Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Come Dio comanda

Di

Editore: Mondadori (Piccola Biblioteca Oscar)

3.9
(8069)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 478 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 8804589310 | Isbn-13: 9788804589310 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Ti piace Come Dio comanda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In una landa ai margini di tutto vivono un padre e un figlio, Rino e Cristiano Zena, uniti da un amore viscerale che si nutre di sopraffazione e violenza. Tirano avanti un'esistenza orgogliosa insieme a un paio di balordi. Un giorno decidono che è arrivato il momento di dare una svolta alle loro vite. Il piano è semplice: scassinare un bancomat. I protagonisti di questa fiaba apocalittica si ritrovano così in una notte di tempesta, affollata di fantasmi e rimorsi, in cui i fiumi straripano e il fango sembra seppellire ogni speranza. Ma dalle tenebre emerge una ragazzina bionda che sprigiona una forza oscura e finisce per cambiare per sempre i loro destini. "Come Dio comanda" è una sinfonia in cui la più cupa tragedia e lo humour più scatenato si fondono, dando vita a un grande affresco sociale.
Ordina per
  • 4

    Ammaniti è un buon provocatore. Un antimoralista. I suoi personaggi folli, disagiati e ai margini della società suscitano simpatia, compassione, quasi affetto. Questo è il suo talento: è in grado di convincere il lettore che nella vita non esiste il bianco e il nero, ma mille sfumature dii grigi ...continua

    Ammaniti è un buon provocatore. Un antimoralista. I suoi personaggi folli, disagiati e ai margini della società suscitano simpatia, compassione, quasi affetto. Questo è il suo talento: è in grado di convincere il lettore che nella vita non esiste il bianco e il nero, ma mille sfumature dii grigio.

    ha scritto il 

  • 4

    Niccolò Ammaniti, Come dio comanda

    Premesso che non amo opere ambientate in contesti di grande degrato (non solo materiale), devo però riconoscere che il romanzo di Ammaniti, superato il primo momento di rifiuto (per non dire repulsione)è riuscito a coinvolgermi.
    Tutti i protagonisti attraggono e respingono ad un tempo. Cris ...continua

    Premesso che non amo opere ambientate in contesti di grande degrato (non solo materiale), devo però riconoscere che il romanzo di Ammaniti, superato il primo momento di rifiuto (per non dire repulsione)è riuscito a coinvolgermi.
    Tutti i protagonisti attraggono e respingono ad un tempo. Cristiano, il più giovane, una sorta di vittima predestinata, suscita una tenerezza disarmante e una rabbia profonda. Ciò che rende il romanzo accattivante è che, dietro il buio e lo squallore del contesto, si affacciano e predominano rapporti umani veri, vibranti.
    Sono storie segnate dal dolore, dal disagio, dalla confusione. Sono storie solo apparentemente prive di spessore. Ma alla fine sono storie che, nella loro quotidianeità, riescono ad essere uniche e a penetrare nella nostra mente e nel nostro cuore.
    Il romanzo, vincitore del Premio Strega 2007, ha inoltre l'indubbio pregio di ritrarre realisticamente uno spaccato di società contemporanea contraddittorio, ma fin troppo reale.

    ha scritto il 

  • 3

    Vite di periferia

    Quanta umanità degradata nei libri di Ammaniti. Gente ai margini, spesso povera o almeno povera di spirito, in cerca di una svolta alla loro vita. Tutto finisce in un botto, fallimento clamoroso, violento, morti, feriti. Anche in questo libro come da copione.
    Alla fine dopo qualche libro c ...continua

    Quanta umanità degradata nei libri di Ammaniti. Gente ai margini, spesso povera o almeno povera di spirito, in cerca di una svolta alla loro vita. Tutto finisce in un botto, fallimento clamoroso, violento, morti, feriti. Anche in questo libro come da copione.
    Alla fine dopo qualche libro così non ne vuoi più sapere di Ammaniti. Ma ne restano altri. Continuerò ma fra un poco.

    ha scritto il 

  • 4

    do 4 stelle per la trama che mi piace in modo particolare ma avrei un appunto da fare alla Mondadori soprattutto per quanto riguarda questo libro della collana piccoli oscar: ma con che coraggio vendete libri impaginati male? arrivata quasi alla fine ( saranno mancate una cinquantina di pagine) ...continua

    do 4 stelle per la trama che mi piace in modo particolare ma avrei un appunto da fare alla Mondadori soprattutto per quanto riguarda questo libro della collana piccoli oscar: ma con che coraggio vendete libri impaginati male? arrivata quasi alla fine ( saranno mancate una cinquantina di pagine) si ripetevano delle pagine e venivano saltati dei capitoli.. per fortuna il finale c'era e ho potuto sapere comunque come finiva, pur avendo saltato quasi 10 capitoli!!!!! non me la sono sentita di dare una stella solo perchè mi è piaciuto ma sono rimasta delusissima da questo fatto!!!!

    ha scritto il 

  • 5

    Forte e potente come un temporale

    Crudo, forte, potente. Lo senti dentro come un temporale.
    Una storia di emarginazione sociale, di un legame padre e figlio indistrubbile, di un amore viscerale. Una storia nera, che trova il suo momento più alto in una lunga notte di pioggia.
    Commovente.

    ha scritto il 

  • 5

    l'Ammaniti che piace a me: che racconta una storia cruda, crudele nella fine e personaggi non buoni e non finti. Una realtà di provincia molto più vera di quella che ti aspetti.

    ha scritto il 

Ordina per