Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Corpi e anime

By Maxence van der Meersch

(129)

| Paperback | 9788817111409

Like Corpi e anime ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

L'ambiente dell'ospedale ha spesso esercitato una forte attrattiva per chi voglia narrare la vicenda umana. Forse perché come pochi altri luoghi mette a nudo la natura dell'uomo, posto di fronte alla realtà del dolore e al mistero della vita e della Continue

L'ambiente dell'ospedale ha spesso esercitato una forte attrattiva per chi voglia narrare la vicenda umana. Forse perché come pochi altri luoghi mette a nudo la natura dell'uomo, posto di fronte alla realtà del dolore e al mistero della vita e della morte. Questo romanzo descrive la vita di un microcosmo popolato di innumerevoli personaggi, nel quale il succedersi frenetico dei fatti, L'impatto con una realtà che grida il bisogno dell'uomo, mette a nudo tutta la meschinità, l'ambiguità, la ribellione, la ricerca del potere che spesso guida il cammino di tutti.

7 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    un libro che contiene tutto

    un libro la cui lettura talvolta mi lasciava senza fiato, tramortito, "obbligato" a riflettere sull'umanità e su di me

    davvero bello, ricchissimo di profonda umanità, con le sue brutture/bassezze e con la sua bellezza profonda

    dei passaggi da togli ...(continue)

    un libro la cui lettura talvolta mi lasciava senza fiato, tramortito, "obbligato" a riflettere sull'umanità e su di me

    davvero bello, ricchissimo di profonda umanità, con le sue brutture/bassezze e con la sua bellezza profonda

    dei passaggi da togliere il fiato, ancor più nella seconda parte

    nota:
    l'importante è che nelle prime 100 pagg. si stia attenti ai nomi, per non sentirsi un po' spaesati visti i vari personaggi che poi dopo un po' si intrecciano...
    se penso che dopo 100 pagg. stavo per metterlo da parte mi vengono i brividi... era già ben scritto ma mi disperdevo troppo
    così son tornato indietro e ho sfogliato rapidamente quelle prime 100 pagine segnandomi i nomi, per poterli poi "riconoscere" quando ricomparivano
    a quel punto la lettura ha ripreso il gusto e non ho più avuto incertezze

    ps
    è un bel libro per tutti, ma un aspirante medico dovrebbe davvero leggerlo poiché lo aiuterebbe a decidere cosa fare nella vita e come farlo...

    Is this helpful?

    gio' said on Apr 8, 2012 | Add your feedback

  • 14 people find this helpful

    In questo romanzo, le due ossessioni di van der Meersch convivono, portate all’estremo: la malattia (corpi) e la religione (anime). Secondo la visione dell’autore, infatti, prima di potersi accostare alla verità religiosa, è necessario sperimenta ...(continue)

    In questo romanzo, le due ossessioni di van der Meersch convivono, portate all’estremo: la malattia (corpi) e la religione (anime). Secondo la visione dell’autore, infatti, prima di potersi accostare alla verità religiosa, è necessario sperimentare la sofferenza. Ed è proprio questo che accade sin dalle prime pagine: il lettore si trova ad assistere a scene di una violenza estrema, descritte in modo lucido e spietato.
    Rifacendosi alla sua esperienza di tubercolotico e alle sue angosce più recondite, van der Meersch crea un mondo in miniatura che ruota attorno al milieu dell’”ospedale”. Anzi, sembra quasi che nessuno possa sfuggire all’”ospedale”. Esistono i medici (i quali, allo stesso tempo, incarnano la figura del “profeta”) e gli ammalati. I personaggi che non appartengono a nessuna di queste due categorie sono pochissimi, per esempio i morti (che, con la loro assenza, suggeriscono l’idea di un piano metafisico) o la folla, la calca umana. Per conseguenza, quello che viene proposto come sfondo della vicenda, è un universo non troppo dissimile dalla realtà ma, allo stesso tempo, irreale.
    A mio avviso, non è corretto affermare che il tema fondamentale di questo libro è la religione. Se fosse stato così, non credo che l’avrei letto. Senza dubbio, uno dei pilastri del pensiero di van der Meersch era il cristianesimo ma, allo stesso modo, lo era anche l’ossessione per il corpo o l’idea ricorrente della morte. Anzi, le scene che descrivono sanguinosi interventi chirurgici (riportati fedelmente, con una certa insistenza sui dettagli più macabri), risultano molto più efficaci e commoventi delle scene di elevazione spirituale. Ne risulta un binomio netto, eppure stranamente armonioso: il corpo (aperto dal bisturi, frugato dalle mani guantate del chirurgo, brutalmente sezionato e lasciato a marcire) e l’anima.
    Insomma, si tratta di un romanzo complesso, che ben rispecchia la personalità tormentata dell’autore. Per un lettore moderno (e forse ateo, come me) certi passaggi possono risultare un po’ irritanti, per esempio la critica a Nietzsche o la concezione della famiglia come unità indissolubile. D’altra parte, ci sono anche pagine indimenticabili (per quanto mi riguarda, il parto di Marie). Capolavoro.

    Is this helpful?

    Mrs.Faraway said on Feb 12, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    uno dei miei preferiti

    in questo libro c'è tutto. è avvincente, ha bei personaggi, ha dialoghi struggenti e memorabili. non c'è nulla di banale. e si va al fondo delle cose, al loro significato ultimo..... da leggere.

    Is this helpful?

    Chiarilla said on Jul 25, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ambientato al Niguarda

    Tra un sanatorio e un padiglione ti chiedi come fa l'uomo a sopportare il dolore fisico e il male morale. Non ce la fa. Infatti tutti i medici che pensano di avere in mano il segreto della vita prima o poi soccombono, in un modo o nell'altro.

    Is this helpful?

    Ridinbux said on Apr 13, 2009 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    ...poco conosciuto, ma c'è tutta la piccolezza e la grandezza dell'Umano.

    Is this helpful?

    Anna said on Oct 22, 2008 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dalla ragione la fede

    Questo libro verte sino ove la ragione non può andare. La frontiera della ragione come atto di massima umanità: la fede.

    Is this helpful?

    Sergio Pinna said on Jul 1, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (129)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 569 Pages
  • ISBN-10: 8817111406
  • ISBN-13: 9788817111409
  • Publisher: Rizzoli BUR (I libri dello Spirito Cristiano)
  • Publish date: 1997-01-01
  • Also available as: Hardcover , Others
Improve_data of this book

Margin notes of this book