Corso accelerato di ateismo

Voto medio di 58
| 44 contributi totali di cui 11 recensioni , 33 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un ateo, se gli fate la solita domanda: "Ma tu credi in Dio?", difficilmentevi risponderà: "Mai e poi mai, è una assoluta sciocchezza". Perché l'ateo è unpensatore critico, non uno sciocco materialista per partito preso. È uno cherivendica il ...Continua
Ha scritto il 01/02/14
Non ci siamo. Troppo soft, troppo banale, argomenti logici deboli. Non cadiamo nella banalità di dire "sono ateo perché non credo", abbiamo la razionalità, la scienza, la filosofia e la psicologia dalla nostra parte, sfruttiamo questo fatto!
Ha scritto il 04/11/10
SPOILER ALERT
l'ateismo in sintesi
Interessante breviario sul pensiero ateo, sommariamente diviso in sette lezioni, alla fine di ciascuna delle quali si trova un dialogo immaginario, ipotetico, tra un ateo e un deista.Le lezioni sono delle brevissime note di storia e filosofia della ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 16/10/10
E' talmente breve che si legge volentieri e in poco tempo. (già nel titolo "accelerato" è abbastanza esplicativo...) Praticamente ho trovato scritto tutto ciò che ho sempre pensato. Sarebbe molto più utile farlo leggere ai credenti, magari ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 24/08/10
Banale... Non lo consiglierei. Non dice nulla di interessante. Chi è ateo si limiterà ad annuire, chi non lo è si arrabbierà. Sbuff.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 26/10/08
La dignità dell'ateismo
L’ateo è un pensatore critico, non uno sciocco materialista per partito preso e l’ateismo è “un ismo privo di una dottrina specifica” che si nutre di tutte le ricerche e si sottrae a qualsiasi dogmatizzazione. Dopotutto è proprio il ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Nov 04, 2010, 20:52
Più una religione è rigida e più sarà perfetta (in rapporto alla sua funzione sociale).
Pag. 71
Ha scritto il Nov 04, 2010, 20:52
Le religioni militanti ancora forti che oggi conosciamo si occupano molto della cultura dei loro fedeli, nel senso che si prendono scrupolosamente cura della loro ignoranza.
Pag. 65
Ha scritto il Nov 04, 2010, 20:52
La scienza non aliena, una religione invece, qualunque essa sia, aliena sempre.
Pag. 62
Ha scritto il Nov 04, 2010, 20:52
Di fronte a un mistero o a un fatto irriducibile, la scienza, pur essendo necessaria, non è sufficiente, perché non può rispondere a domande o a problemi falsi e irrazionali.
Pag. 61
Ha scritto il Nov 04, 2010, 20:52
La scienza e il pensiero razionale hanno dovuto separarsi dalla religione e dalla fede per poter esistere. Allo stesso modo, da oggi, la normale deve separarsi dalla religione per poter esistere.
Pag. 56

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi