Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Così è (se vi pare)

By Luigi Pirandello

(849)

| Paperback | 9788817014694

Like Così è (se vi pare) ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Vedi questi pazzi? Senza badare al fantasma che portano con sé, in se stessi,vanno correndo, pieni di curiosità, dietro il fantasma altrui! E credono chesia una cosa diversa." (Luigi Pirandello).

36 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Da leggere prima di Uno, Nessuno, Centomila

    Divertentissimo ed entusiasmante. Una commedia nicciana allo stato puro che finisce con un nulla di fatto, lasciando dubbi e incertezze, come una gran voglia di scoprire. La cecità delle persone e il continuo bisogno di farsi gli affari degli altri è ...(continue)

    Divertentissimo ed entusiasmante. Una commedia nicciana allo stato puro che finisce con un nulla di fatto, lasciando dubbi e incertezze, come una gran voglia di scoprire. La cecità delle persone e il continuo bisogno di farsi gli affari degli altri è stretto in questi tre atti di pura genialità.
    Consiglio di leggerlo prima di Uno, Nessuno, Centomila poiché aiuta nella comprensione di quest'ultimo, almeno secondo me.

    Is this helpful?

    Urchóideacha Bandia said on Mar 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dramma tratto dalla novella “La signora Frola e il signor Ponza, suo genero”. Superstiti del terremoto nella Marsica un uomo, la moglie e la suocera, , arrivano in un paesino. Lui sostiene che la sua seconda moglie non sia la figlia della signora Fr ...(continue)

    Dramma tratto dalla novella “La signora Frola e il signor Ponza, suo genero”. Superstiti del terremoto nella Marsica un uomo, la moglie e la suocera, , arrivano in un paesino. Lui sostiene che la sua seconda moglie non sia la figlia della signora Frola, perché morta durante il terremoto, La signora Frola è convinta, invece, che quella sia la propria figlia che il genero ha sposata in seconde nozze. Chi ha ragione?
    È “Pazza lei o pazzo lui: uno dei due deve essere pazzo per forza”.
    La verità non esiste e non esiste neppure un’unica verità ecco cosa vuol dimostrare Pirandello mettendo in bocca alla signora Ponza le parole: “Io sono colei che mi si crede”.

    Is this helpful?

    Lilia said on Feb 26, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    “Io sono colei che mi si crede.”

    Creata dall’immenso genio di Luigi Pirandello, a mio modesto parere quest’opera teatrale è tra le più belle che siano mai state scritte.
    Incentrata sul conflitto tra apparenza e realtà, l’opera è ambientata in una cittadina della provincia siciliana ...(continue)

    Creata dall’immenso genio di Luigi Pirandello, a mio modesto parere quest’opera teatrale è tra le più belle che siano mai state scritte.
    Incentrata sul conflitto tra apparenza e realtà, l’opera è ambientata in una cittadina della provincia siciliana dove vivono il signor Ponza, sua moglie e la signora Frola, sua suocera.
    Quest’ultima abita da sola e non può comunicare con la figlia se non attraverso una finestra.
    Questo fatto incuriosisce la piccola e pettegola comunità che arde dal desiderio di conoscere l’intera faccenda.
    Per placare la curiosità della comunità, la signora Frola racconta a tutti quanti che i familiari del genero sono morti durante un terremoto e che il poveretto, rimasto completamente solo al mondo, è talmente preso dall’amore e dalla gelosia nei confronti della moglie tanto da impedire persino a lei, sua madre, di avvicinarla.
    Ma ecco spuntare il signor Ponza ad avvertire che la signora Frola sia in realtà completamente impazzita: sua figlia è morta da ben quattro anni e la sua nuova moglie, per accondiscendere la povera vecchia, ha deciso di far credere alla donna di essere la defunta figlia.
    E qui la comunità si divide in due, chi crede al signor Ponza e chi invece crede alla signora Frola.
    Qual è la verità? Non rimane altro che chiamare a testimoniare la signora(o la fantomatica signora) Ponza…
    Pirandello con questa sua bellissima rappresentazione teatrale mette in risalto, ancora una volta, una spinosa e a lui molto cara questione, la crisi esistenziale dell’uomo che ha perso ogni sua certezza e ogni suo rapporto con la realtà, tanto da arrivare ad affermare, come in quest’opera, che perfino la verità più assoluta può essere considerata oggetto di dubbio.
    Un’opera del 1916 ma ancora estremamente attuale, un’opera che ci fa capire come, di fronte a determinati fatti e avvenimenti, ognuno si costruisce la propria verità, anche se totalmente in contrasto con quella degli altri.
    Un’opera geniale, come la maggior parte della produzione di Pirandello, a mio modesto parere il più grande scrittore che il nostro paese abbia mai avuto.

    Is this helpful?

    Banshee said on Dec 4, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ne tengo una copia digitale di cui non sento, per ora, la necessità della lettura.
    Non so se vale inserire una rappresentazione teatrale in una biblioteca di libri ma quest'opera l'ho conosciuta così, nell'ambiente in cui Pirandello l'aveva pensata.

    Is this helpful?

    F.Ramone said on Jul 29, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ennesima storia su un tema molto caro all'autore, il contrasto tra persone e personaggi, l'impossibilità di individuare una realtà univoca per tutti. Sicuramente molto pessimista, ma io lo amo alla follia, che posso farci?

    Is this helpful?

    Serena said on Jun 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Commedia geniale e brillante per dimostrare sempre la solita solfa, che la realtà non esiste, che noi siamo insieme tante persone o nessuna, dipende tutto da come ci vedono gli altri blablablabla. Si vabbè (ecco perché mio padre ripete sempre "Pirand ...(continue)

    Commedia geniale e brillante per dimostrare sempre la solita solfa, che la realtà non esiste, che noi siamo insieme tante persone o nessuna, dipende tutto da come ci vedono gli altri blablablabla. Si vabbè (ecco perché mio padre ripete sempre "Pirandello va preso a piccole dosi").
    La commedia è carina per la rappresentazione delle signore pettegole coi mariti :D

    Is this helpful?

    said on Apr 2, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book