Come le mosche d'autunno

Voto medio di 1113
| 208 contributi totali di cui 205 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
E' lei, Tat'jana Ivanovna, la vecchia nutrice, a preparare i bagagli di Jurij e di Kirill, i ragazzi che partono per la guerra; ed è lei a tracciare il segno della croce sopra la slitta che li porterà via nella notte gelata. Sarà ancora lei a rimaner ...Continua
Xtina♥
Ha scritto il 24/04/17
«Camminavano da una parete all'altra, in silenzio, come le mosche d'autunno quanto, passati il caldo, la luce e l'estate, volano a fatica, sfinite e irritate, sbattendo contro i vetri le loro ali morte.» Ripresa e sviluppo della prima opera di Irène...Continua
Matteo Fumagalli
Ha scritto il 02/02/17
Videorecensione

https://youtu.be/eV2grVTfYfc

gio' (libreria...
Ha scritto il 13/04/16
Sconsolante decadenza
Questo libricino era stata la mia prima lettura di Irene N. nell'autunno 2007 e già all'epoca non mi aveva entusiasmato. Poi in questi anni sono seguite letture di molte altre sue opere che invece ho apprezzato sempre molto, e che mi fanno pensare ch...Continua
EnergiaCreativa
Ha scritto il 26/02/16
Una storia moderna
emigranti russi in Francia...quando il tuo mondo si sgretola e diventa solo un ricordo, fatto di stanze con soffitti alti e vestiti di merletti e perle. Sorrisi e giorni lieti. Un cambiamento di status sociale ed insieme un cambio di paese, un dolore...Continua
Daria49
Ha scritto il 21/10/15
Crepuscolare
Una storia appassionante e densa d'umanità con uno stile di scrittura che riesce a tratteggiare in maniera vera e coinvolgente i personaggi. Lo stile è scarno, asciutto e senza orpelli e ricorda molto la letteratura russa di fine ottocento con la dif...Continua

Grimilde
Ha scritto il Jul 06, 2009, 18:04
Rimasero in piedi, immobili, sforzandosi di pensare a Jurij, ma ormai provavano soltanto una sorta di tristezza raggelata, come se dalla sua morte fossero rascorsi molti anni. Invece erano soltanto due...
Pag. 73
Grimilde
Ha scritto il Jul 06, 2009, 17:48
[...] gli occhi dilatati, abbuiati dall'alcol e dall'eccitazione, avevano un'espressione di indifferenza beffarda e di stanchezza estrema.
Pag. 63
Pal210
Ha scritto il May 05, 2008, 13:06
racconto breve ma intenso.Consigliato

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi