Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Come una rosa d'inverno

Di

Editore: Sonzogno (Romanzi)

4.4
(141)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 879 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 884542510X | Isbn-13: 9788845425103 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: S. Caraffini , G. Lupieri

Disponibile anche come: Altri

Genere: Romance

Ti piace Come una rosa d'inverno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La storia inizia sulle sponde del Tamigi, è l’anno 1900: le desolate strade dei sobborghi londinesi non sono il luogo adatto per una ragazza perbene come India Selwyn Jones. Lei però ha la testa dura, è un giovane medico che vuole esercitare la professione dove ce n’è più bisogno. E sarà proprio in uno di questi vicoli bui che incontrerà – e tenterà di redimere – il più famoso gangster della città, Sid Malone, duro, violento, affascinante. Malone è l’opposto di India: la ragazza, combattuta tra attrazione e repulsione, rinuncerà ai propri affetti e alle proprie sicurezze per seguirlo nel torbido mondo di lui, tra ladri, prostitute e sognatori.
Ordina per
  • 5

    Dio quanto mi è piaciuto questo romanzone!!! Ha assorbito le mie ore sotto il solleone questa mirabolante avventura letteraria! Il primo della trilogia mi era strapiaciuto, ma la grandiosita' dell'effetto che ha avuto su di me questo secondo, mi fa dire...MAGNIFICO!!
    Giusto per incominciare, ap ...continua

    Dio quanto mi è piaciuto questo romanzone!!! Ha assorbito le mie ore sotto il solleone questa mirabolante avventura letteraria! Il primo della trilogia mi era strapiaciuto, ma la grandiosita' dell'effetto che ha avuto su di me questo secondo, mi fa dire...MAGNIFICO!! Giusto per incominciare, appassionate, avvincente...SEMPLICEMENTE STUPENDO! Un grazie di cuore alle care amiche e vicine anobiane che me lo hanno caldeggiato...siete grandissime!! E ora, via col terzo!

    ha scritto il 

  • 4

    Jennifer l'ha fatto di nuovo. Ha scritto un'altra storia ipnotica. Ancora una volta, ho fatto notte senza riuscire a staccare gli occhi dalle pagine.
    In questo secondo libro vengono narrate le gesta di un personaggio che per la maggior parte del primo libro viene solo accennato, Sid Malone. Uomo ...continua

    Jennifer l'ha fatto di nuovo. Ha scritto un'altra storia ipnotica. Ancora una volta, ho fatto notte senza riuscire a staccare gli occhi dalle pagine. In questo secondo libro vengono narrate le gesta di un personaggio che per la maggior parte del primo libro viene solo accennato, Sid Malone. Uomo oscuro, ricco di segreti, ladro, fuorilegge. La sua storia si dipana nella Londra a cavallo tra 1800 e 1900, in un contesto storico curato, dettagliato e molto più protagonista di quanto non ci si possa aspettare. Ancora una volta Jennifer appassiona con le sue storie, i suoi personaggi, la sua accuratezza nel descrivere un'epoca lontana. Ora non resta che apprestarsi a leggere l'ultimo libro.

    ha scritto il 

  • 5

    Bello! Ho faticato un pochino con le prime pagine perché non riuscivo ad entrare nella storia, ma una volta preso il via diventa sempre più interessante. I personaggi sono tutti interessanti sia i buoni che i cattivi, infatti mi ha affascinato anche il carattere di Freddie Lytton, l'antagonista d ...continua

    Bello! Ho faticato un pochino con le prime pagine perché non riuscivo ad entrare nella storia, ma una volta preso il via diventa sempre più interessante. I personaggi sono tutti interessanti sia i buoni che i cattivi, infatti mi ha affascinato anche il carattere di Freddie Lytton, l'antagonista della storia. Belle anche le ambientazioni dalla Londra povera di Whitechapel al Kenya. Unico appunto avrei preferito che si parlasse un po' di più e in modo diverso di Fiona e Joe, i protagonisti del primo libro della trilogia.

    ha scritto il 

  • 5

    Secondo capolavoro

    E' vero che le atomosfere de I giorni del tè e delle rose, qui non si respirano. Fiona e Joe rimarranno sempre al vertice fr ale mie coppie di romanzi preferite, ma India e Sid mi hanno davvero toccato il cuore.
    La Donnelly è straordinaria nell'ambientare i suoi romanzi in un'epoca lontana, ma no ...continua

    E' vero che le atomosfere de I giorni del tè e delle rose, qui non si respirano. Fiona e Joe rimarranno sempre al vertice fr ale mie coppie di romanzi preferite, ma India e Sid mi hanno davvero toccato il cuore. La Donnelly è straordinaria nell'ambientare i suoi romanzi in un'epoca lontana, ma non troppo. Descrive i personaggi come fossero persone reali, non si trova mai la bellissima o l'uomo dei sogni. Questo rende la lettura ancora più piacevole perché il lettore si sente vicino ai personaggi. Un romanzo da 870 pagine che si legge in un solo fiato. Ora non vedo l'ora di avere fra le mani La rosa selvatica!

    ha scritto il 

  • 4

    che bello scoprire di nuovi i personaggi del primo romanzo...non sapevo fosse una trilogia! lettura come sempre piacevolissima, dolcissima, storia di rivalsa e finestra su un'epoca malsana ma dai grandi cambiamenti storici.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Sono rimasta incantata. Quando leggi un romanzo di questa portata ti senti mancare il fiato e ti senti incapace di trovare le parole giuste per esprimere ciò che galoppa nella tua testa. “Come una rosa d’inverno” è una storia fatta di forza, audacia, difficoltà, passione, dolcezza, amore e liber ...continua

    Sono rimasta incantata. Quando leggi un romanzo di questa portata ti senti mancare il fiato e ti senti incapace di trovare le parole giuste per esprimere ciò che galoppa nella tua testa. “Come una rosa d’inverno” è una storia fatta di forza, audacia, difficoltà, passione, dolcezza, amore e libertà.

    1900. Le strade sono affollate, scorrono carrozze, nuove automobili, mezzi pubblici. Gli uomini procedono a passo svelto e le donne si muovono impettite e veloci, con lo sguardo attento, nei loro cappellini e sontuosi abiti. Nuove donni forti, con nuove idee talmente intense da battersi per renderle concrete, donne che si battono per ciò in cui credono e che cominciano a riconoscere la propria forza. Londra è una grande città, bellissima ma pericolosa. Percorrendo la East London ci si imbatte in vicoli bui e pericolosi, investiti dal tanfo di miseria e povertà, alcol e disperazione. Piccoli sudici bambini giocano per gli angusti vicoli prima di entrare nelle buie e misere abitazioni, infestate da pulci e malattie. L’alcol è la migliore consolazione per uomini disperati che non sanno cosa la vita ha in serbo per loro. La malavita prende forma tra i vicoli dell’East London. Questo mondo cupo e pericoloso appartiene ad un noto criminale: Sid Malone. Sid è quanto di più pericoloso possa esserci. Rappresenta ogni aspetto della malavita. Spietato, violento e attraente “uomo d’affari” dirige numerosi luoghi invischiati in giri di droga e prostituzione. Sembra non esserci più possibilità di redenzione per lui, così cinico e negativo, fin quando il destino non lo porta sulla strada di India Selwyn Jones, una donna diseredata dai genitori, indipendente, giovane e ambizioso medico dall'animo impetuoso, difficile, audace e onesta. Sogna un giorno di aprire una clinica per aiutare gli abitanti della lugubre e malsana East London. Una donna rara, come una rosa d’inverno, accanto a cui anche un uomo come Sid si trova al sicuro. India, convinta che la vita si possa apprendere dai libri, imparerà a viverla nella sua vera natura, grazie a Sid, un uomo che rimprovera la sua condotta pratica e razionale, la sua moralità che non si addice alla realtà nella quale stà per cimentarsi, che non sposa bene tra i putridi sobborghi di Londra. India capirà presto che non sono le donne di Whitechapel che vuole salvare, bensì una sola anima le sta realmente a cuore, ed è proprio quella di Sid Malona. Un anima buona e generose, celata dietro una maschera dannata e priva di misericordia, ma che India riuscirà a buttare giù e far emergere la vera natura del pericoloso Sid Malone. Il loro è un amore che li colpisce in pieno e senza preavviso, come il sole sopra la pioggia fredda. E’ un amore pericoloso e dannato, un amore che non si può fermare, che sopravvive allo scorrere del tempo e ne è immune. Un amore impetuoso e dinamico, che porterà i protagonisti a cambiare e a gettare la maschera che hanno in volto per esporsi nella loro totalità. Un amore che lotta e vince ogni battaglia senza mai affievolirsi.

