Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Corto Maltese - n. 04

Sotto la bandiera dell'oro e altri racconti

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

4.4
(100)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000018612 | Data di pubblicazione: 

Prefazione: Paolo Conte , Luca Boschi

Genere: Art, Architecture & Photography , Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature

Ti piace Corto Maltese - n. 04?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La laguna dei Bei Sogni (1917)
Nonni e fiabe (1917)
L'Angelo della finestra d'oriente (1917)
Sotto la bandiera dell'oro (1917)
Concerto in O minore per arpa e nitroglicerina (1917)
Sogn di un mattino di mezzo inverno (1917)

Sullo sfondo della Grande Guerra Corto Maltese si sposta dal Sud America all'Europa, con un ciclo di storie celtiche.
Ordina per
  • 4

    Sogno o son desto?

    «No, qualcuno c’è… quel marinaio addormentato… che forse sta sognando…» dice Fata Morgana nell’ultimo episodio di questo fiabesco cartonato intitolato “Sogno di un mattino di mezzo inverno”. «Sì – le rispose Mago Merlino – Ma sta sognando a occhi aperti, e chi sogna a occhi aperti è pericoloso pe ...continua

    «No, qualcuno c’è… quel marinaio addormentato… che forse sta sognando…» dice Fata Morgana nell’ultimo episodio di questo fiabesco cartonato intitolato “Sogno di un mattino di mezzo inverno”. «Sì – le rispose Mago Merlino – Ma sta sognando a occhi aperti, e chi sogna a occhi aperti è pericoloso perché non sa quando finisce il sogno».

    È forse la citazione che rappresenta maggiormente lo spirito della raccolta di racconti racchiusa nel volume quattro della collezione pubblicata dal Gruppo editoriale Espresso. E, in un certo senso, che racchiude lo spirito narrativo del genio di Pratt.
    Un insieme di viaggi onirici, di vaneggiamenti, a volte più vicini a degli incubi piuttosto che a dei sogni. Quasi come fosse un tuffo nel passato turbolento del suo autore, nelle sue paure, nelle sue angosce. Ma forse più che guardare attraverso i suoi pensieri di qualche dormiveglia agitato, Pratt esplorava e descriveva i fondi incrostati di qualche bottiglia svuotata per dimenticare, o per esorcizzare alcuni vissuti. Un’esplorazione che gli ha permesso di distorcere la realtà, sfumandone i confini e gettandola in un mondo parallelo dove – se riesci a risvegliarti – a volte capita che tutto può passare, o almeno farti distogliere semplicemente l’attenzione da un ricordo… forse.

    «No, qualcuno c’è… quel marinaio addormentato… che forse sta sognando…» dice Fata Morgana nell’ultimo episodio di questo fiabesco cartonato intitolato “Sogno di un mattino di mezzo inverno”. «Sì – le rispose Mago Merlino – Ma sta sognando a occhi aperti, e chi sogna a occhi aperti è pericoloso perché non sa quando finisce il sogno».

    È forse la citazione che rappresenta maggiormente lo spirito della raccolta di racconti racchiusa nel volume quattro della collezione pubblicata dal Gruppo editoriale Espresso. E, in un certo senso, che racchiude lo spirito narrativo del genio di Pratt.
    Un insieme di viaggi onirici, di vaneggiamenti, a volte più vicini a degli incubi piuttosto che a dei sogni. Quasi come fosse un tuffo nel passato turbolento del suo autore, nelle sue paure, nelle sue angosce. Ma forse più che guardare attraverso i suoi pensieri di qualche dormiveglia agitato, Pratt esplorava e descriveva i fondi incrostati di qualche bottiglia svuotata per dimenticare, o per esorcizzare alcuni vissuti. Un’esplorazione che gli ha permesso di distorcere la realtà, sfumandone i confini e gettandola in un mondo parallelo dove – se riesci a risvegliarti – a volte capita che tutto può passare, o almeno farti distogliere semplicemente l’attenzione da un ricordo… forse.

    ha scritto il 

  • 5

    Le avventure di Corto Maltese hanno tutte qualcosa di esotico e di intimo allo stesso tempo.
    Sono esotiche non solo per i luoghi meravigliosi e talvolta frutto dell'immaginario in cui sono ambientate (i luoghi di Corto non sono luoghi geografici, ma quelli della leggenda, della visione e del ...continua

    Le avventure di Corto Maltese hanno tutte qualcosa di esotico e di intimo allo stesso tempo.
    Sono esotiche non solo per i luoghi meravigliosi e talvolta frutto dell'immaginario in cui sono ambientate (i luoghi di Corto non sono luoghi geografici, ma quelli della leggenda, della visione e della magia, come nei racconti di viaggio medievali), ma anche per l'incerto scorrere del tempo e dei continui passaggi dalla realtà al mito.
    E sono intime perché in quelle avventure riconosciamo i nostri sogni di bambini, influenzati dalle prime letture, dalla voglia di crescere in fretta, dal desiderio di fuga...
    Grazie, Hugo Pratt, per farci continuare a sognare...

    ha scritto il