Così parlò Bellavista

Napoli, amore e libertà

Voto medio di 1253
| 91 contributi totali di cui 83 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 8 note , 0 video
Un libro che diverte, un libro che insegna, un libro che fa pensare. Un libro che parla di filosofia, dell'arte di arrangiarsi, dell'amore, della libertà. Un libro scritto da un ingegnere elettronico che concilia Socrate e Giuseppe Marotta. Un ... Continua
Ha scritto il 15/02/15
Uno dei libri più famosi di De Crescenzo
Da questo libro, che è e diventato un vero classico, hanno derivato anche un fortunato film. La forza del libro sta nell'alternare capitoli di puro "colore" napoletano con altri di filosofia spicciola ma accurata. Lo stile è godibilissimo, il ...Continua
Ha scritto il 02/12/14
Filosofia pura! Completamente diverso dal film (che ho visto prima di leggere il libro), eccezionale!
  • 1 mi piace
Ha scritto il 23/09/14
Culturale
Un "romanzo", se questo termine basta e rende onore all'autore, che omaggia Napoli, i Napoletani ed i Meridionali in genere. Davvero un pietra miliare per chiunque. Indispensabile per ogni libreria personale.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 20/09/14
L'autore illustra la "napoletanità" dalla bocca di uno stravagante gruppo di amici. Digressioni filosofiche, politiche e di attualità fanno da contraltare ad un non celato amore per la propria città e al tentativo di distruggerne i luoghi comuni.
Ha scritto il 19/05/14
"Napoli per me non è la città di Napoli ma solo una componente dell'animo umano che so di poter trovare in tutte le persone, siano esse napoletane o no. A volte penso addirittura che Napoli possa essere ancora l'ultima speranza che resta alla ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:18
C’era un tipo di regalo che oggi non si usa più. [..] ‘A bella cosa! Uno andava, ad esempio, a fare una visita ad una nonna, ad una zia e si sentiva sempre dire: “Nennì, mo’ a zia sai che te dà! Te dà na bella cosa!”. E così uno ...Continua
Pag. 87
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:10
Allora ciascuno di noi ha dentro di sé, dosati in maniera diversa, tutti e due questi impulsi: amore e libertà, che, in base ai significati da lei attribuiti, pur essendo entrambi desiderabili, sono sempre in contrasto tra loro. Insomma uno, a ...Continua
Pag. 55
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:07
Una volta sola sono stato al Nord perché ho fatto il servizio militare a Peschiera sul Lago di Garda, ebbé, mi dovete credere ingegnè, su quel lago ci era un silenzio ma un silenzio tale che io ogni sera mi andavo a coricare con il male di capa. ...Continua
Pag. 51
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:01
Professò le confesso che io nei riguardi di Napoli provo sentimenti sempre contrastanti: a volte d’amore e a volte di rifiuto. Non so come spiegarlo ma, quando sono in giro per il mondo, mi struggo dalla nostalgia e poi, quando torno a Napoli, mi ...Continua
Pag. 49
Ha scritto il Oct 24, 2016, 20:44
Dunque, come vi dicevo, la suddivisione in presepisti ed alberisti è tanto importante che, secondo me, dovrebbe comparire sui documenti d’identità come il sesso ed il gruppo sanguigno. E già per forza, perché altrimenti un povero dio ...Continua
Pag. 41

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi