Confesso che ho vissuto

Voto medio di 633
| 71 contributi totali di cui 63 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un anno esatto prima della scomparsa il premio Nobel per la letteratura Pablo Neruda cominciò la redazione definitiva delle sue memorie, che furono pubblicate postume con il titolo "Confesso che ho vissuto". Composto da dodici quaderni, ciascuno ... Continua
Ha scritto il 24/08/16
Voglio una vita..come quella di Neruda
Quanta vita e passione e forza e amore in queste pagine. Sono pervasa da un certo timore nello scrivere questa recensione. Sembra quasi lo scrittore abbia avuto pudore nel raccontarsi e in alcuni tratti il testo risente di questo diminuirsi ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 02/01/15
Letto da: Laura.L'autobiografia del grande poeta cileno ci aiuta a comprendere meglio la storia del secolo scorso di questo stato del Sudamerica.Un racconto molto interessante e ben scritto che mi ha impegnata per parecchio tempo ma non ha mai perso ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 21/06/14
invidiabile la vita di Pablo Neruda: ricca di esperienze, avvenimenti, amicizie, amori... mai titolo più indovinato
Ha scritto il 16/11/12
Così così mica per l'autore, non potrei mai giudicare io che non sono nessuno. Vivo le stelline da me messe come un gioco. Un mio vedere cosa sento e cosa mi dà un libro. Questo in particolare è un diario interessante, ma mi chiedo come certe ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/08/12
Di Più di una semplice memoria; il poeta in maniera frammentata raccoglie in prosa le sue sensazioni, prima di trasporle nelle metafore della sua poesia. Interessante scoprire Neruda aldilà della sua poesia.

Ha scritto il Sep 13, 2016, 09:33
La Spagna nel cuoreFederico non venne all'appuntamento. Camminava già verso la morte. Non lo vedemmo più. E in questo modo la guerra di Spagna, che cambiò la mia poesia, cominciò per me con la scomparsa di un poeta.Che poeta! Non ho mai visto ... Continua...
Ha scritto il Sep 12, 2016, 12:20
La Spagna nel cuoreDopo mangiato ci alzammo tutti, io, la poetessa e Federico che parlava di tutto e di tutto rideva. Andammo verso la piscina illuminata. Garcia Lorca camminava davanti a noi e non smetteva di ridere e di parlare. Era felice. Era il ... Continua...
Ha scritto il Sep 12, 2016, 12:01
La Spagna nel cuoreQuella Madrid! Ce ne andavamo con Maruja Mallo, la pittrice gallega, per quartieri popolari cercando le case dove vendono sparto e stuoie, cercando le strade dei bottai, dei cordai, di tutte le materie secche della Spagna, materie ... Continua...
Pag. 153
Ha scritto il Mar 31, 2012, 20:27
Queste memorie, o ricordi, sono discontinue e a tratti si smarriscono perché così appunto è la vita. L'intermittenza del sonno ci permette di sostenere i giorni di lavoro. Molti dei miei ricordi sono svaniti ad evocarli, sono divenuti polvere ... Continua...
Ha scritto il Mar 25, 2012, 12:59
La polizia arrivò all’albergo, non tanto presto, poiché a Napoli nessuno lavora di buon’ora, neppure la polizia. Con la scusa di un errore sul passaporto mi pregarono di seguirli in questura. Lì mi offrirono il caffè espresso e mi ... Continua...
Pag. 263

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi