Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Come diventare bella, ricca e stronza

Istruzioni per l'uso degli uomini

Di

Editore: Mondadori

3.1
(786)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 127 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: 8804554290 | Isbn-13: 9788804554295 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Humor , Self Help

Ti piace Come diventare bella, ricca e stronza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Perché la parte fondamentale del vostro sogno è diventare ricche. Bella è ilgrimaldello. Stronza è la combinazione. E diventare bella, ricca e stronza sipuò. Basta imparare a sedurre gli uomini. E chi meglio di un uomo te lo puòinsegnare?. Questo libro l'ho scritto dunque per convincere le donne aridiventare seduttive. Ma l'ho scritto anche per gli uomini. Per ridare agliuomini il gusto di fare la corte alle donne." (Giulio Cesare Giacobbe).
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Questo libro fu un regalo di compleanno di mia sorella.

    Il primo approccio fu di odio profondo causato dallo stile e dalle parole usate sin dal primo capitolo.
    Superata la fase iniziale, forse dovuta più ad una diversità di idee e di pensiero che da altri motivi, l'ho letto divertend ...continua

    Questo libro fu un regalo di compleanno di mia sorella.

    Il primo approccio fu di odio profondo causato dallo stile e dalle parole usate sin dal primo capitolo.
    Superata la fase iniziale, forse dovuta più ad una diversità di idee e di pensiero che da altri motivi, l'ho letto divertendomi.

    Non è minimamente la vera ricetta per diventare "belle, ricche e stronze" ma è un modo per vedere certi aspetti da un punto di vista differente, ossia quello maschile. Dubito che tutti gli uomini la pensino come Giacobbe, ma è di fatto un punto di vista differente e in quanto tale l'ho accettato.

    Per il resto, risulta persino troppo realistico dato che alla lunga, possono venire in mente mille esempi delle donne descritte nel libro.
    Cruda, pessima (seppur non troppo frequente) realtà femminile.
    La sintesi è: sentirsi belle (persino Frankenstein può essere considerato bello per alcuni), sposare un uomo ricco (di cui non siete minimamente innamorate) e ultimo ma non meno importante, siate delle stronze.
    Se non siete stronze, non sposerete mai un uomo ricco soltanto per interesse e difficilmente riuscirete a sfruttare la vostra bellezza per conoscerlo.
    Questo è quanto suggerisce l'intero libro.

    Se lo comprate pensando sia la Bibbia da seguire per divenire "belle, ricche e stronze" avete sbagliato lettura.
    Va preso così com'è, ossia una lettura leggera, divertente e mirata a colpire più che altro certe tipologie di donne (e a mio avviso, pure certi uomini).
    Una cosa è certa: se siete troppo perbeniste, permalose, bigotte, questo libro non fa assolutamente per voi.
    Vi darebbe una scarica continua di nervoso inutile.

    *Voto: 6

    Tre Stelle*

    ha scritto il 

  • 1

    Lo odio.
    lo detesto perchè scrive così.
    Che odio.
    Che noia.
    Qualcuno gli insegni ad usare la punteggiatura.
    O gli spieghi che esiste una dannata cosa..
    chiamata "ritmo di lettura."

    O.g.n.i s.t.r.a.m.a.l.e.d.e.t.t.o l.i.b.r.o. scritto in questa man ...continua

    Lo odio.
    lo detesto perchè scrive così.
    Che odio.
    Che noia.
    Qualcuno gli insegni ad usare la punteggiatura.
    O gli spieghi che esiste una dannata cosa..
    chiamata "ritmo di lettura."

    O.g.n.i s.t.r.a.m.a.l.e.d.e.t.t.o l.i.b.r.o. scritto in questa maniera barbara.
    Periodi brevi, inconsistenti e per la carità divina inutili e fastidiosi!

    ha scritto il 

  • 4

    giacobbe lo leggo solo perchè mi fa troppo ridere, soprattutto quando ad un certo punto scrive che il culo grosso è considerato dalle donne una disgrazia simile al piede equino o al labbro leporino. Secondo lui si tratta, però, di una stortura mentale perchè dobbiamo tutte metterci in testa che a ...continua

    giacobbe lo leggo solo perchè mi fa troppo ridere, soprattutto quando ad un certo punto scrive che il culo grosso è considerato dalle donne una disgrazia simile al piede equino o al labbro leporino. Secondo lui si tratta, però, di una stortura mentale perchè dobbiamo tutte metterci in testa che agli uomini il culo grosso piace!!!
    E giù scommesse...

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro va letto con la giusta mentalità, cogliendone l'ironia e prendendola sul ridere, così facendo risulta leggero, frizzante e simpatico.
    Preso seriamente risulterebbe un po' "fuori dal Mondo".
    Una lettura veloce e piacevole, da leggere se ne capita l'occasione.

    ha scritto il 

  • 2

    immorale?
    scandaloso?
    credo che anche peppa pig potrebbe fare di meglio...anyway, l'unica cosa che ho apprezzato è la descrizione di cos'è una stronza ( anche se si confonde un po' col concetto di egoista).
    meno male che l'ho preso in prestito...

    ha scritto il 

  • 4

    Godibilissimo anche se un filino maschilista

    Sarà che non sono la tipica signorina, sarà che sono un po' maschiaccio, ma in alcune definizioni femminili fatte dall'autore proprio non mi ritrovo.
    La maggior parte, comunque, sono troppo vere ed esposte nel tipico stile irriverente e ironico di Giacobbe.
    Seguire le sue lezioni deve ...continua

    Sarà che non sono la tipica signorina, sarà che sono un po' maschiaccio, ma in alcune definizioni femminili fatte dall'autore proprio non mi ritrovo.
    La maggior parte, comunque, sono troppo vere ed esposte nel tipico stile irriverente e ironico di Giacobbe.
    Seguire le sue lezioni deve essere uno spasso!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ovviamente esagerato sotto alcuni punti di vista (soprattutto su come diventare ricca), ma questo libro è pieno di ironia e ripetitivo come un mantra...ossia molto utile.
    Lo conserverò!

    La perdita del corteggiamento nella specie umana è una catastrofe biologica paragonabile alla perd ...continua

    Ovviamente esagerato sotto alcuni punti di vista (soprattutto su come diventare ricca), ma questo libro è pieno di ironia e ripetitivo come un mantra...ossia molto utile.
    Lo conserverò!

    La perdita del corteggiamento nella specie umana è una catastrofe biologica paragonabile alla perdita dell'istinto di cova nei polli.

    Molte fanciulle vogliono soltanto un uomo che le ami.
    E se ne trovano uno che glielo da credere o che loro credono perchè lo vogliono credere a tutti i costi, si innamorano come pere e questo le fa felici.
    Ma quanto dura?
    Anche le pere, marciscono.

    L'innamoramento ci dà indubbiamente momenti di grande felicità.
    Ma anche una grande debolezza.
    Basta un gesto, una parola, una disattenzione, qualcosa che ci sveli che quella persona non ha nessuna capacità e magari nemmeno nessuna intenzione di risolvere tutti i nostri problemi, che noi cadiamo nella più profonda depressione.
    Se sei innamorata diventi come un gelato alla crema.
    Uno ti mangia quando e come vuole e magari dopo butta via la cialda con la tua anima attaccata dentro.
    Perchè essere innamorati è come essere un vaso di coccio fra i vasi di ferro sul trenino delle montagne russe.

    L'innamorato è la persona più debole dell'universo perchè la sua felicità dipende dalla presenza e dalla disponibilità della persona amata.
    E la persona amata fa dell'innamorato quello che vuole.

    Ve lo volete mettere in testa che agli uomini piace il culo grosso?
    Il culo femminile sta nel cervello maschile come il sole sta alle piante, come il mare sta ai pesci, come il vento sta alle barche a vela.
    E' il chiodo fisso degli uomini, il loro miraggio, il loro ideale.
    Il che è scientificamente spiegabile.
    Il culo grosso, e quindi i fianchi larghi, indica fertilità, così come il seno abbondante indica capacità di allattamento.
    L'istinto maschile della riproduzione si rivolge in particolare alle donne più dotate in questo senso.
    Ma l'interesse degli uomini si rivolge più direttamente ai fianchi, che al seno.
    Gli interessa più di loro, che del pupo.
    Poco seno, passi, ma poco culo no.
    Perchè il culo femminile è per gli uomini un totem.
    Per un uomo il culo grosso significa maggiore eccitazione sessuale.
    Dentro al cervello apparentemente vuoto di un uomo, c'è sempre un culo femminile.

    Se tu ti vedi bella, anche gli altri ti vedono bella.
    Come mai?
    Ma perchè, a parte le onde radio che partono dal tuo cervello e penetrano nel cervello degli altri, senti, ti acconci e soprattutto ti muovi e ti comporti da bella.
    Perchè i nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri comportamenti, le nostre azioni, sono determinati dall'auto-immagine che abbiamo di noi stessi.

    Per gli uomini la bellezza di una donna non sta nel suo corpo, ma nel come essa lo muove.
    Il che vale sia per fuori, sia per dentro il letto.
    E una donna tanto più muove armoniosamente e sinuosamente il proprio corpo, quanto più è evidente che è mossa dalla voglia di essere seducente.

    Sii sempre allusiva.
    Mai diretta.
    Maliziosa.
    Ma non maligna.
    Osè.
    Ma non scurrile.
    Insomma seducente.

    Quando cammini ancheggia come fanno tutte le femmine dell'universo, invece di a marciare come un marine a West Point o dondolare come uno yeti.
    Quando guardi un uomo guardalo dal basso, come se te lo volessi mangiare e come se morissi dalla voglia di essere presa da lui.
    Anche perchè se lo guardi dall'alto gli ricordi troppo la sua mamma quando lo beccava con il dito nella marmellata.
    Quando parli a un uomo eccita le sue orecchie con lusinghe ed allusioni, invece di riempirle di insulti, accuse e rivendicazioni.
    Usa le parole per risvegliare la sua libido e non per riferirgli le notizie del telegiornale.
    E a proposito di telegiornale, quando lui lo ascolta, taci.
    Se proprio devi parlare, fallo durante la pubblicità.

    Gli uomini sono tutti un po' masochisti: impazziscono di desiderio quando vengono trattati male dalla donna che bramano.

    Se vuoi tenerlo legato sessualmente a te, devi comunque saper cambiare continuamente.
    E concederti così raramente che ogni volta è come se tu fossi una donna nuova, un'avventura.
    L'uomo infatti adora l'avventura.
    L'uomo adora la conquista.
    L'uomo adora la caccia.
    Sperare che un uomo sia sessualmente fedele è una pia illusione.
    L'uomo può facilmente essere fedele affettivamente, ma non sessualmente.
    Anzi, affettivamente l'uomo è molto più fedele di quanto le donne normalmente credano.
    Se vuole bene ad una donna ritorna sempre da lei.
    La sessualità per lui è solo un atto materiale, privo di importanza.
    E' questo che voi donne non riuscite a capire.
    Siete tanto convinte della vostra equazione “sessualità uguale affettività” che non riuscite nemmeno a concepire un atto sessuale privo della componente affettiva.

    Non è forse vero che gli uomini sono traditori, stronzi e fedifraghi?
    L'hai sempre detto.
    Non è forse vero che gli uomini, se gli capita sono sempre pronti a tradire?
    L'hai sempre detto.
    Vedi che hai ragione?
    Certo questo non esclude che vi siano uomini monogami per tutta la vita.
    Un'educazione rigida o un impegno nell'osservanza delle regole sociali o una forte religiosità possono produrre una monogamia maschile.
    Ma va contro il suo istinto.
    Come per le donne il rinunciare ad avere figli.

    Sguardi languidi, parole sottintese, allusioni osè, sfioramenti con la mano, esibizioni apparentemente casuali e subito maliziosamente nascoste di una parte segreta del tuo corpo e della tua anima.
    Anche questo è sesso.
    Perchè l'uomo gode più dell'immaginato che del reale.
    Della fantasia che della realtà.
    Del suggerito che del detto.
    Del promesso che del dato.
    Non è forse lo stesso per te?
    Per questo motivo un uomo si eccita molto di più davanti a una donna discinta che a una donna nuda.

    Agli uomini, a tutti gli uomini, piacciono le donne che si curano di loro sessualmente, che si dedicano a loro, al loro piacere.
    Esattamente come le donne.
    Il sesso tantrico consiste proprio, praticamente, nel dedicarsi all'altro.
    Addirittura con atteggiamento religioso.

    Tu devi essere il dono che gli Dei gli hanno fatto.
    La ricompensa che egli ha meritato per la guerra che ha dovuto combattere là fuori.
    La geisha e l'entraineuse che lo accoglie sorridente la sera quando ritorna stanco a casa, dopo aver lottato contro i draghi.
    Il piacere che egli riceve infine a ricompensa di tutte le frustrazioni e le fatiche che ha dovuto affrontare fuori dalla caverna.

    Non gettargli mai in faccia i numeri di telefono che gli trovi nelle tasche o la sua corrispondenza segreta su internet.
    Ma fanne delle copie.
    Non rinfacciargli mai le sue contraddizioni o i suoi messaggi in segreteria.
    Ma prendine nota e fanne delle registrazioni.
    Non fargli mai delle scenate.
    Ma prendi appunti su tutti i suoi movimenti.

    Certo una donna raffinata ed elegante riuscirà ad essere raffinata ed elegante anche quando si abbiglierà in modo seduttivo, specie se l'uomo che vuole sedurre è un uomo raffinato ed elegante.
    Ma non ti stupirai mai abbastanza nello scoprire come anche gli uomini raffinati ed eleganti si lascino sedurre da donne abbigliate in modo né raffinato, né elegante, ma erotico, tale cioè da mettere in risalto i loro attributi sessuali.
    Perchè ciò che rende seducente un abbigliamento femminile per un uomo non è la sua raffinatezza e la sua eleganza, bensì il suo evidente richiamo sessuale.

    Sia chiara da subito una cosa: il modo migliore per diventare stronza è prendere tanti calci nel sedere, da avere una gran voglia di renderli.

    Per incredibile che possa sembrare, la nostra felicità non dipende dagli altri, ma da noi stessi.
    Se tu stai bene con te stessa perchè hai la stima e l'amore di te stessa, tu sei felice in qualsiasi situazione e ti godi qualsiasi cosa.
    Perchè tu sei la tua migliore amica e sei sempre in sua compagnia e non ti senti mai sola.
    Ma se tu non ti stimi e non ti ami e non stai bene con te stessa, ma hai sempre bisogno di qualcuno o di qualcosa fuori di te, che ti dia quella stima e quell'amore e quindi quella sicurezza che tu non hai in te stessa, non solo tu sarai sempre alla ricerca di qualcuno o di qualcosa che ti dia tutto questo, ma sarai sempre infelice perchè non lo troverai mai.

    Perchè tu che hai tanto sofferto, che hai tanto pagato, che tanto sei stata violentata e rifiutata dalla vita, adesso hai il diritto di prenderti la tua rivincita, di prenderti quella felicità che la vita ti ha negato finora.
    E della felicità di lui ti puoi tranquillamente disinteressare.

    Il nostro “io” ha una tendenza naturale alla depressione.
    Freud lo ha chiamato “istinto di thanatos”.
    Ossia di morte.
    Il nostro “io” è come un razzo spinto verso l'alto.
    Il carburante che lo spinge in alto è il piacere ed il successo.
    Ma il razzo dell'”io” è pesante e tende verso il basso,cioè verso la depressione.
    Se la spinta non è sufficiente noi andiamo in depressione, ci ammaliamo e moriamo precocemente.
    L'importante è mantenere l'”io” in esaltazione.
    Il pericolo non è finire nel delirio d'onnipotenza, ma nel suicidio.
    Come si vede dal fatto che i suicidi sono molto più dei dittatori.
    La malattia è un suicidio inconscio.
    Finchè il razzo dell'”io” è in zona esaltazione noi stiamo bene, siamo felici, e viviamo in perfetta salute.
    La nostra vita è ok.
    Se va in zona depressione noi siamo infelici, tristi, vediamo la vita come una tragedia e ci ammaliamo facilmente.

    ha scritto il 

Ordina per