Luciano De Crescenzo, ingegnere della IBM, a quarantasette anni si è fatto crescere la barba. Questo fatto ha segnato una svolta nella sua vita, al punto da trasformarlo in scrittore, anzi, in filosofo. Ne è venuto fuori questo libro che, per quanto ...Continua
Tonino
Ha scritto il 26/05/18
Rileggere a distanza di decenni questo libro mi ha fatto molta tenerezza. Ho ripensato all'infatuazione giovanile per De Crescenzo... L'ho trovato ancora valido in certi pensieri e divertente in alcuni episodi. Andando avanti però mi sono un poco ann...Continua
Albertozeta
Ha scritto il 09/05/18
Al netto dei siparietti comici dei personaggi chiamati ad alleggerire (vanamente) il carico delle tirate del Professor Bellavista e l'esaltazione ingenua dei valori del popolo napoletano, forse più solidi nel 1976 di quanto non lo siano oggi, quest'o...Continua
Macbetto
Ha scritto il 07/04/18
"«A me» dice Saverio «le parlate di Luigino mi fanno pensare sempre al mio primo amore: a Del Vecchio Assuntina quando teneva diciott’anni, causa prima ed unica del mio attuale stato di sottodisoccupato, e già perchè io lavoro alle dipendenze di don...Continua
Bancho
Ha scritto il 15/02/15
Uno dei libri più famosi di De Crescenzo
Da questo libro, che è e diventato un vero classico, hanno derivato anche un fortunato film. La forza del libro sta nell'alternare capitoli di puro "colore" napoletano con altri di filosofia spicciola ma accurata. Lo stile è godibilissimo, il "col...Continua
eliophilia 🌻
Ha scritto il 02/12/14

Filosofia pura! Completamente diverso dal film (che ho visto prima di leggere il libro), eccezionale!


- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ariel
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:18
C’era un tipo di regalo che oggi non si usa più. [..] ‘A bella cosa! Uno andava, ad esempio, a fare una visita ad una nonna, ad una zia e si sentiva sempre dire: “Nennì, mo’ a zia sai che te dà! Te dà na bella cosa!”. E così uno aveva, che so io, un...Continua
Pag. 87
Ariel
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:10
Allora ciascuno di noi ha dentro di sé, dosati in maniera diversa, tutti e due questi impulsi: amore e libertà, che, in base ai significati da lei attribuiti, pur essendo entrambi desiderabili, sono sempre in contrasto tra loro. Insomma uno, a volte,...Continua
Pag. 55
Ariel
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:07
Una volta sola sono stato al Nord perché ho fatto il servizio militare a Peschiera sul Lago di Garda, ebbé, mi dovete credere ingegnè, su quel lago ci era un silenzio ma un silenzio tale che io ogni sera mi andavo a coricare con il male di capa. Quel...Continua
Pag. 51
Ariel
Ha scritto il Oct 24, 2016, 21:01
Professò le confesso che io nei riguardi di Napoli provo sentimenti sempre contrastanti: a volte d’amore e a volte di rifiuto. Non so come spiegarlo ma, quando sono in giro per il mondo, mi struggo dalla nostalgia e poi, quando torno a Napoli, mi acc...Continua
Pag. 49
Ariel
Ha scritto il Oct 24, 2016, 20:44
Dunque, come vi dicevo, la suddivisione in presepisti ed alberisti è tanto importante che, secondo me, dovrebbe comparire sui documenti d’identità come il sesso ed il gruppo sanguigno. E già per forza, perché altrimenti un povero dio rischierebbe di...Continua
Pag. 41

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi