Come un fiore ribelle

Voto medio di 241
| 41 contributi totali di cui 37 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Seattle. È l'alba e il piccolo William si stropiccia i grandi occhi neri. Ancora avvolto nelle coperte, riesce quasi a sentire quelle canzoni sussurrate alle sue orecchie in una lingua antica. Ma è da cinque anni che non ascolta la voce di sua madre. ...Continua
Lucy ebbasta
Ha scritto il 04/04/17
Sperando di bissare la prima esperienza fatta con Jamie Ford (Il gusto proibito dello zenzero), ho invece fatto molta fatica a finire questo libro, anzi ad un certo punto mi sono proprio bloccata, in un passaggio ben preciso e peraltro atteso, sente...Continua
trALEmieletture
Ha scritto il 19/03/17
Manca quel pizzico di zenzero
Atmosfere da pellicole in bianco e nero, sensazioni da film muti Chapliniani, odori di una America dai toni grigi ed austeri degli anni della grande depressione economica e finanziaria per questa storia d'amore (ma quell'amore unico ed indescrivibile...Continua
blue_sky
Ha scritto il 07/10/16
SPOILER ALERT
storia molto bella ma senza anima...
Questo romanzo mi è piaciuto di più del precedente dello stesso autore. Ho deciso di leggerlo perchè mi sembrava diverso dalle trame più usuali in cui è presente una coppia di innamorati, dato che tratta del rapporto tra una madre ed un figlio. Ci so...Continua
Il Club del Libro
Ha scritto il 23/03/16
Come un fiore ribelle di Jamie Ford
SINOSSI Seattle. È l'alba e il piccolo William si stropiccia i grandi occhi neri. Ancora avvolto nelle coperte, riesce quasi a sentire quelle canzoni sussurrate alle sue orecchie in una lingua antica. Ma è da cinque anni che non ascolta la voce di su...Continua
antonia
Ha scritto il 13/03/16
piacevole con sbadiglio
non male, la storia è triste e ti prende, ma il ritmo è intervallato da lunghe pause sbadigliose con qualche punta di noia. mi aspettavo di più da quest'autore. comunque, a parte il titolo che non significa assolutamente nulla, si può leggere, senza...Continua

Lucy ebbasta
Ha scritto il Apr 02, 2017, 17:55
All’improvviso le nuvole grigie avevano preso una sfumatura rosata che un’ora prima non c’era, e ogni cosa profumava, anche la pioggia. La musica era più intensa, come se ogni nota acuta fosse stata scritta per lui.
Pag. 182
Lucy ebbasta
Ha scritto il Mar 31, 2017, 12:56
Non era meglio continuare a sperare, a sognare, che essere disillusi per sempre?
Pag. 76
Lucy ebbasta
Ha scritto il Mar 26, 2017, 11:02
«Io ti credo, William.» «Come puoi dirlo?» «Credere non è vedere. Credere è sentire.» Charlotte allungò una mano e gli diede un colpetto sulla giacca, proprio nello spazio sopra il cuore dov’era infilato, al sicuro, il volantino. «E io ti sento.»
Pag. 27

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 19, 2016, 10:25
813.6 FOR 787431 Letteratura Americana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi