Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Come una tempesta

Di ,

Editore: Longanesi

3.4
(169)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 883042577X | Isbn-13: 9788830425774 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Raffo

Disponibile anche come: Paperback , eBook , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Come una tempesta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per recuperare il rapporto con i figli dopo la morte del marito, Kathrine Dunne organizza una vacanza in barca a vela con i suoi tre figli, ormai allo sbando. La figlia adolescente Carrie soffre di bulimia e attacchi depressivi, tanto che a diciott'anni medita il suicidio. Mark, di sedici, è una specie di bradipo svagato che fuma maijuana dalla mattina alla sera. Il fratello più piccolo, Ernie, parla come un adulto e si abbuffa in continuazione. L'idea della vacanza sembra la scelta migliore. Anche il nuovo, affascinante marito di Kathrine, avvocato di grido e innamoratissimo compagno, sembra d'accordo. Ma l'apparenza inganna, come ben sa Gérard Devoux, ex agente CIA e ora killer professionista, assoldato per eliminare la famiglia Dunne. Nell'ambiente Devoux è soprannominato l'Illusionista, perché la sua specialità è far scomparire le persone. E la vacanza si trasforma in un incubo senza fine.
I vostri commenti
Ordina per
  • 3

    Mai fidarsi dell'apparenza

    Un romanzo che inizia in maniera lenta, noiosa e con trama banale che acquista un po' di pathos verso la fine; niente di eccezionale , con un piccolo colpo di scena non abbastanza originale. Facile la lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Divertente romanzo misto di thriller e avventura, un po' di stereotopi ma che non diminiuiscono il piacere di leggere una storia che cattura, seppure nella sua semplicità, e che mantiene sempre alta l'attenzione e il piacere del lettore.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino, molto scorrevole e, anche se da subito si capisce che piega prenderà la storia, trovo che sia una piacevole lettura. Non ho apprezzato molto la narrazione in prima persona di Katherine, che a mio avviso rovina un po' tutta l'atmosfera da thriller.

    ha scritto il 

  • 4

    Per recuperare il rapporto con i figli dopo la morte del marito, Kathrine Dunne organizza una vacanza in barca a vela con i suoi tre figli, ormai allo sbando.
    La figlia adolescente Carrie soffre di bulimia e attacchi depressivi, tanto che a diciott'anni medita il suicidio. Mark, di sedici, è una ...continua

    Per recuperare il rapporto con i figli dopo la morte del marito, Kathrine Dunne organizza una vacanza in barca a vela con i suoi tre figli, ormai allo sbando. La figlia adolescente Carrie soffre di bulimia e attacchi depressivi, tanto che a diciott'anni medita il suicidio. Mark, di sedici, è una specie di bradipo svagato che fuma maijuana dalla mattina alla sera. Il fratello più piccolo, Ernie, parla come un adulto e si abbuffa in continuazione. L'idea della vacanza sembra la scelta migliore. Anche il nuovo, affascinante marito di Kathrine, avvocato di grido e innamoratissimo compagno, sembra d'accordo. Ma l'apparenza inganna, come ben sa Gérard Devoux, ex agente CIA e ora killer professionista, assoldato per eliminare la famiglia Dunne. Nell'ambiente Devoux è soprannominato l'Illusionista, perché la sua specialità è far scomparire le persone. E la vacanza si trasforma in un incubo senza fine. Un altro romanzo ottimamente riuscito di Patterson. Non ai livelli dell'agente Cross ma molto, molto valido. L'ambientazione è stupenda e la trama è molto ben costruita. Non mancano scene memorabili e colpi di scena. Assolutamente coinvolgente e mai noioso.

    ha scritto il 

  • 3

    Thriller leggero e scorrevole.

    Da leggere in un paio di giorni... sotto l'ombrellone magari.

    Per nulla impegnativo ma non per questo una brutta lettura!

    Piacevole.

    ha scritto il