Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Come Jane Austen mi ha rubato il fidanzato

Di

Editore: Newton Compton (Anagramma)

3.1
(102)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 311 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854137316 | Isbn-13: 9788854137318 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: S. Di Natale

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace Come Jane Austen mi ha rubato il fidanzato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Inghilterra, 1791. Jane Austen e sua cugina Jenny trascorrono le vacanze di primavera a Bath, tra balli di gala, pettegolezzi e sale da tè. Jenny ha trovato l'uomo giusto da sposare, l'affascinante e coraggioso capitano Thomas Williams, ma ha bisogno dell'aiuto di Jane per coronare il suo sogno d'amore e superare le resistenze del fratello, il pavido Edward-John, che si rifiuta di acconsentire alle nozze. Jane, invece, non ha ancora trovato il principe azzurro: il suo fascino e la sua arguzia, sorprendenti per una quindicenne, attraggono molti pretendenti, anche quelli su cui hanno già messo gli occhi altre ragazze... E così, suo malgrado, la ragazza si ritrova al centro di uno scandalo che potrebbe rovinarle la reputazione e mettere fine a tutte le sue speranze di trovare il vero amore. Tra storia e finzione, sontuose sale da ballo e sfarzose boutique, Cora Harrison ci offre il ritratto di Jane Austen da ragazza, nel diario segreto di sua cugina Jenny.
Ordina per
  • 3

    Un libro leggero, gradevole e divertente. Niente di pretenzioso ma comunque carino e rispettoso degli eventi, del contensto storico, degli ambienti, dei caratteri e attento ai dettagli.
    E' uno spaccato di vita della giovane Jane Austen sfacciata, frivola, allegra e civettuola ma anche frizzante, ...continua

    Un libro leggero, gradevole e divertente. Niente di pretenzioso ma comunque carino e rispettoso degli eventi, del contensto storico, degli ambienti, dei caratteri e attento ai dettagli. E' uno spaccato di vita della giovane Jane Austen sfacciata, frivola, allegra e civettuola ma anche frizzante, intelligente, onesta, generosa e pungente come la conosciamo. Nel trascorrere un bellissimo periodo a Bath insieme all'amata cugina Jenny, dalla cui bocca escono, mediante un diario, i racconti di tutto quanto accade, si snodano molteplici vicende e si conoscono svariati personaggi tra cui alcuni molto interessanti come la cugina Eliza e Henry Digweed. Alcuni fatti che sembrano inverosimili vengono invece riportati come veritieri dall'autrice in calce e questo rende il libro ancora più apprezzato.

    ha scritto il 

  • 1

    Classico libro scritto per lucrare sulle spalle di Jane Austen. Si legge velocemente e si saltzno interi paragrafi a causa dell' incapacità della scrittrice di utilizzare la prima persona per descrivere gli eventi.

    ha scritto il 

  • 3

    Oh finalmente un altro libro carinissimo che mi ha tolto il sonno!!!Niente da fare i romanzi storici scritti in prima persona restano i miei preferiti.Dopo i mattonazzi fantasy alla Harry Potter obviously.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    http://www.readingattiffanys.com/2013/04/recensione-come-jane-mi-ha-rubato-il.html


    Ovviamente da buona fan di Jane Austen non potevo non leggere anche questo libro ispirato al suo personaggio e ai suoi romanzi. Il titolo è assolutamente inappropriato perchè davvero non c'entra niente con l ...continua

    http://www.readingattiffanys.com/2013/04/recensione-come-jane-mi-ha-rubato-il.html

    Ovviamente da buona fan di Jane Austen non potevo non leggere anche questo libro ispirato al suo personaggio e ai suoi romanzi. Il titolo è assolutamente inappropriato perchè davvero non c'entra niente con la trama. Nessun fidanzato viene rubato e tantomeno da parte di Jane Austen. Le protagoniste sono appunto la famosa scrittrice e sua cugina Jenny, in particolare quest'ultima che ci racconta delle loro vicende come un diario dove ci sono divertenti annotazioni della stessa Jane e simpatici disegni che di tanto in tanto arricchiscono la narrazione. La storia si concentra a Bath dove le due ragazze sono ospiti degli zii materni. Le due ragazze si divertono tra balli, pettegolezzi e personaggi di ogni tipo. Jenny troverà l'uomo della sua vita ma per colpa di suo fratello che non vuole accordare il matrimonio patirà diverse difficoltà per coronare il suo sogno d'amore, senza però demordere, riuscendo ad ottenere un lieto fine anche grazie proprio all'aiuto della sua adorata cuginetta. Numerosi sono i richiami a diversi personaggi dei romanzi della Austen e l'ambientazione è quella tipica che fà da sfondo a tutte le sue storie. Oltre all'amore di Jenny, nella trama troverà spazio anche l'incidente di una stoffa di pizzo rubata. Furto del quale verrà incolpata la zia delle ragazze e che arriverà fino al processo che stabilirà la sua innocenza; fatto tra l'altro a quanto pare realmente accaduto. Sono presenti inoltre tanti altri personaggi che spiccheranno nella storia come ad esempio un'altra cugina di Jane, Eliza de Feuillide, una donna eccentrica e con tanta esperienza che darà anche lei un contributo per perorare la causa della dolce Jenny. Insomma un romanzo leggero, molto scorrevole e davvero piacevole da leggere. La narrazione è scorrevole e divertente, direi molto adatta anche per gli adolescenti che si ritroveranno in un mondo fatto di pizzi e merletti, balli e ricevimenti che non possono mai mancare quando si parla di Jane Austen.

    ha scritto il