Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Corso di sanscrito

Grammatica, esercizi, brani scelti, vocabolario

Di

Editore: Unicopli

3.1
(14)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 138 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 887061106X | Isbn-13: 9788870611069 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Foreign Language Study , Religion & Spirituality , Textbook

Ti piace Corso di sanscrito?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Il libretto è scadente dal punto di vista didattico. Può darsi che sia un utile sussidio se si ha occasione di seguire i corsi dell'autore.

    Non capisco perchè in Italia sia così difficile ...continua

    Il libretto è scadente dal punto di vista didattico. Può darsi che sia un utile sussidio se si ha occasione di seguire i corsi dell'autore.

    Non capisco perchè in Italia sia così difficile proporre manuali introduttivi alle lingue orientali. Nei paesi anglosassoni ci tengono a proporre sussidi didattici validi, gli studiosi di chiara fama si preoccupano di tenere aggiornate le grammatiche e i dizionari che sono diventati dei classici. Se non riescono a scriverne di sana pianta, come l'insuperata grammatica di ebraico del Gesenius, si preoccupano di tradurre e tenere aggiornati tali sussidi.

    Bentely Layton ha prima scritto la sua superba grammatica del saidico, facendola diventare uno standard per gli studiosi. Da docente di copto si è però preoccupato di proporre una via breve al copto, condensando la materia in un centinaio di pagine e preoccupandosi che la grammatichetta fosse il più possibile fruibile. Fruibile sia da chi segue i corsi di copto ma anche per chi vuole studiare da solo.

    Qui in Italia le rare volte che si decide a pubblicare un sussidio, che non sia destinato alla scuola superiore e verte sul greco o sul latino, non si tiene in alcun conto la didattica.

    Sembra quasi che lo studente, non si sa per quale misteriosa via, debba già sapere e che la pubblicazione serva o come un utile repertorio di paradigmi, quasi mai completo, o come un approfondimento specialistico di chi già è a un ottimo punto e che, inoltre, conosca altre cinque o sei lingue.

    Ma quando ci sarà una svolta e si darà la giusta attenzione alla didattica e si proporranno sussidi didattici validi?

    ha scritto il 

  • 0

    L'ho utilizzato personalmente durante un corso di lingua sanscrita, e l'ho trovato meraviglioso affiancato al Coulson: utile per fissare e riordinare le conoscenze, preciso, rigoroso laddove il ...continua

    L'ho utilizzato personalmente durante un corso di lingua sanscrita, e l'ho trovato meraviglioso affiancato al Coulson: utile per fissare e riordinare le conoscenze, preciso, rigoroso laddove il Coulson era troppo discorsivo, e soprattutto in italiano.
    Consigliato quindi agli studenti, un po' meno agli autodidatti: questo manualetto di 100 pagine può risultare un ottimo compendio alle più complete ed esaustive grammatiche straniere oggi in commercio, ma non è raccomandabile come singolo testo, se non sotto la guida di un insegnante. L'esposizione, per mezzo enunciazione di regole, è estremamente schematica, e poco accessibile per chi non abbia almeno un'infarinatura di linguistica o di lingue classiche.

    ha scritto il 

  • 0

    Uno dei rari volumi sulla lingua. Questo libretto non è propriamente un corso, ma un compendio il più striminzito possibile di tutta la grammatica del sanscrito classico. Prezioso, ma i brani alla ...continua

    Uno dei rari volumi sulla lingua. Questo libretto non è propriamente un corso, ma un compendio il più striminzito possibile di tutta la grammatica del sanscrito classico. Prezioso, ma i brani alla fine sono impossibili da leggere solo grazie alle istruzioni del testo.

    ha scritto il 

  • 0

    L'unico corso di sanscrito disponibile in italiano per gli autodidatti:incompleto e superficiale,purtroppo.
    Va bene per i principianti assoluti,ma poi è meglio passare a qualcosa di più ...continua

    L'unico corso di sanscrito disponibile in italiano per gli autodidatti:incompleto e superficiale,purtroppo.
    Va bene per i principianti assoluti,ma poi è meglio passare a qualcosa di più corposo,altrimenti col cavolo che si riescono a tradurre i brani proposti con grande faccia tosta alla fine del volume! ;)

    ha scritto il