Contro l'etica della verità

Voto medio di 71
| 18 contributi totali di cui 18 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La tesi di Zagrebelsky è che la Verità (con la V maiuscola) e la Giustizia (sempre con la G maiuscola) non esistono o, se anche esistessero, sarebbero inconoscibili. Ma non è affatto insensato, anzi è conforme alla natura umana, agire con prove ...Continua
Ha scritto il 17/11/13
Un'analisi lucidissima, precisa e documentata. Le argomentazioni sono rigorose e risultano perciò estremamente convincenti. Mi rincuora sapere che esistono ancora in Italia menti così razionali, portatrici sane di un sano pensiero laico. Vorrei ...Continua
  • 1 commento
Ha scritto il 03/04/12
Una buona testimonianza sulla necessità della laicità. Forse troppo timorosa di sembrare troppo appassionato. C'è come un freno in questo libro
Ha scritto il 20/02/12
"Tutti possiamo avere la nostra verità e sceglierci i nostri maestri, ma a nessuno è dato di imporre la propria verità come la Verità." (p. 91)
  • 1 mi piace
Ha scritto il 12/11/11
Nozioni di base in tempi confusi
Un ripassino sul significato della democrazia. Che non si basa sulla verità assoluta ma sul dubbio e sulle opinioni, sullo spirito di tolleranza, sul confronto e sulla comprensione. "Ma chi si erge a depositario della verità si sente investito di ...Continua
Ha scritto il 30/06/11
Zagrebelsky riesce a descrivere i problemi della democrazia in maniera molto semplice ed efficace, focalizzando il problema e senza perdersi in corollari inutili. E' un testo fondamentale per capire e vivere l'Italia di oggi.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi