Contigo escucho las estrellas

By

Publisher: Plaza & Janés

4.1
(48)

Language: Español | Number of Pages: 368 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Portuguese , Italian

Isbn-10: 8401383013 | Isbn-13: 9788401383014 | Publish date:  | Edition 1

Category: Fiction & Literature , Humor , Romance

Do you like Contigo escucho las estrellas ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Ella le enseña a escuchar y sentir el mundo que les rodea. Él le descubre cómo imaginar lo que jamás podrá ver. Keir es para Marianne solo una voz: una voz masculina, profunda, que le recuerda el buen chocolate negro, ese tan sabroso, casi afrutado, pero con un toque amargo. Luego es una sensación: la de un rostro entre sus manos. Y conversaciones, conversaciones que la sorprenden, la devuelven a la vida y le hacen recuperar la esperanza, el miedo, el anhelo, el deseo. Ese hombre independiente, seguro de sí mismo, ha quedado subyugado por el rico mundo interior de Marianne, su original manera de percibir la realidad, y quiere llevarla a su refugio en una isla escocesa para mostrarle, por fin, cómo son las estrellas.

Una novela que habla de las segundas oportunidades y de la vulnerabilidad que despierta el amor cuando ya no lo esperabas. Una inmersión en el mundo de la ceguera alejada de la condescendencia y los miramientos, para descubrir al lector otra manera de percibir la realidad.
Sorting by
  • 4

    Che suono fa un’aurora boreale? E le stelle? Sapreste assegnare ad ogni costellazione una melodia? E riconoscere il mondo attraverso suoni e odori?
    Questo è ciò che fa Marianne per districarsi nella g ...continue

    Che suono fa un’aurora boreale? E le stelle? Sapreste assegnare ad ogni costellazione una melodia? E riconoscere il mondo attraverso suoni e odori?
    Questo è ciò che fa Marianne per districarsi nella giungla oscura della vita, affronta la realtà tramite suoni, odori, numeri perché Marianne è ceca dalla nascita, e senza quel suo personale codice non potrebbe cavarsela da sola.
    Le strade non hanno vie, ma sono fatte di passi contati, le persone non hanno un volto, ma profumi, il mondo che la circonda non è fatto di case, giardini o fabbricati, ma di musica e percezioni tattili.
    Il mondo di Marianne è speciale, la poesia sta nelle parole di chi la vita gliela descrive, non può vedere direttamente ma può farlo attraverso la sorella, o il suo gotico assistente, o per mezzo di un gentile sconosciuto che l’aiuta in un momento di difficoltà.
    Keir, un uomo possente che casualmente condivide proprio il nome e il lavoro del marito di Marianne, deceduto in un catastrofico incidente sulla piattaforma petrolifera in cui lavorava.
    Marianne ha perso il figlio e il marito in poco tempo, non ha mai avuto la possibilità di vedere la luce, ma dopo quello che era capitato alla sua famiglia, era certa di vivere ancora più nel buio.
    Sarà Keir a ridarle i colori perduti, a descriverle il mondo attraverso opere liriche, guidandola verso esperienze uniche e straordinarie, per una donna abituata a decodificare la vita attraverso sensazioni.
    Ed è in questo concetto che si cela la rarità di questo libro.
    Quest’opera va percepita, non va letta, non va vissuta, va sentita attraverso i profumi che trasmette, va ascoltata attraverso i suoni che compone.
    Questo testo va assaporato, non con gli occhi, ma con la mente e il cuore.
    Vi stupirete di quanto poco conoscete la realtà che vi circonda, della superficialità con cui l’avete sempre vista.
    Attraverso le parole di questo romanzo, imparerete quanto soggettivo sia il mondo, quanta magia si nasconde in un semplice suono.
    La naturalezza con cui la scrittrice ci accompagna tra le pagine di questa storia, vi spiazzerà.
    Un racconto soave, a tratti andante, ma sempre piacevole ed appassionante.
    Fidatevi se vi dico, che tra queste pagine troverete molto più di una storia, vi imbattere in un nuovo punto di vista, nella difficoltà di vivere al buio e nella magnificenza di chi la vita la sente sulla pelle.
    Un libro che consiglio caldamente a chi si sente perso, a chi ha bisogno di vedere le cose in modo diverso, e a chi, semplicemente, vuole emozionarsi.

    said on 

  • 3

    Arrampicamento sugli specchi

    Questo libro mi ha delusa molto.
    Partito decisamente bene, stile di scrittura fresco e acuto, personaggi interessanti e fuori dagli stereotipi, tema stimolante e nuovo (almeno per me)...qual'è il prob ...continue

    Questo libro mi ha delusa molto.
    Partito decisamente bene, stile di scrittura fresco e acuto, personaggi interessanti e fuori dagli stereotipi, tema stimolante e nuovo (almeno per me)...qual'è il problema? La storia.
    La storia continua solo grazie agli illogici e sciocchi modi di Marianne di complicarsi la vita da sola, di creare problemi quando non ce ne sono, di cambiare idea ogni ad ogni cambio di mutande.
    Ho l'impressione che l'autrice abbia usato questi mezzucci da melodramma napoletano solo per aggiungere pagine su pagine, non sapendo più che scrivere.
    Non potevano parlarsi e dirsi "stiamo insieme", no! Dovevano fare prima il giro dell'oca e soffrire, soffrire, soffrire ecc.
    Dopo primi capitoli promettenti, la delusione per il resto del romanzo si è fatta ancora più marcata.
    Come detto anche prima, salvo comunque lo stile di scrittura perché, nonostante sia chiaro che si tratta di una storia d'amore (anche se la terza di copertina è fuorviante e fa pensare a Keir come a qualcuno con losche intenzioni...) non eccede di melassa e leziosità.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Meravigliosa creatura

    La gente che può vedere,a quanto pare,non guarda

    Commovente,struggente,poetico,malinconico,terribilmente romantico....queste parole colgono in pieno questo libro....immaginate di essere ciechi dalla n ...continue

    La gente che può vedere,a quanto pare,non guarda

    Commovente,struggente,poetico,malinconico,terribilmente romantico....queste parole colgono in pieno questo libro....immaginate di essere ciechi dalla nascita,non si ha idea di cosa siano realmente i colori,gli alberi,le nuvole,le stelle...perchè non hai mai visto niente,puoi solo sentire,vivi il mondo con l'udito,e un giorno incontri una persona che con la sua voce,con i suoi racconti,ti fa "vedere"....ecco questo libro inizia così,con un incontro fatale,intenso,raccontato con uno stile davvero coinvolgente,riesce a farti provare le emozioni di Marianne.Consigliato!!

    said on 

  • 4

    ...'vedere' mi sembra un modo piuttosto ristretto di sperimentare il mondo. Superficiale.

    Marianne è una donna di quarant'anni, vedova, con una sorella molto particolare, forte, autoironica e... cieca. Un giorno incontra un grosso e bello scozzese dell'isola di Skye e il suo mondo cambia r ...continue

    Marianne è una donna di quarant'anni, vedova, con una sorella molto particolare, forte, autoironica e... cieca. Un giorno incontra un grosso e bello scozzese dell'isola di Skye e il suo mondo cambia radicalmente: comincerà a rendersi conto che ci si può innamorare più volte nella vita, che le ferite possono essere solo un incentivo ad andare avanti e a tornare ad amare. Bellissima storia, mi ha colpita profondamente... Però ammetto che mi aspettavo un pò di più.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Non capisco perchè questo libro piaccia tanto. Passi la prima parte, ma da quando resta incinta inizia a darmi i nervi! E' tutta un titubare e cambiare idea continuamente. Certo la fine non è male, ma ...continue

    Non capisco perchè questo libro piaccia tanto. Passi la prima parte, ma da quando resta incinta inizia a darmi i nervi! E' tutta un titubare e cambiare idea continuamente. Certo la fine non è male, ma cavoli! Lei nemmeno voleva dire Keir di essere rimasta incinta di lui! Prima voleva abortire senza dirglielo, poi voleva dare in adozione il bambino senza dirglielo e alla fine vuole tenerselo, lui è vivo, ma non vuole dirglielo! E che cavolo!

    said on 

  • 5

    Awww me ha encantado este libro!
    Tiene esa magia que tienen los libros de Cecelia Ahern.
    Desde que empecé a leerlo, en mi mente empezaron las comparaciones con esta autora. Si bien Cecelia basa sus hi ...continue

    Awww me ha encantado este libro!
    Tiene esa magia que tienen los libros de Cecelia Ahern.
    Desde que empecé a leerlo, en mi mente empezaron las comparaciones con esta autora. Si bien Cecelia basa sus historias en su querida Irlanda, Linda Gillard lo hace en su amada Escocia.
    La historia, los personajes, la forma de describir tantas emociones y tantos sitios....
    Muy recomendable! <3

    said on 

  • 5

    Ainda não terminei de ler este maravilhoso livro, mas não resisto a deixar já uma opinião sobre ele. Trata-se de um dos melhores livros que já li dentro do género romance/ficção. A autora consegue com ...continue

    Ainda não terminei de ler este maravilhoso livro, mas não resisto a deixar já uma opinião sobre ele. Trata-se de um dos melhores livros que já li dentro do género romance/ficção. A autora consegue com mestria fazer-nos viver dentro da pele da Marianne, uma cega de nascença, viúva aos vinte e sete anos e que perdeu o bebé que estava para ter pouco depois da morte do marido.
    Neste livro, iremos "ver" através da sua sensibilidade, do seu coração quente e descomplexado, amar sem limites e regras e viver um novo amor, uma nova aventura numa ilha britânica de sonho. Trata-se de um livro que, apenas tendo lido três ou quatro páginas, já nos conquistou e que não nos deixará descansar até terminar, deixando-nos uma sensação de bem-estar e um sorriso permanente nos lábios, enquanto o lemos. Uma escrita viciante, com humor e realismo, por uma autora que desconhecia, mas que não deixarei mais de seguir. Fantástico!
    -------

    Já termineir e confirmo, lindissimo e altamente recomendável!

    said on 

  • 5

    ENCANTADOR

    Es una historia preciosa, con mucho sentimiento, donde me ha encantado como Keir le describe las cosas a Marianne a través de la música. Una narración muy original ya que está narrada por la protagon ...continue

    Es una historia preciosa, con mucho sentimiento, donde me ha encantado como Keir le describe las cosas a Marianne a través de la música. Una narración muy original ya que está narrada por la protagonista , por la hermana y otra parte en tercera persona. Un libro en el que tan solo salen cuatro personajes, pero que no necesitas mas para que te llene. Muy recomendable

    said on