Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Coppie

Di

Editore: Guanda (Le fenici tascabili, 243)

3.8
(141)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 517 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8860880890 | Isbn-13: 9788860880895 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Attilio Veraldi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Tascabile economico

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Coppie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
John Updike esplora, in modo crudo e sottile, facendo assurgere la sessualità a metafora esistenziale, le tensioni nascoste, le contraddizioni e le nevrosi proprie della middle class americana, convenzionale, colta e perbene, degli anni Sessanta in un piccolo villaggio della provincia benestante del New England, Tarbox. Tra un doppio misto a tennis e una cena a casa di amici, la vita scorre indolente. Questo falso paradiso suburbano, innocente solo in apparenza, cela però un'intricata rete di adulteri e seduzione collettivi che vedono protagonisti alcune coppie di varia provenienza.
Ordina per
  • 5

    Durante la lettura ho spesso pensato che questo libro parlasse di tutti noi. Perché Updike non ci racconta di gente speciale, ma di persone normali, siamo noi con i nostri amori e i nostri desideri che sconvolgono delle vite che altrimenti diventerebbero vittime della routine. Definirlo romanzo e ...continua

    Durante la lettura ho spesso pensato che questo libro parlasse di tutti noi. Perché Updike non ci racconta di gente speciale, ma di persone normali, siamo noi con i nostri amori e i nostri desideri che sconvolgono delle vite che altrimenti diventerebbero vittime della routine. Definirlo romanzo erotico è riduttivo, l'erotismo è trattato con finezza e con le parole giuste ed è solo un contorto a una storia di tipi umani così diversi eppure così vicini. Qual è la morale? Forse nessuna. Si può peccare, si può sbagliare, si può ricominciare.

    ha scritto il 

  • 4

    Sessocentrico di valore

    E' forse il libro più famoso di Updike, il libro dello scandalo, quello che mette a nudo i vizi privati dell'America del New England nei primi anni '60 (siamo nel 1963).
    E' difficile da giudicare oggi, anche se è un romanzo che rimane dentro e il racconto dei giochi di società e dei parties ...continua

    E' forse il libro più famoso di Updike, il libro dello scandalo, quello che mette a nudo i vizi privati dell'America del New England nei primi anni '60 (siamo nel 1963).
    E' difficile da giudicare oggi, anche se è un romanzo che rimane dentro e il racconto dei giochi di società e dei parties, degli intrecci tra le coppie e dei tradimenti non è solo descrittivo-fenomenologico o meramente narrativo, ma è fortemente letterario. Ossia l'autore si sforza di esprimere un'intensità, un grado di "letterarietà" molto forte in questa opera. Lo fa a mio avviso in due modi (che poi ritroverò in altri autori americani, uno è, per esempio, T. Williams nella sua veste di narratore di racconti).
    In primo luogo, lo sforzo stilistico emerge dall'uso continuo della metafora "sorprendente", che qualche volta è rivelatrice ed efficace, ma che rischia troppo spesso di essere gratuita, arbitraria e troppo finalizzata à "épater les bourgeois". Veramente gli accostamenti riescono in qualche caso forzati e incongrui.
    Poi Updike è un postmoderno ante litteram, se così si può dire, perché senza l'aiuto web (del quale possono avvalersi i contemporanei) riesce a scrivere minuziosamente, per esempio, di lavori di appalto di costruzioni di cottages o di altre amenità "enciclopediche", senza abusarne, però, in questo caso. Qualche volta i dialoghi sono faticosi, sfumando nel flusso di coscienza, ma trovo che l'autore li gestisca con maestria.
    E' un libro che - superato l'impatto iniziale non facile - intriga ed ha comunque valore. Sessocentrico.

    ha scritto il 

  • 3

    Tre stelline e mezza

    Effettivamente le prime cento pagine sono ostiche e mettono a dura prova la lettura. In alcuni punti il inguaggio è spinto al limite della comprensione, quasi un flusso di coscienza. Poi l'intreccio si dipana e inizia a succedere qualcosa; anche il linguaggio si alleggerisce. L'argomento è noto f ...continua

    Effettivamente le prime cento pagine sono ostiche e mettono a dura prova la lettura. In alcuni punti il inguaggio è spinto al limite della comprensione, quasi un flusso di coscienza. Poi l'intreccio si dipana e inizia a succedere qualcosa; anche il linguaggio si alleggerisce. L'argomento è noto fin dal titolo: coppie, vita matrimoniale, tradimenti. Con qualche colpo di scena (tutto sommato prevedibile). Morale: tre stelline e mezza. Un po'più di così così, ma non ancora uno di quei libri che definirei "belli".

    ha scritto il 

  • 4

    Sulla scia dei vari Yates,Sloan Wilson e molti ancora,un altro spaccato della middle class americana degli anni sessanta.
    In questo caso il sesso è il lubrificante dei rapporti che legano le varie coppie della tipica cittadina di provincia,tra feste,corna,invidie e così via.
    Tra i pre ...continua

    Sulla scia dei vari Yates,Sloan Wilson e molti ancora,un altro spaccato della middle class americana degli anni sessanta.
    In questo caso il sesso è il lubrificante dei rapporti che legano le varie coppie della tipica cittadina di provincia,tra feste,corna,invidie e così via.
    Tra i pregi del libro direi che è scritto benissimo e ha dialoghi molto brillanti (anche troppo, soprattutto se pensiamo che sono messi in bocca all'americano medio).
    Il difetto è che è troppo lungo e la storia si sviluppa solo alla fine,quindi armatevi di pazienza perchè nelle prime 2-300 pagine si gira un po'a vuoto.

    ha scritto il 

  • 3

    Una scrittura veramente ottima, personaggi ben delineati e ben indagati dal punto di vista emotivo e psicologico. Mi piace molto l'ambientazione del romanzo in un paesino americano nel quale all'apparenza tutto scorre ordinato ed ordinario, mentre all'interno delle coppie, in realtà, si modifican ...continua

    Una scrittura veramente ottima, personaggi ben delineati e ben indagati dal punto di vista emotivo e psicologico. Mi piace molto l'ambientazione del romanzo in un paesino americano nel quale all'apparenza tutto scorre ordinato ed ordinario, mentre all'interno delle coppie, in realtà, si modificano continuamente gli equilibri. di per sè il romanzo è stato ottimo fino a metà... però a mio parere avrebbe anche potuto fermarsi lì... non ho trovato sufficienti stimoli a continuare la lettura: ad un certo punto i tradimenti diventano noiosi e prevedibili dopo che si parla solo di quelli e non avevo interesse a stare a vedere come finiva. Provo con un altro romanzo di questo autore perché mi piace come scrive!

    ha scritto il 

  • 5

    Spiagge e paludi nelle vicinanze di un villaggio della provincia di Boston, negli anni Sessanta. Anche il romanzo è stato scritto in quel periodo, e ci presenta un nucleo borghese in evoluzione nella ricerca del benessere e del piacere. Una società apparentemente dialogante che nasconde una rete ...continua

    Spiagge e paludi nelle vicinanze di un villaggio della provincia di Boston, negli anni Sessanta. Anche il romanzo è stato scritto in quel periodo, e ci presenta un nucleo borghese in evoluzione nella ricerca del benessere e del piacere. Una società apparentemente dialogante che nasconde una rete di rapporti in cui il sesso rassicura e dà significato alle giornate e ai weekend, e rende più sopportabili i ruoli casalinghi delle donne e il lavoro degli uomini fuori della "propria casa": tutti distratti dagli adulteri e dalle seduzioni richieste.

    ha scritto il 

  • 4

    "Se non marcissimo, cosa ce ne faremmo della saggezza? La saggezza ci serve soltanto per allontanare i cattivi odori."
    Non esiste un romanzo che abbia per protagonista Freddy Thorne?

    ha scritto il