Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Complessità e contraddizioni nell'architettura

By Robert Venturi

(91)

| Others | 9788822008114

Like Complessità e contraddizioni nell'architettura ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Complessità e contraddizione in architettura sono definite in relazione alla forma ed al contenuto come manifestazione del programma e della struttura" (pag.24)
    "L'architettura è forma e sostanza, astratta e concreta, il suo significato dipende ...(continue)

    "Complessità e contraddizione in architettura sono definite in relazione alla forma ed al contenuto come manifestazione del programma e della struttura" (pag.24)
    "L'architettura è forma e sostanza, astratta e concreta, il suo significato dipende dalle sue caratteristiche interne e dal contesto in cui si colloca. Un elemento architettonico è percepito come forma e struttura, trama e materiale"
    "La calcolata ambiguità di espressione si basa sulla confusione dell'esperienza come è riflessa nel programma architettonico; questo incrementa la ricchezza del significato a scapito della chiarezza di significato."
    "Epson vede l'ambiguità "concentrarsi sui punti di maggiore efficacia poetica" e rileva come essa generi una quanlità che egli chiama "tensione", identificabile con l'impatto poetico stesso." (pag.26)
    "L'architettura è basata su contraddizioni a livelli diversi di programma e struttura. Nessuna delle contraddizioni enumerate deriva da una ricerca estetica, ma non sono arbitrarie neanche nella loro qualità paradossale." (pag.28)
    "Un'architettura che includa vari livelli di significato genera ambiguità e tensione." (pag.30)
    "L'apparente irrazionalità di una parte sarà giustificata dalla risultante razionalità del tutto" (pag.31)
    "L'architettura è evolutiva quanto rivoluzionaria; come arte essa riconoscerà ciò che è e ciò che dovrebbe essere, l'immediato e l'ipotetico." (pag.53)
    "L'architetto è responsabile, nel progetto, tanto del "come" quanto del "che cosa"; la sua sperimentazione è limitata più all'organizzazione dell'insieme che alle tecniche impiegate nella realizzazione delle parti; egli seleziona nella stessa misura in cui crea. [...] Compito principale dell'architetto è l'organizzazione di parti convenzionali in un sistema unitario, con l'introduzione sapiente di elementi nuovi, dove i vecchi si rivelano inadeguati." (pag.54)
    "Kahn ha affermato: "compito della progettazione è l'adattamento alle circostanze"." (pag.59)
    "I contrasti fra interno ed esterno possono essere un'importante manifestazione di complessità architettonica. Tuttavia, uno dei dogmi più importanti del ventesimo secolo è stato l'esigenza di una continuità tra di loro: l'interno deve essere espresso all'esterno."
    "Forse l'acquisizione principale dell'architettura moderna è stato il cosidetto spazio continuo, usato come mezzo per raggiungere la continuità fra interno ed esterno. [...] Sullo spazio continuo si è fondata un'architettura basata su relazione di piani orizzontali e verticali, la cui indipendenza visuale fu marcata da superfici connettive di vetro: le finestre come bucature del muro scomparvero, divenendo, invece, interruzioni del muro destinate ad essere catalogate dall'occhio come elementi positivi dell'edificio."
    "Scopo principale di un interno è quello di racchiudere piuttosto che orientare lo spazio, e di separare il dentro dal fuori. Kahn ha detto: "un edificio è qualcosa che ripara". Funzione ancestrale della casa è proteggere e fornire privacy, tanto psicologica che fisica."
    "Eliel Saarinen ha detto che proprio come un edificio è "l'organizzazione di spazi nello spazio, così lo è una comunità, così lo è una città"." (pag.86)

    Is this helpful?

    Ninim said on Jan 8, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fondamentale

    Libro fondamentale pubblicato nella metà degli anni '60 ma che affronta un discorso che va senz'altro oltre gli stili e le epoche dell'architettura. Cioè un'architettura complessa e contraddittoria, inclusivista piuttosto che esclusivista. Partendo d ...(continue)

    Libro fondamentale pubblicato nella metà degli anni '60 ma che affronta un discorso che va senz'altro oltre gli stili e le epoche dell'architettura. Cioè un'architettura complessa e contraddittoria, inclusivista piuttosto che esclusivista. Partendo dall'attacco al modernismo,(che negli anni a venire sarebbe stato il light motiv degli architetti decostruttivisti e non solo)
    Venturi va oltre illusrando, con svariati esempi "critici", architetture che fanno dei contrasti, delle sovrapposizioni e delle incongruenze in genere, il loro punto di forza capace di offrire quella lettura "difficile", così da stimolare ed affascinare l'esigenza dei nosri occhi.

    Is this helpful?

    Giuseppe Carbè said on Jun 5, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (91)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Others 168 Pages
  • ISBN-10: 8822008111
  • ISBN-13: 9788822008114
  • Publisher: Dedalo
  • Publish date: 2002-01-01
Improve_data of this book