Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Correre per vivere meglio

Dal principiante all'agonista

Di

Editore: Tecniche Nuove

3.8
(46)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 275 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8848109993 | Isbn-13: 9788848109994 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Correre per vivere meglio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il testo raccoglie l'esperienza di anni di lavoro, al fianco di atleti più o meno evoluti. Il concetto rivoluzionario del libro è che la corsa, finora solo consigliata per il proprio benessere fisico e mentale, è considerata uno dei punti di riferimento necessari per chi vuole migliorare la propria qualità di vita. L'autore prende per mano chi vuole iniziare e propone utili consigli a chi ha già un rapporto continuativo con la corsa.
Ordina per
  • 3

    Acquistato per approfondire alcuni argomenti trattati da Albanesi sul suo sito. E' molto interessante, ma ritengo sia troppo impegnativo come aiuto per chi vuole semplicemente "correre per vivere meglio" e dispone di un'oretta, un giorno si e uno no.
    Mi pare eccessivo, al punto da scoraggia ...continua

    Acquistato per approfondire alcuni argomenti trattati da Albanesi sul suo sito. E' molto interessante, ma ritengo sia troppo impegnativo come aiuto per chi vuole semplicemente "correre per vivere meglio" e dispone di un'oretta, un giorno si e uno no.
    Mi pare eccessivo, al punto da scoraggiare. D'altronde già il "test del moribondo" (10km in 1h) dice molto.

    ha scritto il 

  • 4

    Corro (con le Nike) 5 ore a settimana, 4 stagioni, è un bisogno-piacere come mangiare, dormire, lavarsi. Solo quando corro con l'Atala il piacere può essere paragonabile. Questo libro descrive anche la psicologia della dimensione corsa.


    «Troppi runner quando vengono bonariamente schermiti ...continua

    Corro (con le Nike) 5 ore a settimana, 4 stagioni, è un bisogno-piacere come mangiare, dormire, lavarsi. Solo quando corro con l'Atala il piacere può essere paragonabile. Questo libro descrive anche la psicologia della dimensione corsa.

    «Troppi runner quando vengono bonariamente schermiti dai sedentari per la loro faticosa passione non sanno come giustificarla, rivelando un’adesione più fideistica che razionale alla corsa.» pag. 15

    «L’azione calmante della corsa (soprattutto quella lunga e lenta) dovrebbe essere nota a tutti: correre in maniera continua permette di staccare dai problemi quotidiani e di ricaricarsi per il giorno che segue. E’ noto che durante la corsa vengono secrete sostanze (endorfine) che agiscono come vere e proprie droghe naturali, stimolando l’organismo e predisponendolo a reagire positivamente a situazioni di stress. Per dimostrare quanto queste sostanze siano benefiche nel combattere stati negativi posso raccontare di quella volta che fui punto da una vespa mentre correvo: a parte un leggero fastidio (paragonabile alla puntura di una zanzara), non ho avvertito nessun disturbo, una reazione decisamente più positiva rispetto al dolore che provo quando una vespa mi punge “a riposo”.» pag. 15

    «Il runner deve continuamente sottoporsi a test di efficienza fisica (gli allenamenti) che hanno come primo effetto psichico l’aumento della forza di volontà e della forza di sopportazione. Tutto ciò aumenta anche la fiducia in se stessi e l’autostima: si diventa più forti mentalmente, non solo fisicamente. Chi inizia a correre, se non è più felice, spesso è almeno più sereno» pag. 17

    ha scritto il 

  • 0

    Libro ben fatto, in stile Albanesi che racchiude tante nozioni e importanti suggerimenti che provengono dalla sua "filosofia". Visitando il suo sito o vedendo i suoi video da youtube si può avere un assaggio di cosa contiene questo volume.


    Non ho le conoscenze per valutare la qualità dei c ...continua

    Libro ben fatto, in stile Albanesi che racchiude tante nozioni e importanti suggerimenti che provengono dalla sua "filosofia". Visitando il suo sito o vedendo i suoi video da youtube si può avere un assaggio di cosa contiene questo volume.

    Non ho le conoscenze per valutare la qualità dei contenuti ma penso che sia un ottimo libro da leggere e con cui confrontarsi.

    Un collega mi consigliò di leggere una parte di questo libro per dimagrire correndo ... e devo dire che con me ha funzionato. E un anno mi sono anche appassionato alla corsa (in modo assolutamente amatoriale).

    ha scritto il 

  • 4

    Libro adattissimo a chiunque desideri passare dal jogging (la semplice corsetta di tanto in tanto, per fare un po' di movimento), al running, cioè alla corsa vera e propria, con obiettivi definiti, misurazione dei risultati, e adozione di piani di allenamento strutturati e finalizzati agli obiett ...continua

    Libro adattissimo a chiunque desideri passare dal jogging (la semplice corsetta di tanto in tanto, per fare un po' di movimento), al running, cioè alla corsa vera e propria, con obiettivi definiti, misurazione dei risultati, e adozione di piani di allenamento strutturati e finalizzati agli obiettivi.
    Il libro si adatta bene alle esigenze sia dei principianti, sia degli amatori esperti ed evoluti, e sono sicuro che anche alcuni atleti troverebbero non pochi spunti interessanti per migliorare le loro performance. Tale pregevole risultato viene ottenuto soprattutto grazie al metodo proposto, che è quello di costringere il lettore a pensare con la propria testa, dopo aver acquisito alcune conoscenze scientifiche, esposte nella maniera più accurata e comprensibile possibile.
    Non mancano poi suggerimenti e consigli pratici, con tabelle e grafici, in grado di aiutare chiunque nellla definizione dei propri allenamenti, semplificando notevolmente i primi passi in questo nuovo mondo.

    ha scritto il 

  • 3

    grazie a questo manuale e un bel po' di allenamento sono arrivato a correre 10 km in 40'. peccato che l'autore sia la dimostrazione vivente che la pratica podistica portata all'eccesso trasformi delle persone normali in dei pazzi invasati.

    ha scritto il 

  • 3

    Non male...

    Il libro è una specie di manuale tecnico sulla corsa. L'autore spiega in modo dettagliato i diversi processi fisiologici alla base della stessa oltre a proporre metodi di allenamento, descrivere le comuni patologie infortunistiche e dedicare una cospicua parte all'alimentazione dell'atleta.
    ...continua

    Il libro è una specie di manuale tecnico sulla corsa. L'autore spiega in modo dettagliato i diversi processi fisiologici alla base della stessa oltre a proporre metodi di allenamento, descrivere le comuni patologie infortunistiche e dedicare una cospicua parte all'alimentazione dell'atleta.
    Tuttavia il libro mi è sembrato poco scorrevole e pervaso da un generale, neanche tanto velato - ma abbastanza fastidioso - senso di saccenza ed eccessivo criticismo verso le teorie altrui.
    Rimane comunque un buon libro per tutti quelli che vogliono capire a fondo ed approfondire i mec canismi della corsa e come la stessa insieme ad una corretta alimentazione possa contribuire a vivere meglio.

    ha scritto il