Correndo con le forbici in mano

Voto medio di 1908
| 277 contributi totali di cui 235 recensioni , 42 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La corsa di Augusten inizia a nove anni e non rallenta più per tutta l'adolescenza, incastrata tra quel grottesco insegnante di matematica alcolizzato che dovrebbe essere suo padre e una madre sofisticata e vanesia che sogna di vedere i propri versi ...Continua
Monica FattiFurbetta
Ha scritto il 02/09/17

Divertente ed angosciante allo stesso tempo, Se pure non fosse autobiografico, sarebbe comunque possibile. La follia è intorno a noi

Lein
Ha scritto il 19/02/17
“«Non ti senti mai come se stessimo rincorrendo qualcosa? Qualcosa di più grande di noi. Non so, qualcosa che possiamo vedere solo io e te. Come se stessimo sempre correndo, correndo e correndo ancora?» «Già» dissi. «Stiamo correndo eccome. Correndo...Continua
Vincenzo Restivo
Ha scritto il 18/02/16
Inverosimilmente reale
Esilarante, paradossalmente realista. Troppo affine a me, alla mia vita. Ho creduto a ogni cosa seppur spesso sfiori l'inverosimile. Ma la vita è così: una mistura di paradossi. Un romanzo di formazione come pochi. Cinque stelline. ...Continua
VanSharp
Ha scritto il 26/11/15
Alcuni episodi sono molto difficili da credere, e il problema di questo romanzo è tutto qui: è davvero un libro autobiografico oppure no? Perché se non lo è, allora non vale molto, dato che non sarebbe altro che un insieme di episodi paradossali mai...Continua
Fraffru
Ha scritto il 03/06/15

un libro geniale! L'autore racconta la sua giovinezza nella casa del dott. Finch, lo psichiatra a cui la madre lo ha "mollato". Personaggi bizzarri, eccentrici e una scrittura piacevole, ironica e allo stesso tempo molto divertente.


Lali
Ha scritto il Jun 19, 2014, 17:55
La linea che separava normalità e follia sembrava incredibilmente sottile. Bisognava essere dei gran funamboli per non cadere.
Pag. 242
Lali
Ha scritto il Jun 19, 2014, 17:50
[...] c'è uno strano senso di appagamento a tagliarsi e sanguinare. Una di quelle giornate grigie quando le otto di mattina non sembrano diverse da mezzogiorno, quando non è successo niente e niente succederà, quando stai lavando un bicchiere nel lav...Continua
Pag. 147
21 grammi [Le...
Ha scritto il Aug 31, 2012, 23:00
Ma certo che potevo farcela a New York. Non c'era verso che New York potesse risultare più folle di quanto lo era stata la mia vita a casa dei Finch a Northampton, nel Massachusetts. E a quello ero sopravvissuto. Senza saperlo, mi ero guadagnato un d...Continua
Pag. 292
21 grammi [Le...
Ha scritto il Aug 31, 2012, 22:58
"Non ti senti mai come se stessimo rincorrendo qualcosa? Qualcosa più grande di noi. Non so, qualcosa che possiamo vedere solo io e te. Come se stessimo sempre correndo, correndo e correndo ancora?" "Già" dissi. "Stiamo correndo eccome. Correndo con...Continua
Pag. 282
21 grammi [Le...
Ha scritto il Aug 31, 2012, 22:57
"Non sopporto quando dimentico qualcosa. Non voglio mai dimenticare niente." "Ricordare tutto quanto." "Esatto" disse.
Pag. 279

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi