Joseph Timar ha lasciato La Rochelle pieno di entusiasmo e spavalderia equando ha fatto il suo ingresso al Central, l'unico albergo di Libreville,mentre il boy gli serviva un whisky nel caffè dalle pareti adorne di maschereafricane, si è ...Continua
Eire go brach
Ha scritto il 02/07/17
quattro stelle un po' tirate

tre stelle eran poche ...quattro sono un po' troppe, ma arrotondo in eccesso per l'amore verso il grade belga.

james_bond
Ha scritto il 24/05/17

Simenon alle prese con un'insolita ambientazione africana, ma col suo solito stile sopraffino.

Acquamarina...
Ha scritto il 13/03/17
Opprimente
Un'abietta storia di sfruttamento coloniale e di razzismo, l'arroganza del bianco predatore, la sopraffazione bieca nei confronti della popolazione indigena, lo scempio perpetrato ai danni della natura arborea, questi gli indigesti ingredienti effica...Continua
  • 1 mi piace
carlottam
Ha scritto il 27/01/17
null
No. Mi spiace ma non ci siamo. Il primo libro di Simenon, insieme alla sua autobiografia, che proprio non m'è piaciuto. Intendiamoci... scrittura da maestro, per carità. Ma... La storia è debole, troppo stentata nei suoi sottintesi. I personaggi son...Continua
Neige
Ha scritto il 02/12/16

Un Simenon un po' insolito ma sempre al top!


Ciungala
Ha scritto il Jan 18, 2018, 13:08
“Il governatore aveva una sessantina d'anni. Era massiccio, sanguigno. I capelli bianchi, che spiccavano sulla pelle segnata dalla couperose, gli davano un aspetto distinto. Aveva l'aria di un buon diavolo, come spesso lo sono gli uomini di una certa...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi