Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Così parlò il Cavaliere

Nuovo dizionario del berlusconismo spinto

Di ,

Editore: Rizzoli (BUR Saggi)

3.5
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 264 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817055506 | Isbn-13: 9788817055505 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Political

Ti piace Così parlò il Cavaliere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Le barzellette, le gag, le spiritosaggini, i malintesi, le gaffe, le smentite, gli autogol, gli incidenti diplomatici. E poi gli elogi, i pregiudizi, i sarcasmi, gli attacchi dall’estero. Un’avventura umana, imprenditoriale e politica che Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella hanno ricostruito, con scrupolo documentario, in un accurato dizionario del berlusconismo; una fenomenologia del Cavaliere, così come è stato dipinto da sé medesimo, dai giornalisti, dai politici, dagli statisti di tutto il mondo e dai vignettisti italiani e stranieri. Una fraseologia esaustiva, variegata e complessa, che riproduce l'immaginario del Cavaliere e dell'Italia che rappresenta. Un campionario di allegorie e di simboli fantastici, ironici o grotteschi (il materasso, i regali, il calcio, le ville, i festini, la chirurgia estetica, le barche), attorno ai quali non orbitano soltanto i discorsi privati e le uscite pubbliche del leader della destra italiana ma anche l'immagine stessa del nostro Paese.
Ordina per
  • 4

    Ci sono ca**ate che non conosciamo, perché alcuni, come me, o erano disinteressati allora o ignoranti. E' interessantissimo notare come in molti, i Capezzone, i Bossi, i Feltri e i Ferrara, negli anni passati abbiano detto peste e corna per "ricredersi", folgorati sulla via di Damasco, negli ulti ...continua

    Ci sono ca**ate che non conosciamo, perché alcuni, come me, o erano disinteressati allora o ignoranti. E' interessantissimo notare come in molti, i Capezzone, i Bossi, i Feltri e i Ferrara, negli anni passati abbiano detto peste e corna per "ricredersi", folgorati sulla via di Damasco, negli ultimi tempi.
    In forma dizionario-enciclopedica, è un excursus dell'idiozia, della misoginia, delle manie di grandezza di un uomo altrimenti piccolo intellettualmente e moralmente.

    ha scritto il 

  • 3

    A volte vorresti dargli uno schiaffo, ad Arcorman. A volte, rare, ti strappa cmq un sorriso per le enormità che ha detto. E vengono i capelli dritti a leggere tutto quello che il futuro alleato Bossi gli diceva contro tra 1994 e 1998 circa (manca solo che l'avesse chiamato "pedofilo"). Il libro d ...continua

    A volte vorresti dargli uno schiaffo, ad Arcorman. A volte, rare, ti strappa cmq un sorriso per le enormità che ha detto. E vengono i capelli dritti a leggere tutto quello che il futuro alleato Bossi gli diceva contro tra 1994 e 1998 circa (manca solo che l'avesse chiamato "pedofilo"). Il libro dà un buon quadro della personalità megalomane, ossessiva, inadeguata al ruolo politico di B. nella prima metà con le sue dichiarazioni, nella seconda dà spazio a quanto è stato detto su di lui, con le lodi estatiche dei lecchini, i voltafaccia come Capezzone, le lucidità di Montanelli, l'umorismo sarcastico di Cossiga, i commenti della stampa estera. Il tutto dagli anni Ottanta fino al 2011 e strutturato in due dizionari. Qua e là c'è qualche ripetizione, non so se voluta.

    ha scritto il