    In un epoca dominate dalle lotte dalle classi sociale, dal progressivo sviluppo della scienza e della medicina e dall'affacciarsi nella scena politica e sociale di donne forti, determinate, stufe di rimanere nell'oblio, sotto l’ala “protettiva” dell’uomo, l’autrice intreccia una trama ben resistente, che tiene il lettore avvinghiato alle pagine; una trama che non annoia ma emoziona, coinvolge e ad ogni fine capitolo lascia il lettore con il cuore sospeso, nell'ansia di scoprire cosa accadrà nelle prossime pagine. Sa come dosare i colpi di scena, come inserire i dettagli e le descrizioni che rendono una storia più realistica e credibile e sa fino a che limite spingersi. In ogni pagine si percepiscono diversi motivi per cui proseguire la lettura. La Donnelly non ha grandi pretese, conosce l’animo del lettore a cui si sta rivolgendo, e i bisogni che essi hanno; sa che tra le pagine di un libro, un lettore cerca uno spunto per emozionarsi, sognare, viaggiare, conoscere nuove persone, innamorarsi, vivere. Il suo stile non è pretenzioso, non è poetico o complesso. E’ uno stile fluido e versatile, perché l’intento dell’autrice non è scrivere un libro intramontabile fatto di pensieri complessi o filosofici. L’autrice mira solo a creare un libro che faccia appassionare i lettori, che li faccia vivere tra le sue pagine. Li prende per mano e li accompagna tra i sobborghi di Londra, nei vicoli, nei pub, nelle modeste case del popolo e nelle grandi abitazioni di ricchi uomini politici, tra le aule del Parlamento e tra ospedali dove si respira l’odore del cloralio e della morfina. La travagliata storia d’amore dei due protagonisti non è altro che una linea all'interno di un maestoso quadro che ritrae le vicende storico-culturali della Londra del ventesimo secolo, con una varietà di temi sociali per attirare il più gran numero di lettori. I personaggi sono vivi, palpabili ed originali. Ritroviamo giovani donne alpiniste che iniziano ad respirare l’odore della libertà, personaggi che non sono né leggendari, né speciali ma umani. Personaggi che si lasciano trasportare dalle loro emozioni,che si lasciano ferire nell'animo, che piangono, ridono, lottano e sperano.

    “Come una rosa d’inverno” è un libro che invita il lettore a uscire dallo stato di diffidenza e cieca accettazione delle condizione in cui viviamo. Invita il lettore a lottare per ciò in cui credere, a conquistare i propri diritti, abbattere il conformismo radicato nella nostra società osando proporre qualcosa di diverso e di innovativo. Dietro questo libro e la storia d’amore che ne è al centro, c’è tanto altro e per essere scoperto va semplicemente letto. Letto non come si leggono le riviste, ma divorato, consumato, vissuto e amato.

    ha scritto il 

  • 4

    una storia ricca di amore.

    è un libro che ho amato... mi piace lo stile, come descrive la situazione difficile, la londra che ci presenta è una londra dei bassifondi, dei malviventi...una londracon difficoltà sanitarie è tutto cosi reale

    ha scritto il 

  • 4

    Prosegue con questo secondo volume la trilogia della Donnelly. I protagonisti del primo libro sono ancora presenti, ma questa volta vengono descritte principalmente le avventure di un'altra coppia composta dal fratello della protagonista del primo volume, boss della malavita dei quartieri poveri ...continua

    Prosegue con questo secondo volume la trilogia della Donnelly. I protagonisti del primo libro sono ancora presenti, ma questa volta vengono descritte principalmente le avventure di un'altra coppia composta dal fratello della protagonista del primo volume, boss della malavita dei quartieri poveri di Londra, ma dal cuore naturalmente d'oro, e una giovane dottoressa di famiglia nobile e benestante che per amore del suo lavoro abbandona gli agi della sua posizione sociale per dedicarsi alla cura dei poveracci dei quartieri poveri di Londra. E di chi si innamorerà mai? Comunque lettura piacevole.

    ha scritto il 

  • 5

    «Bisogna impegnarsi per fare la differenza.»

    Mentre parlava i suoi occhi grigi sfavillavano di passione. Sid li fissò e per un attimo intravide l'anima di India, impetuosa e audace, difficile, onesta, impaziente. E buona, talmente buona da affrontare una lunga veglia solitaria per salvare uno come lui. Sid si rese conto che era una creatura ...continua

    Mentre parlava i suoi occhi grigi sfavillavano di passione. Sid li fissò e per un attimo intravide l'anima di India, impetuosa e audace, difficile, onesta, impaziente. E buona, talmente buona da affrontare una lunga veglia solitaria per salvare uno come lui. Sid si rese conto che era una creatura rara, come una rosa d'inverno. (Jennifer Donnelly) Voto: 9+

    ha scritto il 

Ordina per