Coraline

Di

Editore: Mondadori

3.9
(5342)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 182 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Catalano , Polacco , Portoghese , Finlandese , Svedese , Ceco

Isbn-10: 8804515465 | Isbn-13: 9788804515463 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maurizio Bartocci ; Illustratore o Matitista: Dave McKean

Disponibile anche come: Paperback , Altri , eBook

Genere: Bambini , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Coraline?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscireda stanze e corridoi. Ma ce n'è anche un'altra, la quattordicesima, che dà suun muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Un giorno Coraline scopreche al di là della porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoioc'è una casa identica alla sua, con una donna identica a sua madre. O quasi.Età di lettura: da 10 anni.
Ordina per
  • 5

    Letizia Sanavia: questo è un libro particolarmente semplice da leggere.
    Coraline è una bambina semplice che come tutte le ragazzine vogliono giocare nel grande giardino di casa loro ed esplorare zone ...continua

    Letizia Sanavia: questo è un libro particolarmente semplice da leggere.
    Coraline è una bambina semplice che come tutte le ragazzine vogliono giocare nel grande giardino di casa loro ed esplorare zone nuove. Un giorno i genitori di Coraline vollero trasferirsi in una casa più spaziosa e di abbandonare la loro città e quindi tutti gli amici della protagonista e questo mi sembra al quanto triste. Ma Coraline trova sempre il modo di divertirsi anche se non sempre nel modo che preferisce per esempio andando a trovare i vicini che lei li definisce ubriachi: il signore al piano di sopra era un "direttore" di un circo di topi salterini, invece le due ex attrici al piano di sotto non sono completamente "pazze" ma aiutano Coraline in tanti momenti. Le due ex attrici sono ormai diventate decrepite e ingombranti.
    Un giorno pioveva allora non potendo giocare in giardino iniziò a contare le porte e tutte le cose blu. le porte erano 14 ma una di queste era al quanto strana.
    Decise allora di entrarci non sapendo i pericoli che stava per incombere.
    il mio personaggio preferito è il gatto che è un aiutante di Coraline. Questo gatto può sembrare un pò smorfioso e arrogante ma aiuterà Coraline e l'ha accompagnerà a sconfiggere l'antagonista...
    Di certo non è un libro "normare", anche nel suo genere è abbastanza unico.

    ha scritto il 

  • 5

    Lorenza:Coraline, una ragazzina di undici anni, si trasferisce con la sua famiglia in una nuova casa del Michigan.Un giorno Coraline in casa sua trova, una porta e scopre che oltre quella porta c'è u ...continua

    Lorenza:Coraline, una ragazzina di undici anni, si trasferisce con la sua famiglia in una nuova casa del Michigan.Un giorno Coraline in casa sua trova, una porta e scopre che oltre quella porta c'è un buio corridoio che conduce ad una casa identica alla sua, abitata però da una persona identica a sua madre e a suo padre, ma che hanno due bottoni cuciti al posto degli occhi. Al ritorno nel suo mondo, Coraline scopre che i suoi veri genitori sono scomparsi, e comprende che sono stati rapiti dall'Altra Madre; per salvarli deve tornare nell'altro mondo. Capisce che l'Altra Madre è una specie di strega che ha creato il mondo cambiando quello vero di Coraline, e che vuole la sua anima. Così Coraline le lancia una sfida e le dice di di giurare, cosa che lei fa sulla sua mano destra. Coraline riesce a trovare un modo per ingannarla e a fuggire e libera i suoi genitori. Dopo essere tornata nel suo vero mondo, tutto sembra tornato alla normalità ma dopo poco tempo Coraline scopre che la mano destra sulla quale l'Altra Madre aveva giurato, è arrivata nel suo mondo e cerca la chiave della porta dimensionale . Coraline organizza una trappola fa precipitare anche l'ultimo pezzo dell'Altra Madre in un profondo pozzo. Risolta tutta la situazione, Coraline si avvia a riprendere la sua vecchia vita.
    -questo libro mi è piaciuto perchè c'è molta souspance
    -la parte che mi è piaciuta di più è stata quando Coraline salva se stessa e i suoi genitori
    - io non cambierei nulla perchè è bello tutto il libro
    - Il mio personaggio preferito è Coraline perchè è molto coraggiosa nonostante quello che la aspetta
    - Lo consiglierei a chi piacciono le storie con souspance e tensione

    ha scritto il 

  • 5

    Giulia Pesenti: questo libro caratterizzato da un linguaggio comprensibile e semplice. Coraline si trasferisce in una casa con la sua famiglia e...
    Un giorno decide di contare le porte della sua casa ...continua

    Giulia Pesenti: questo libro caratterizzato da un linguaggio comprensibile e semplice. Coraline si trasferisce in una casa con la sua famiglia e...
    Un giorno decide di contare le porte della sua casa e ne conta 13 e una di queste si trova in una stanza dove a Coraline è proibito entrare ma lei si caccia nei guai e non ascolta sua madre che le dice che la porta di quella stanza non porta da nessuna parte ma Coraline non le crede e allora la apre ma si dimentica di chiuderla e quindi una notte accorgendosi che dalla porta esce una strana voce entra e scopre che non era chiusa e si era ritrovata in una "trappola" e chi comandava era un ragno.
    lo consiglierei a tutti perché è semplice e molto coinvolgente.
    il mio personaggio preferito é Coraline .
    SPERO DI ESSERE STATA DI AIUTO E BUONA LETTURA!!!!!!!!!!!!!!

    ha scritto il 

  • 5

    Coraline

    Giulia B:Questo libro mi è piaciuto perché è pieno di emozioni forti.La parte che mi ha coinvolto di più è stata quando Coraline ha attraversato un corridoio buio e si è trovata in una casa identica a ...continua

    Giulia B:Questo libro mi è piaciuto perché è pieno di emozioni forti.La parte che mi ha coinvolto di più è stata quando Coraline ha attraversato un corridoio buio e si è trovata in una casa identica alla sua con una mamma identica alla sua.Non cambierei niente della vicenda perchè è molto bella così.Consiglierei questo libro a chi piace vivere nella fantasia e a chi piacciono le emozioni forti.

    ha scritto il 

  • 5

    Gaiman, autore con la quale ho un rapporto di amore e odio, riesce ancora una volta a conquistarmi, con questa fiaba dalle tinte horror. Una storia ben intrecciata con una protagonista che, suo malgra ...continua

    Gaiman, autore con la quale ho un rapporto di amore e odio, riesce ancora una volta a conquistarmi, con questa fiaba dalle tinte horror. Una storia ben intrecciata con una protagonista che, suo malgrado, si vede costretta ad affrontare una strega perfida ed estremamente inquietante. Le atmosfere create sono estremamente affascinanti e gli strampalati personaggi sono tutti ben caratterizzati. Insomma consigliato a tutti grandi e piccini.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    La trama:
    La protagonista del romanzo è una bambina e si chiama Coraline, da cui il titolo dell’opera. La conosciamo dopo che si è trasferita con la sua famiglia nel Michigan. Coraline è una bambina m ...continua

    La trama:
    La protagonista del romanzo è una bambina e si chiama Coraline, da cui il titolo dell’opera. La conosciamo dopo che si è trasferita con la sua famiglia nel Michigan. Coraline è una bambina molto curiosa ma l’indifferenza dei genitori, molto presi dalle rispettive occupazioni, e la mancanza di stimoli, la stanno spingendo verso la noia. Coraline trova dei compagni negli stravaganti vicini di casa: Miss Spink e Miss Forcible, due ex attrici ed il sig. Bobo, un vecchio che si vanta di essere un ammaestratore di topi.
    Un giorno, esplorando la casa, Coraline scopre una porta murata, oltre il quale c’è un appartamento sfitto. Coraline, una notte, la oltrepasserà per trovarci un’altra famiglia, apparentemente identica alla sua (che lei chiamera’ l’Altra Madre e l’Altro Padre) ma esente dai difetti che la sua sembra avere: questi genitori sono molto premurosi e totalmente concentrati su di lei; a distinguerli fisicamente da quelli veri sono i bottoni cuciti al posto degli occhi ed un certo non so che di inquietante. Coraline, dopo un iniziale momento di euforia capisce che dietro la figura dell’Altra Madre si nasconde qualcosa di oscuro e pericoloso. Inoltre, una volta tornata nel mondo “reale” Coraline scopre che i suoi genitori sono stati rapiti dall’Altra Madre ed è costretta ad oltrepassare di nuovo la porta “murata”. Conoscerà li le ombre di bambini deprivati della propria anima dall’Altra Madre ed arriverà a sfidarla per avere indietro i suoi genitori. Con l’astuzia e molto coraggio Coraline riuscirà a liberare sia le anime dei Bambini intrappolati, sia i genitori e ad evitare ulteriori tentativi di attacco da parte dell’Altra Madre (la cui mano la seguirà anche nel mondo reale). Infine Coraline sembra essere maturata ed aver trovato un nuovo equilibrio nel rapporto con i propri genitori.
    Cosa ne penso:
    La lettura di questa fiaba è stata abbastanza piacevole e veloce, la storia scorre rapida ed avvincente fino al climax finale. La trama non presenta elementi di particolare originalità ma è lo sviluppo un po’ dark e horror a renderla interessante. Ammetto che due o tre immagini hanno fatto venire i brividi anche a me: per prima cosa gli “occhi- bottone”degli Altri Genitori; tutto ciò che riguarda gli occhi profuma di mistero e di maleficio. Non parliamo del tentativo di cucire gli stessi bottoni sugli occhi di Coraline con ago e filo. Poi il lungo corridoio oscuro oltre la porta murata, al termine del quale ci può essere qualcosa di spaventoso e terribile. E la premonizione di Miss Forcible e Miss Spink: “…sei in grave pericolo”. Le immagini non sono mai spintamente macabre o orribipilanti ma attraverso pochi elementi si riesce a creare la necessaria tensione narrativa.
    Ho anche apprezzato come è stato delineato il personaggio di Coraline: è una bambina comune, si annoia, cerca stimoli..e vince la sua sfida con l’Altra Madre con l’intelligenza, lo spirito di osservazione, non utilizzando la forza bruta. Coraline cresce durante il racconto: la vediamo all’inizio in opposizione ai genitori, desiderosa delle loro attenzioni ma anche non abbastanza matura da comprendere la cura che risiede in azioni non di particolare importanza. Una volta messa alla prova si trova invece a dare un nuovo significato alle azioni dei genitori: molto bello è il passaggio in cui Coraline riflette sul concetto di coraggio proprio rievocando un ricordo del padre. E mi è piaciuta anche una delle immagini finali in cui Coraline di adatta a mangiare la cena preparata dal padre la cui cucina in precedenza aveva sempre disprezzato: naturalmente Coraline non impara ad apprezzare il piatto di per se’, ma l’intenzione di chi l’ha preparato.
    Probabilmente il mio tiepido gradimento di questo racconto è legato all’età in cui l’ho letto..prima di esso sono passati romanzi con lo stesso tema più dedicati agli adulti, più articolati ed approfonditi.
    Sono sicura che se avessi letto Coraline da bambina lo avrei apprezzato e mi avrebbe tenuto avvinta dall’inizio alla fine.

    ha scritto il 

  • 5

    Una fiaba per bambini e adulti, un mix tra fantasy, dark e piccole note horror. Come dichiara l'autore nella prefazione, questo racconto aiuta non a superare le proprie paure, ma a viverle con coraggi ...continua

    Una fiaba per bambini e adulti, un mix tra fantasy, dark e piccole note horror. Come dichiara l'autore nella prefazione, questo racconto aiuta non a superare le proprie paure, ma a viverle con coraggio.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per