Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Corazón tan blanco

By Javier Marías

(44)

| Paperback | 9788433909350

Like Corazón tan blanco ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una extraordinaria novela sobre el secreto y su posible conveniencia, sobre el matrimonio, el asesinato, la instigación, sobre la sospecha, sobre el hablar y el callar, y sobre los corazones tan blancos que poco a poco se van tiñendo y acaban sabiend Continue

Una extraordinaria novela sobre el secreto y su posible conveniencia, sobre el matrimonio, el asesinato, la instigación, sobre la sospecha, sobre el hablar y el callar, y sobre los corazones tan blancos que poco a poco se van tiñendo y acaban sabiendo lo que nunca quisieron saber.

Corazón tan blanco, con cerca de millón y medio de ejemplares vendidos en todo el mundo, constituye una novela apasionante y enigmática que ha sabido hipnotizar a los más variados lectores desde su mismo comienzo deslumbrante. Este libro ha sido considerado por muchos críticos uno de los más profundos y perdurables de la última década del siglo XX. Quizás el secreto de la enorme aceptación de esta novela resida en su escritura hipnótica y brillante, puesta al servicio de una historia de gran calado acerca del secreto y de su necesidad, y en la que conviven el humor, el desasosiego, la ironía, la reflexión y la intriga. Pero, como ocurre con todos los grandes libros, cada lector, desde su íntima e intransferible experiencia, arranca a Corazón tan blanco significaciones y aspectos que para otros permanecen aún ocultos, esperando una nueva lectura que nunca decepciona.

237 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Credo di aver riletto le stesse frasi almeno cinque volte, sparse per il libro.
    Che peso!

    Is this helpful?

    Lou said on Jul 6, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    "Ho scoperto (ma solo dopo averlo terminato) che Corazon tan blanco parlava del segreto e delle sua possibile convenienza, della persuasione e della istigazione, del matrimonio, della responsabilita' di chi ha saputo, dell'impossibilita' di sapere e ...(continue)

    "Ho scoperto (ma solo dopo averlo terminato) che Corazon tan blanco parlava del segreto e delle sua possibile convenienza, della persuasione e della istigazione, del matrimonio, della responsabilita' di chi ha saputo, dell'impossibilita' di sapere e dell'impossibilita' di ignorare, del sospetto, del parlare e del tacere. Ma se sono arrivato a sapere tutto questo e' stato perche', come capita leggendo gli autori che ho menzionato, mentre scrivevo mi sono sentito obbligato a interrompermi per una digressione, una divagazione o un inciso: il mio interesse di scrittore non e' molto diverso dal mio interesse di lettore, e come tale voglio vedermi costretto a fermarmi a pensare, e quando succede questo non mi importa molto di cosa venga raccontato" (J.Marias, Viaggiare con la bussola, pubblicato in appendice al romanzo e tratto dal volume Literatura y fantasma, Madrid 1993).

    Is this helpful?

    Giulio said on Jun 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    una pena, una noia mortale, milioni di parole per non dire niente. non so se riuscirò a finirlo.

    Gettato la spugna a pag. 109. Leggere deve essere un piacere, non una tortura.

    Is this helpful?

    Federica Malaguti said on May 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "È per questo forse che continuiamo a scrivere letteratura e a leggere quella che si scrive oggi [...] perché sentiamo l'esigenza di indagare sulla nostra personale zona d'ombra."*

    Il segreto e il sospetto, dunque.
    Anche a costo di una profonda inqu ...(continue)

    "È per questo forse che continuiamo a scrivere letteratura e a leggere quella che si scrive oggi [...] perché sentiamo l'esigenza di indagare sulla nostra personale zona d'ombra."*

    Il segreto e il sospetto, dunque.
    Anche a costo di una profonda inquietudine.

    (* Tratto dal discorso pronunciato da J. Marìas a Dortmund il 7 dicembre 1997, in occasione della consegna del Premio Nelly Sachs)

    Is this helpful?

    Marvivio said on Apr 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La narrazione si apre sull’immagine di Teresa, giovane sposa che interrompe il pranzo per dirigersi in bagno. Nel candore della stanza, tra le pareti che echeggiano ogni lindore, Teresa apre la camicia, cerca il cuore e sparando dilania il seno scope ...(continue)

    La narrazione si apre sull’immagine di Teresa, giovane sposa che interrompe il pranzo per dirigersi in bagno. Nel candore della stanza, tra le pareti che echeggiano ogni lindore, Teresa apre la camicia, cerca il cuore e sparando dilania il seno scoperto.
    L’immagine così cruenta non trova spiegazione nella mente di nessuno. E’ così che inizia Un cuore così bianco.
    Quel suicidio però resta taciuto, come avviene per il motivo scatenante. Esso resta immobile, incastrano nel tempo in cui è avvenuto, riparato dal silenzio di chi l’ha amata.
    La storia che riempie le pagine non è quella di Teresa, la sua presenza aleggia insieme alla cupezza di ciò che si desidera occultare, dimenticare.
    Attraverso la voce narrante di Juan, nipote di Teresa, vedremo come parole che illuminano anche gli angoli impensabili della propria vita, dette scioccamente, per amore o per altro; mutano con brutale violenza anche i rapporti matrimoniali.
    E poi ci sono le parole che attendiamo, il cui arrivo ci intimorisce e porta gioia al contempo.
    Leggerò sicuramente altre opere dell'autore, lo stile fluisce spostandosi dall'argomento primario pur restando ad esso sempre legato. Certe frasi sono volutamente ripetute ma non si rivelano noiose.

    Is this helpful?

    Ametista said on Apr 22, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Novela de parejas e intríngulis psicológicos con poca miga y muchas divagaciones o digresiones insustanciales.
    Pesada y aversiva.
    La historia se pierde por su lentitud, y por sus altas pretensiones.
    Sosa y aletargante.

    Is this helpful?

    mancusso73 said on Apr 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book