Compagni segreti

Storie di viaggi, bombe e scrittori

Voto medio di 24
| 6 contributi totali di cui 4 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il volume è composto da dodici sezioni, in cui i reportage si alternano aisaggi letterari. Lo scrittore esplora i luoghi chiave del Novecento:Hiroshima, Nagasaki, Normandia ecc. Ascolta la drammatica richiesta di uncondannato a morte che, nel ...Continua
...
Ha scritto il 29/12/11
Siete di fronte ad una favolosa e ricchissima miniera d'oro. Armatevi di carta e penna (molta carta!)e preparatevi ad annotare tra nomi più e meno conosciuti quasi un centinaio di splendide proposte di lettura... E pazienza se il vostro maritino/mog...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento
orsodimondo
Ha scritto il 06/11/11
SCRIVI SOLO CIÒ CHE SAI: È QUELLO IL TUO LIMITE
Fedele a questa massima, Affinati ci porta in giro per il corpo offeso del Novecento, che in quanto a violenza non è stato secondo a nessuno, per quanto ‘secolo breve’. Leggere, viaggiare, scrivere, tre attività che Affinati pratica con gusto entusia...Continua
  • 9 mi piace
  • 4 commenti
amzterdam
Ha scritto il 14/07/10
più che un libro, un catalogo da sfogliare alla ricerca di altri nuovi romanzi interessanti! alterna alcuni capitoli dedicati ai viaggi ad altri che invece parlano di altri libri, non nel modo spocchioso e supponente a cui mi aveva abituato l'autore...Continua
  • 1 mi piace
viviana
Ha scritto il 19/06/08
Raccolta di recensioni e viaggi nei luoghi-simbolo delle 'ferite' del Novecento. E' un libro intenso, da cui possono nascere mille letture, per come Affinati racconta autori e romanzi. Una forte spiritualità si sente nella trama della sua scrittura,...Continua
  • 3 mi piace

Suzanne
Ha scritto il Dec 15, 2009, 17:53
Quando giunsi nel cimitero di Ketchum, sullo sfondo dei monti Sawtooth, erano le dieci di mattina. Tre tagliaerba portoricani stavano strigliando il manto. Non chiesi a nessuno dove fosse il tumulo. Me ne andai in giro fra le croci sapendo che prima...Continua
  • 1 commento
Suzanne
Ha scritto il Dec 14, 2009, 22:09
Ero a Volgograd, come oggi si chiama Stalingrado, davanti a quella che un tempo fu la vecchia fabbrica di trattori dove la Seconda guerra mondiale conobbe una svolta. All'orizzonte, sulla collina del Mamajev Kurgan, simile a una locandina cinematogr...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi