Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Corto Maltese

Le elvetiche

Di

Editore: Lizard

4.4
(160)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 94 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8888545220 | Isbn-13: 9788888545226 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida , eBook

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Travel

Ti piace Corto Maltese?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una vicenda ambientata in Svizzera agli inizi del Novecento, un enigma avvoltonel mistero, giochi di amori proibiti e rose alchemiche, di cavalieridisperati e demoni cabalistici: ancora un'illusione alla Corto Maltese.
Ordina per
  • 4

    Sovraccarico d'esoterico

    Tanto esoterismo, "fiabe" e leggende del Graal nella penultima (o terzultima contando "Corto a Cordoba") avventura del marinaio più famoso della storia del fumetto. Pratt si sbilancia del tutto verso il versante onirico, l'avventura è surreale e si viaggia attraverso una mole di informazioni, rif ...continua

    Tanto esoterismo, "fiabe" e leggende del Graal nella penultima (o terzultima contando "Corto a Cordoba") avventura del marinaio più famoso della storia del fumetto. Pratt si sbilancia del tutto verso il versante onirico, l'avventura è surreale e si viaggia attraverso una mole di informazioni, riferimenti e personaggi che definire "tanti" è un eufemismo. Certo da rileggere approfondendo ancora di più le storie sul santo Graal, a quanto pare meta o argomento preferito di alcuni dei più grandi scrittori italiani.
    Corto nelle Elvetiche si proietta nel Mito suo malgrado, nell'immortalità del suo essere un personaggio di carta e Pratt gioca continuamente ammiccando con il lettore. Per chi ha amato in modo smodato le avventure più "terrene" di Corto non sarà l'ideale, ma Pratt ha sempre avuto queste "deviazioni" verso un esoterismo fumettistico a rompere le barriere del fumetto tradizionale: basti pensare all'incredibile finale di Favola di Venezia (e come corrispettivo all'inizio di Corte Sconta) o alle leggende e corvi che prendono vita nelle Celtiche.
    Grande classe nel delineare inoltre una sorta di gioco ambiguo in cui compaiono anche Hesse e personaggi famosi, e dove non si capisce chi stia sognando chi: è Corto a sognare? la ragazzina dell'hotel? Pratt? Noi?
    Gioco di sogni infiniti.

    ha scritto il 

  • 4

    C'è qualcosa che non ho colto e di cui non ho goduto a pieno...credo di doverlo rileggere... però non me la sento di dare 3 stelle a Pratt!

    P.S.Gli acquerelli all'inizio sono stupendi!

    ha scritto il 

  • 2

    Delusione. La parte iniziale di storia risulta piuttosto noiosa e superflua per capire il fumetto. quest'ultimo poi sembra stato quasi disegnato per commemorazione della svizzera e dell'Europa continentale. Non ha un filo logico, sebbene ammetto che non debba necessariamente averlo dato che racco ...continua

    Delusione. La parte iniziale di storia risulta piuttosto noiosa e superflua per capire il fumetto. quest'ultimo poi sembra stato quasi disegnato per commemorazione della svizzera e dell'Europa continentale. Non ha un filo logico, sebbene ammetto che non debba necessariamente averlo dato che racconta un'esperienza onirica, ma manca di consistenza.
    discreti gli acquarelli dedicati ai cantoni.

    ha scritto il 

  • 3

    Non riesco a capire perchè, ma questo libro non mi è mai piaciuto. Sarà che detesto la Svizzera e non riesco a pensarlo come un paese magico!
    A dire la verità mi sembra proprio che il tratto sia innaturale. Lo definirei pretestuoso.

    ha scritto il