Come diventare bella, ricca e stronza

Istruzioni per l'uso degli uomini

Di

Editore: Mondadori

3.1
(802)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 127 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: 8804554290 | Isbn-13: 9788804554295 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Umorismo , Aiuto

Ti piace Come diventare bella, ricca e stronza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Perché la parte fondamentale del vostro sogno è diventare ricche. Bella è ilgrimaldello. Stronza è la combinazione. E diventare bella, ricca e stronza sipuò. Basta imparare a sedurre gli uomini. E chi meglio di un uomo te lo puòinsegnare?. Questo libro l'ho scritto dunque per convincere le donne aridiventare seduttive. Ma l'ho scritto anche per gli uomini. Per ridare agliuomini il gusto di fare la corte alle donne." (Giulio Cesare Giacobbe).
Ordina per
  • 3

    L'autore deve essere un cinico misogino. Libro da non prendere sul serio (anche se alcune, a giudicare da ciò che si vede in giro, devono proprio averlo preso alla lettera), considerarlo piuttosto una ...continua

    L'autore deve essere un cinico misogino. Libro da non prendere sul serio (anche se alcune, a giudicare da ciò che si vede in giro, devono proprio averlo preso alla lettera), considerarlo piuttosto una presa in giro sia di alcuni aspetti del genere femminile che di alcuni di quello maschile.. Prenderlo per quello che è: un intrattenimento, in alcuni punti anche divertente, simpatico ed ironico.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Questo libro fu un regalo di compleanno di mia sorella.

    Il primo approccio fu di odio profondo causato dallo stile e dalle parole usate sin dal primo capitolo.
    Superata la fase iniziale, forse dovuta ...continua

    Questo libro fu un regalo di compleanno di mia sorella.

    Il primo approccio fu di odio profondo causato dallo stile e dalle parole usate sin dal primo capitolo.
    Superata la fase iniziale, forse dovuta più ad una diversità di idee e di pensiero che da altri motivi, l'ho letto divertendomi.

    Non è minimamente la vera ricetta per diventare "belle, ricche e stronze" ma è un modo per vedere certi aspetti da un punto di vista differente, ossia quello maschile. Dubito che tutti gli uomini la pensino come Giacobbe, ma è di fatto un punto di vista differente e in quanto tale l'ho accettato.

    Per il resto, risulta persino troppo realistico dato che alla lunga, possono venire in mente mille esempi delle donne descritte nel libro.
    Cruda, pessima (seppur non troppo frequente) realtà femminile.
    La sintesi è: sentirsi belle (persino Frankenstein può essere considerato bello per alcuni), sposare un uomo ricco (di cui non siete minimamente innamorate) e ultimo ma non meno importante, siate delle stronze.
    Se non siete stronze, non sposerete mai un uomo ricco soltanto per interesse e difficilmente riuscirete a sfruttare la vostra bellezza per conoscerlo.
    Questo è quanto suggerisce l'intero libro.

    Se lo comprate pensando sia la Bibbia da seguire per divenire "belle, ricche e stronze" avete sbagliato lettura.
    Va preso così com'è, ossia una lettura leggera, divertente e mirata a colpire più che altro certe tipologie di donne (e a mio avviso, pure certi uomini).
    Una cosa è certa: se siete troppo perbeniste, permalose, bigotte, questo libro non fa assolutamente per voi.
    Vi darebbe una scarica continua di nervoso inutile.

    *Voto: 6

    Tre Stelle*

    ha scritto il 

  • 1

    Lo odio.
    lo detesto perchè scrive così.
    Che odio.
    Che noia.
    Qualcuno gli insegni ad usare la punteggiatura.
    O gli spieghi che esiste una dannata cosa..
    chiamata "ritmo di lettura."

    O.g.n.i s.t.r.a. ...continua

    Lo odio.
    lo detesto perchè scrive così.
    Che odio.
    Che noia.
    Qualcuno gli insegni ad usare la punteggiatura.
    O gli spieghi che esiste una dannata cosa..
    chiamata "ritmo di lettura."

    O.g.n.i s.t.r.a.m.a.l.e.d.e.t.t.o l.i.b.r.o. scritto in questa maniera barbara.
    Periodi brevi, inconsistenti e per la carità divina inutili e fastidiosi!

    ha scritto il 

  • 4

    giacobbe lo leggo solo perchè mi fa troppo ridere, soprattutto quando ad un certo punto scrive che il culo grosso è considerato dalle donne una disgrazia simile al piede equino o al labbro leporino. S ...continua

    giacobbe lo leggo solo perchè mi fa troppo ridere, soprattutto quando ad un certo punto scrive che il culo grosso è considerato dalle donne una disgrazia simile al piede equino o al labbro leporino. Secondo lui si tratta, però, di una stortura mentale perchè dobbiamo tutte metterci in testa che agli uomini il culo grosso piace!!!
    E giù scommesse...

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro va letto con la giusta mentalità, cogliendone l'ironia e prendendola sul ridere, così facendo risulta leggero, frizzante e simpatico.
    Preso seriamente risulterebbe un po' "fuori dal Mondo" ...continua

    Questo libro va letto con la giusta mentalità, cogliendone l'ironia e prendendola sul ridere, così facendo risulta leggero, frizzante e simpatico.
    Preso seriamente risulterebbe un po' "fuori dal Mondo".
    Una lettura veloce e piacevole, da leggere se ne capita l'occasione.

    ha scritto il 

  • 2

    immorale?
    scandaloso?
    credo che anche peppa pig potrebbe fare di meglio...anyway, l'unica cosa che ho apprezzato è la descrizione di cos'è una stronza ( anche se si confonde un po' col concetto di ego ...continua

    immorale?
    scandaloso?
    credo che anche peppa pig potrebbe fare di meglio...anyway, l'unica cosa che ho apprezzato è la descrizione di cos'è una stronza ( anche se si confonde un po' col concetto di egoista).
    meno male che l'ho preso in prestito...

    ha scritto il 

  • 4

    Godibilissimo anche se un filino maschilista

    Sarà che non sono la tipica signorina, sarà che sono un po' maschiaccio, ma in alcune definizioni femminili fatte dall'autore proprio non mi ritrovo.
    La maggior parte, comunque, sono troppo vere ed es ...continua

    Sarà che non sono la tipica signorina, sarà che sono un po' maschiaccio, ma in alcune definizioni femminili fatte dall'autore proprio non mi ritrovo.
    La maggior parte, comunque, sono troppo vere ed esposte nel tipico stile irriverente e ironico di Giacobbe.
    Seguire le sue lezioni deve essere uno spasso!

    ha scritto il 

Ordina per