Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Confesso che ho vissuto

By Pablo Neruda

(578)

| Paperback | 9788806145132

Like Confesso che ho vissuto ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Un anno esatto prima della scomparsa il premio Nobel per la Letteratura Pablo Neruda cominciò la redazione definitiva delle sue memorie, che furono pubblicate postume con il Confesso che ho vissuto. Composto da dodici quaderni, ciascuno dei quali si Continue

Un anno esatto prima della scomparsa il premio Nobel per la Letteratura Pablo Neruda cominciò la redazione definitiva delle sue memorie, che furono pubblicate postume con il Confesso che ho vissuto. Composto da dodici quaderni, ciascuno dei quali si riferisce a importanti momenti della vita del poeta, il libro è scritto in una prosa nervosa che procede per sprazzi e illuminazioni, nelle quali il dato vissuto e il ricordo finiscono per sostanziarsi in immagini magiche, cariche di significati simbolici.

66 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    invidiabile la vita di Pablo Neruda: ricca di esperienze, avvenimenti, amicizie, amori... mai titolo più indovinato

    Is this helpful?

    Simona said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    tre stellette meno meno
    alla lunga l'effetto è quello di "eravamo io, fidel, paco peña, compay segundo, cassius clay, sotomayor...", ma meno divertente.

    Is this helpful?

    flaminia said on Jun 10, 2013 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Così così mica per l'autore, non potrei mai giudicare io che non sono nessuno. Vivo le stelline da me messe come un gioco. Un mio vedere cosa sento e cosa mi dà un libro. Questo in particolare è un diario interessante, ma mi chiedo come certe persone ...(continue)

    Così così mica per l'autore, non potrei mai giudicare io che non sono nessuno. Vivo le stelline da me messe come un gioco. Un mio vedere cosa sento e cosa mi dà un libro. Questo in particolare è un diario interessante, ma mi chiedo come certe persone siano sempre nel posto giusto al momento giusto per incontrare tutto e tutti. A me mai nella vita...........bah.......

    Is this helpful?

    riccolino said on Nov 16, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Di Più di una semplice memoria; il poeta in maniera frammentata raccoglie in prosa le sue sensazioni, prima di trasporle nelle metafore della sua poesia. Interessante scoprire Neruda aldilà della sua poesia.

    Is this helpful?

    Antonello Gargiulo said on Aug 29, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo so, ho commesso un'azione indegna. Abbandonare Neruda! :-O Lo finirò, giuro.

    Is this helpful?

    Matteo Iacovella said on May 25, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Da leggere per conoscere anche la storia del Cile....

    E’ un’autobiografia di un uomo che ha veramente Vissuto. Nnon conoscevo la sua vita, ma conoscevo le sue poesie. Che vita piena, che vita avventurosa e movimentata e ha costituito una grande parte della storia della sua Patria: il Cile.
    Si sente che ...(continue)

    E’ un’autobiografia di un uomo che ha veramente Vissuto. Nnon conoscevo la sua vita, ma conoscevo le sue poesie. Che vita piena, che vita avventurosa e movimentata e ha costituito una grande parte della storia della sua Patria: il Cile.
    Si sente che è un poeta soprattutto quando descrive i paesaggi, specie nella parte iniziale. Il libro ha un unico filo conduttore: l’amore per il suo Cile. L’amore, per la patria e per il popolo è veramente toccante. Molto probabilmente è anche morto per il suo Cile perché rimane un interrogativo: avendo finito questo libro 8 giorni dopo l’assassinio del presidente Allende (suo amico), potrebbe essere anche lui stato assassinato, oppure ha posto fine alla sua vita?
    In ogni caso uno dei pezzi migliori è quello in cui si racconta del mandato di cattura in Italia e fa sorridere che i poliziotti gli avessero comprato dei giornali di sinistra per fargli compagnia: Neruda è costretto a partire da Napoli, ma una volta giunto a Roma per cambiare treno, assiste a una “prodigiosa battaglia”, tra la polizia e i suoi amici venuti ad accoglierlo e a protestare. Distingue alcune facce famose: Carlo Levi, Antonello e Fulvia Trombadori, Renato Guttuso, Alberto Moravia e Elsa Morante, che colpisce “col suo ombrellino di seta la testa di un poliziotto”. Così il governo permette a Neruda di restare in Italia altri tre mesi e nello stesso anno l’ordine di cattura viene revocato.

    Is this helpful?

    Martylovely said on Mar 25, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (578)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 495 Pages
  • ISBN-10: 8806145134
  • ISBN-13: 9788806145132
  • Publisher: Einaudi
  • Publish date: 1998-xx-xx
  • Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , Others
Improve_data of this book

Margin notes of this book