Come funzionano i romanzi

Breve storia delle tecniche narrative per lettori e scrittori

di | Editore: Mondadori
Voto medio di 130
| 51 contributi totali di cui 32 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Mi auguro che questo libro ponga domande teoriche ma offra risposte pratiche o, per dirla in altri termini, rivolga domande da critico ma fornisca risposte da scrittore."
Ha scritto il 10/06/16
Ipotiposi.
Ipotiposi. Realismo. Cosa fa il romanzo?Convenzione o la cosa più vicina alla vita?"L'artificio sta nella selezione dei dettagli. Nella vita possiamo girare la testa e gli occhi da un'altra parte, ma, di fatto, siamo macchine fotografiche senza ..." Continua...
Ha scritto il 28/06/15
Semplice, lineare, con capitoletti agevoli. Un ottimo compendio sull'officina letteraria, che ti spinge a chiederti di più come lettore e a chiedere di più alla letteratura.
Ha scritto il 20/02/13
Una lettura interessante e istruttiva ma anche scorrevole e piacevole.Chi l'avrebbe mai detto che sarei riuscita a trovare una perla nello scaffale dei libri in omaggio di una libreria Mondolibri! (soprattutto viste quali erano le abominevoli ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 08/12/12
Sottotitolo "Breve storia delle tecniche narrative per lettori e scrittori". Storia intesa come sintesi (150 pagine circa) organizzata per contenuti della successione ed evoluzione delle tecniche narrative. Una analisi fruibile, ricca di riferimenti ..." Continua...
Ha scritto il 29/10/12
ricco di spunti, ma prevedibili e poco profondi. In ogni caso fa venire voglia di leggere, che è un bene.

Ha scritto il Sep 25, 2010, 12:39
Vitalità dei personaggi piatti
Pag. 86
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 25, 2010, 12:35
Dickens e i personaggi minoriUn romanzo a mio parere rischia il fallimento non quando i sui personaggi non sono abbastanza vividi o profondi, ma quando non riesce a insegnarci come conformarci alle sue convenzioni, non riesce ad amministrare la ... Continua...
Pag. 80
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 25, 2010, 12:15
Indecidibilità delle caratteristiche necessarie a rendere romanzesco il personaggio (solido/piatto, che pensa/che fa, che ha molto spazio/che ha poco spazio, ecc..)
Pag. 72
Ha scritto il Sep 25, 2010, 12:06
Personaggio

Il romanziere principiante descrive una fotografia, si aggrappa allo statico, come se si stringesse ad un corrimano

Maupassant "Era un gentiluomo con i favoriti rossi che entrava sempre per primo" (prediletta da Conrad)
Pag. 65
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 25, 2010, 12:02
Il dettaglio che ci presenta un personaggio ma si rifiuta di spiegarlo ci rende scrittori oltre che lettori; ci fa divenire quasi co-creatori dell'esistenza del personaggio.
Pag. 62
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi