Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Confessioni di un ragazzo perbene

By Marino Buzzi

(66)

| Paperback | 9788886780810

Like Confessioni di un ragazzo perbene ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Michele è un trentenne che viene licenziato il giorno stesso in cui apprende del suicidio di uno dei suoi migliori amici.
Incaricato dagli altri tre amici di organizzare il funerale, Michele si troverà a vivere situazioni al limite del paradossale. Continue

Michele è un trentenne che viene licenziato il giorno stesso in cui apprende del suicidio di uno dei suoi migliori amici.
Incaricato dagli altri tre amici di organizzare il funerale, Michele si troverà a vivere situazioni al limite del paradossale. Si innamorerà del bel becchino che cerca di rimorchiarlo per telefono, si ritroverà come eredità la casa di Francesco (l’amico suicida) da dividere con Paolo, l’amico col quale vive un rapporto conflittuale, Luca, il carattere più docile del gruppo, e Donatello, il ribelle che per vivere si prostituisce.
Come se non bastasse dovrà fare i conti con la famiglia biologica, che non perde occasione per ricordargli il legame di sangue e il suo ruolo all’interno della famiglia, e con la sua terribile nipote, incuriosita e affascinata dall’omosessualità dello zio.
Michele si nasconde spesso nel suo mondo di fantasia in cui può essere padre di una bellissima bambina immaginaria. Ma le cose si complicano con l'arrivo di un misterioso ragazzo dal volto deturpato e di una ragazza che porta con sé una grande sorpresa.

11 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Libro di semplice ed immediata lettura. Francamente non ho trovato lo stile particolarmente originale, ma a tratti addirittura piatto. Anche il contenuto, con particolare riferimento al mondo omosessuale, mi sembra presentato in maniera stereotipata ...(continue)

    Libro di semplice ed immediata lettura. Francamente non ho trovato lo stile particolarmente originale, ma a tratti addirittura piatto. Anche il contenuto, con particolare riferimento al mondo omosessuale, mi sembra presentato in maniera stereotipata e ricorda certe commedie italiane sul tema... Non mi ha convinto molto neanche la definizione psicologica di alcuni personaggi, primo fra tutti Gabriele, il cui ritratto si rivela a mio avviso senza uno spessore particolare.
    Non è forse un libro di quelli che lasciano il segno, ma lo si trova nel complesso piacevole.

    Is this helpful?

    MichiSan said on Aug 26, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Carino

    Il libro è molto scorrevole. Scritto in maniera semplice e reale.
    La storia mi è piaciuta. Il protagonista mi ha fatto molta tenerezza. Mi ha lasciato con un sorriso in faccia.

    Is this helpful?

    Fradig said on Aug 25, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Piacevole

    Libro piacevole con cui passare una giornata, alcune cose assurde ma va bene cosi!
    Ci si affeziona ai personaggi, qualcosa mi è molto piaciuto qualcosa proprio no!
    Scrittura molto fluida! ovviamente sconsogliato agli omofobici!!

    Is this helpful?

    AdaG said on Jul 31, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    francamente inverosimile, i personaggi sono tutti al limite della macchietta in questo che è la controfigura di un romanzo...

    Is this helpful?

    Luca Paci said on Aug 30, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Di solito i libri sui (o dei ) gay hanno troppe pagine di sesso, o troppe lacrime.Questo manca delle prime e le seconde scaturiscono con discrezione, almeno nei personaggi,( certo non nel lettore,ma chi piange ormai leggendo un romanzo?).Dire che e ...(continue)

    Di solito i libri sui (o dei ) gay hanno troppe pagine di sesso, o troppe lacrime.Questo manca delle prime e le seconde scaturiscono con discrezione, almeno nei personaggi,( certo non nel lettore,ma chi piange ormai leggendo un romanzo?).Dire che e' un testo piacevole ,che si legge facilmente, pero' non basta.A cominciare dai caratteri dei personaggi, abbastanza credibili peraltro,ci si trova di fronte a una serie di tipologie che pur nella loro realta' appaiono spesso come macchiette,o,meglio, stereotipi, forse la cosa di cui l'Italia gay ha oggi meno bisogno.
    I loro passati ,le incomprensioni, i sotterfugi sembrano inoltre appartenere a piu' di una generazione fa: anche se la loro appartenenza al nostro paese rende possibile e credibile i loro traumi.
    Quello che non funziona sono i continui riferimenti a tutte le problematiche gay all'interno della nostra (italiana)societa'.Non che queste non esistano, ma spesso il loro tono didascalico interrompe quel linguaggio quotidiano ( e molto gay) che forse e' la forza del libro.A parte una immagine di Bologna notturna trasformata in un enorme mercato ( ma e' davvero cosi? Io sono di Napoli...) e' proprio la quotidianita', spesso la sua banalita' ,che fa sentire vivi i personaggi.Una scrittura che scorre facile, (dote da non sottovalutare oggigiorno), leggera e senza quelle fastidiose ripetizioni che affossano tanti romanzi.
    La trama si svolge lineare, con pochi e discreti colpi di scena, che sembrano non avere nessun effetto drammatico per il suo dipanarsi successivo. Alcune scene sono di grande effetto, anche se, bisogna pur notarlo, rimandano (il pranzo del protagonista a casa dei genitori) a cose gia' lette, almeno per l'atmosfera creata comunque con buona perizia tecnica ( Il corpo odiato,per esempio).
    Quello che non funziona e' la trama inconsistente: Una scelta stilistica dell'autore, ovviamente, sempre sul filo della discrezione,del soft, ma che alla fine lascia un senso di vuoto, di cose gia' note.Ma forse il tema dominante e' proprio questa volonta' di fare apparire "normale" un tipo di vita che oggi ( e lo dico con rammarico) nel nostro paese appare sempre sopra le righe?
    Cosa resta? Un bel libro, scritto bene,che vuole apparire piu' profondo di quanto a volte sia necessario,e che forse trova proprio nella sua destinazione "per tutti" una ragione di essere.

    Is this helpful?

    margrant said on Aug 26, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (66)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 206 Pages
  • ISBN-10: 8886780818
  • ISBN-13: 9788886780810
  • Publisher: Luciana Tufani Editrice (Iride)
  • Publish date: 2011-04-01
Improve_data of this book