caso. Qui non c'è nulla di tutto questo, se non il tentativo per me piuttosto riuscito, di un autore che spiega la differenza tra la realtà e la fiction, intesa come una non-realtà possibile, fittizia.
    E la spiega raccontando la storia incompiuta di due persone che raccontano una storia incompiuta, un "cold case" di anni addietro cui nessuno ha saputo trovare una soluzione. Ci si aspetta fino alla fine che la giornalista abbia l'intuizione-fatale-geniale che nessuno in decenni ha avuto, per restare infine a bocca asciutta.
    Insomma, King qui gioca un po' col mondo "meta", spiega come nascono i suoi libri: c'è una trama, ci sono indizi e starà poi allo scrittore legarli col filo della sua genialità.

    said on 

  • 3

    Ho la consapevolezza che si tratta di un brutto libro. Una storia che non è una storia. Un mistery fasullo.
    Però mi è piaciuto. Diciamo che in alcuni momenti avrei voluto essere anche io su quel terra ...continue

    Ho la consapevolezza che si tratta di un brutto libro. Una storia che non è una storia. Un mistery fasullo.
    Però mi è piaciuto. Diciamo che in alcuni momenti avrei voluto essere anche io su quel terrazzo ad ascoltare il racconto. Forse il bello dei libri è anche in queste cose...

    said on 

Sorting by