Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Confessioni di un maturo consumatore di ecstasy

Di

Editore: Feltrinelli

3.2
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 78 | Formato: Altri

Isbn-10: 8807840162 | Isbn-13: 9788807840166 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Noulian

Genere: Biography , Health, Mind & Body , Non-fiction

Ti piace Confessioni di un maturo consumatore di ecstasy?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'anonimo di questa "confessione" è un professore e poeta americano, hacinquant'anni, un figlio adolescente arrivato a due passi dal suicidio, unafamiglia devastata, un matrimonio allo sfascio, e conosce un lungo periodo diabulia e abbruttimento. È allora che il figlio - dopo essere stato motoredello sfacelo - riappare come inatteso interlocutore. Il tema comune è ladroga, l'ecstasy. Dapprima goffamente, poi sempre più lucidamente, il padre siavvicina, assapora, intensifica il suo rapporto con l'ectasy. L'anonimoestensore di questo "documento" si fa paladino del consumo di ecstasy, nerivendica la "delizia", ne suggerisce l'uso.Con una nota di Nicholas Saunders.
Ordina per
  • 3

    Un breve saggio contornato dalla vita dell'autore, dai motivi per cui ha deciso di prendere l'ecstacy e dalla descrizione di un trip fatto la prima volta che si è calato una pastiglia.
    L'entusiasmo dell'autore è convincente, ma credo che un libro come questo non basti aprire la mente di cer ...continua

    Un breve saggio contornato dalla vita dell'autore, dai motivi per cui ha deciso di prendere l'ecstacy e dalla descrizione di un trip fatto la prima volta che si è calato una pastiglia.
    L'entusiasmo dell'autore è convincente, ma credo che un libro come questo non basti aprire la mente di certe persone sull'opinione delle droge

    ha scritto il 

  • 4

    Una testimonianza scioccante, resa con superbo stile e potenziata da una veste editoriale accattivante. L'anonimo rivive in rapide pennellate il baratro in cui è scivolata la sua vita e descrive sapidamente il senso di invincibilità trasmessogli dall'ecstasy. Se moralmente il libro è deplorevole, ...continua

    Una testimonianza scioccante, resa con superbo stile e potenziata da una veste editoriale accattivante. L'anonimo rivive in rapide pennellate il baratro in cui è scivolata la sua vita e descrive sapidamente il senso di invincibilità trasmessogli dall'ecstasy. Se moralmente il libro è deplorevole, perchè in mani immature potrebbe trasformarsi in una istigazione al consumo (e non aiuta il saggio conclusivo, che circoscrive gli effetti collaterali della droga), è comunque una terrazza con vista privilegiata nel mondo artificiale degli stupefacenti.

    ha scritto il 

  • 2

    Alibi

    Un libro inutile: serve solo come alibi all'autore che, così, razionalizza il suo anacronistico desiderio di voler sperimentare l'ecstasy. Triste. Si legge in un'ora.

    ha scritto il