Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Conan il Barbaro

Oscar Fantascienza 28 - 1262

Di ,,

Editore: Mondadori

3.7
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 269 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000053648 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Giuseppe Lippi ; Prefazione: Giuseppe Lippi

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Conan il Barbaro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Vi piacerebbe un mondo dove tutti gli uomini sono forti, le donne belle, i problemi semplici e la vita avventurosa? Un mondo dove città scintillanti innalzano al cielo le loro guglie, malefici stregoni concertano incantesimi in spelonche sotterranee e spiriti malvagi si aggirano fra rovine di inimmaginabile antichità. Un mondo di mostri che si fanno strada nella vegetazione delle giungle, e di reami il cui destino si regge sulla lama insanguinata di eroi dalla forza e il coraggio sovrumani? ... Ebbene, questo è il mondo della "fantasia eroica", o, come alcuni preferiscono chiamarla, della "sword and sorcery", cioè “spada e magia", cosi come si usa dire “cappa e spada"... I racconti che leggerete in questo volume presentano uno degli eroi più popolari della fantasia eroica. Conan il cimmero, il gigantesco, invincibile, rissoso avventuriero preistorico... inventato nel 1932 da Robert Ervin Howard..."
Ordina per
  • 3

    boh!

    un libro pressochè inutile, per gli amanti del genere e di conan in particolar modo. le tracce dei racconti originali di howard, prese in mano da tre principianti del genere ed aggiustate a modo loro. l'unica cosa che salverei di questo libro è l'appendice "i nomi hyboriani", in cui vi sono le or ...continua

    un libro pressochè inutile, per gli amanti del genere e di conan in particolar modo. le tracce dei racconti originali di howard, prese in mano da tre principianti del genere ed aggiustate a modo loro. l'unica cosa che salverei di questo libro è l'appendice "i nomi hyboriani", in cui vi sono le origini dei nomi, dei luoghi e delle divinità varie, che appiaiono nei libri di Howard.
    da dimenticare!

    ha scritto il 

  • 2

    La legione dei morti: comincia bene, ma il problema è che il finale è monco...
    Il Popolo della Vetta: carino, dai toni leggermente orrorifici.
    Ombre nel buio: avventura di più ampio respiro, con una "spruzzata" di magia.
    La Stella di Khorala: impronta classica per una classica s ...continua

    La legione dei morti: comincia bene, ma il problema è che il finale è monco...
    Il Popolo della Vetta: carino, dai toni leggermente orrorifici.
    Ombre nel buio: avventura di più ampio respiro, con una "spruzzata" di magia.
    La Stella di Khorala: impronta classica per una classica storia d'avventura.
    Il gioiello nella torre: leggermente inquietante nelle atmosfere, buon ritmo.
    La dea d'avorio: discreto, anche se un pò confusionario sul finale.
    Luna di sangue: il racconto più lungo e meglio articolato.
    In conclusione, un'antologia appena sufficiente. I racconti non brillano per originalità, nè per stile di scrittura.
    Per quanto riguarda il primo punto, sono classiche storie di heroic fantasy, senza fronzoli e molto lineari. Il protagonista è il classico barbaro che abbiamo imparato ad amare nelle storie di Howard, mentre gli altri personaggi sono appena abbozzati, con tutti gli stilemi classici: gli stregoni vecchi e raggrinziti, le donne immancabilmente belle e desiderabili, i tagliagole brutti, ecc.
    Per quanto riguarda lo stile, è molto asciutto e con una certa povertà di lessico.
    Forse gli autori hanno voluto imitare troppo Howard, copiandone pregi e, soprattutto, difetti.
    Una lettura leggera, insomma, che non aggiunge molto al mondo hyboriano.

    ha scritto il