Come fossi solo

di | Editore: Giunti
Voto medio di 174
| 55 contributi totali di cui 46 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Marco Magini era un ragazzino durante i terribili fatti della ex Jugoslavia, li conosceva solo dai telegiornali. Ma quando da studente si imbatte nella storia di Dražen quella vicenda diventa un’ossessione. Quella storia raccontava di un ventenne cos ...Continua
Patty Cossu
Ha scritto il 07/08/17
a proposito di guerra
A due ore di volo c'è la guerra (cit.), ed è stata una guerra fratricida e sanguinaria, avvenuta solo una manciata di anni dopo la seconda guerra mondiale, dove si sono reiterati gli stessi identici crimini ma che è passata, almeno per quanto mi rigu...Continua
Massimo Molteni
Ha scritto il 20/07/17
Dell'ipocrisia, o dei tempi moderni
E' difficile scrivere di un crimine come quello di Srebrenica. Difficile perché quando un crimine ha così tanti colpevoli diventa tragedia, è il suo incedere a determinare il racconto, e anche il ritmo, lo spessore del racconto scompaiono, ritorna pr...Continua
M.lle Fatigue
Ha scritto il 20/12/16
Fa riflettere
Semplice, banale e piatto nella scrittura, tanto da far perdere più di una volta il filo, il chi parla. Non certo meritevole di un premio. Lodevole la volontà di raccontare una storia così vicina quanto dimenticata, eppure non riesco a immaginarla se...Continua
Pierlues
Ha scritto il 18/11/16
Irrinunciabile
Questo splendido libro (anche se parliamo di una delle pagine più nere dell'umanità) mi ha fatto cambiare anche opinione sullo scrivere poche pagine. L'autore riesce infatti a proporci una serie di dilemmi e tematiche, mettendoci di fronte a quali sc...Continua
Vitani Days
Ha scritto il 16/12/15
Un tema interessante per un giovane autore che ha avuto il coraggio di andare a indagare una ferita della storia ancora recente, che rischierebbe altrimenti di finire nel dimenticatoio. E' un libro che si legge in poco tempo e che ha il pregio di las...Continua

The Lizard
Ha scritto il May 22, 2014, 16:46
Ho vissuto credendo a una bugia nella quale non posso più credere, ho vissuto convincendomi che eseguivo soltanto ordini, che portavo a destinazione casse di munizioni, come si trattasse di un bene fra i tanti, come se non sapessi a cosa servissero d...Continua
Pag. 2063
The Lizard
Ha scritto il May 22, 2014, 16:45
Non posso morire con loro, non posso farlo per Irina, non posso farlo per Sanja, perché avere un papà pieno di rimorsi è sempre meglio di averne uno sepolto in una fossa comune, martire di una strage che non è riuscito comunque a evitare. Aveva ragio...Continua
Pag. 2033
The Lizard
Ha scritto il May 22, 2014, 16:44
L’unica ambizione a cui una corte può aspirare è quella di riportare ordine, di far sì che la società sopravviva a se stessa e ai suoi impulsi autodistruttivi. Giustizia vuol dire equità, ma la vera equità è possibile solo ripristinando l’ordine iniz...Continua
Pag. 1868
The Lizard
Ha scritto il May 22, 2014, 16:43
Dopo tanti anni di servizio ci sono cose che pensi non succederanno mai, errori da cui sei sicuro l’esperienza ti renda immune. Quanti eventi storici sono in realtà decisi da piccole questioni individuali? Quanti eventi che hanno segnato la storia de...Continua
Pag. 1843
The Lizard
Ha scritto il May 22, 2014, 16:42
I morti bosniaci sono solo un tragico numero, una notizia che non ti fa alzare il viso dal piatto quando passa al TG
Pag. 1087

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Laurasamp
Ha scritto il Feb 23, 2018, 21:09
che dire,,,, bisogna avere tanto coraggio a leggere questo libro,,,, molto crudo e tanto vero. La guerra è anche questo... purtroppo. BELLO

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi