Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Contro la pena di morte

I classici del pensiero libero, 27

Di

Editore: RCS Quotidiani

4.1
(42)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Prefazione: Ranieri Polese

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Law , Philosophy

Ti piace Contro la pena di morte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Imprescindibile...

    ...lettura di formazione civile.
    Un grande uomo, che interviene sempre ( sempre ! ) e ogni volta che può, e ancora con i suoi scritti a volte sferzanti, a volte blandenti ma sempre con l'idea fissa di ...continua

    ...lettura di formazione civile.
    Un grande uomo, che interviene sempre ( sempre ! ) e ogni volta che può, e ancora con i suoi scritti a volte sferzanti, a volte blandenti ma sempre con l'idea fissa di convincere, di spiegare l'aberrazione di praticare l'assassinio di diritto.
    Se penso alle difficoltà sue personali ( larga parte della sua vita l'ha trascorsa da esule per le sue idee progressiste ) ed a quelle del tempo, in cui le comunicazioni non erano certo cosi rapide come è attualmente; ma forse e proprio per questo, erano più efficaci.
    Ha sensibilizzato coscienze, costretto alla riflessione potenti, re e principi, supportato iniziative contro la pena di morte in tutto il pianeta, sul solco del nostro Beccaria e di pochi altri illuminati.
    Molte le sconfitte, ma non si è mai arreso, con la tenacia dell'intelligenza;
    Oggi resta ancora molto da fare ma su quel che è stato fatto un grande merito va dato a questo gigante.
    Davvero toccante " Ultimo giorno di un condannato " del 1829; se ne esce davvero diversi.

    ha scritto il 

  • 4

    Non la difesa speciale di questo o quel condannato, ma un'arringa in nome di tutti i possibili accusati, presenti e futuri, innocenti e colpevoli, davanti a tutti i pretori, tutte le corti, tutte le g ...continua

    Non la difesa speciale di questo o quel condannato, ma un'arringa in nome di tutti i possibili accusati, presenti e futuri, innocenti e colpevoli, davanti a tutti i pretori, tutte le corti, tutte le giustizie. Hugo fece sentire la sua voce potente ogni volta che si trattò di strappare una vita al carnefice, all'assassino di Stato: i suoi scritti contro la pena di morte sono accesi da uno spirito romantico che lacera ancora oggi le coscienze, gettando fino a noi le proteste della verità e dell'umanità contro la barbarie.

    ha scritto il 

Ordina per