Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cose da Turchi

Storie e contraddizioni di un Paese a metà tra Oriente e Occidente

Di

Editore: Mursia

3.7
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 264 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842539791 | Isbn-13: 9788842539797 | Data di pubblicazione: 

Genere: History

Ti piace Cose da Turchi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La mancanza di un lavoro, il sogno di cambiare vita, l'opportunità di una borsa di studio. Così inizia l'avventura di Marta Ottaviani che un giorno decide di lasciare Milano e di trasferirsi in Turchia, fuggendo da un mondo che le sta stretto per approdare a uno tutto da scoprire. Ma, arrivata a Istanbul, si rende conto che la realtà non è come l'immaginava. Tra modernità e tradizione, tra laicità e religione, tra Oriente e Occidente, la Turchia di oggi si presenta con mille volti, contraddizioni, persino eccessi che si manifestano nella sua voglia di rimanere sospesa tra due continenti, due orizzonti, due modi di vedere la vita e il mondo, in contrasto tra loro ma che convivono e si fondono rendendo questo Paese uno dei più affascinanti e ricchi di storia e di cultura, che nonostante tutto ambisce a entrare nell'Unione Europea. Un libro tra romanzo e reportage giornalistico che descrive, con ironia e passione, la terra degli hamam, dei bazar e dei minareti, ma anche quella in cui sono ancora irrisolti il genocidio armeno, la questione curda e il rapporto tra laici e filo-islamici.
Ordina per
  • 3

    ho acquistato questo libro dopo aver letto mille e una turchia: non regge il confronto. La prima parte è una semplice autobiografia nella quale l'autrice racconta il suo primo impatto con i turchi e la turchia: onestamente l'ho trovata poco interessante. La seconda parte è più intereuanto parla d ...continua

    ho acquistato questo libro dopo aver letto mille e una turchia: non regge il confronto. La prima parte è una semplice autobiografia nella quale l'autrice racconta il suo primo impatto con i turchi e la turchia: onestamente l'ho trovata poco interessante. La seconda parte è più intereuanto parla delle problematiche con curdi e armeni e di altr aspetti inerenti le problematiche di politica interna della turchia. La prima parte: 2 stelle, la seconda 4 stelle

    ha scritto il 

  • 4

    Ben scritto, in maniera semplice e diretta come ti aspetti da una scrittrice trentenne che racconta ciò che ha vissuto in prima persona. Ottimo approfondimento su Istanbul, i turchi e la Turchia. Dopo il mio viaggio ad Istanbul avevo molte curiosità da approfondire e Marta me le ha abbastanza chi ...continua

    Ben scritto, in maniera semplice e diretta come ti aspetti da una scrittrice trentenne che racconta ciò che ha vissuto in prima persona. Ottimo approfondimento su Istanbul, i turchi e la Turchia. Dopo il mio viaggio ad Istanbul avevo molte curiosità da approfondire e Marta me le ha abbastanza chiaramente spiegate.

    ha scritto il 

  • 0

    Cose da Turchi: Marta Ottaviani a Milano

    Un libro tra romanzo e reportage giornalistico che descrive, con ironia e passione, la terra degli hamam, dei bazar e dei minareti, ma anche quella in cui sono ancora irrisolti il genocidio armeno, la questione curda e il il rapporto fra laici e filo-islamici. Conoscere la Turchia è come assapora ...continua

    Un libro tra romanzo e reportage giornalistico che descrive, con ironia e passione, la terra degli hamam, dei bazar e dei minareti, ma anche quella in cui sono ancora irrisolti il genocidio armeno, la questione curda e il il rapporto fra laici e filo-islamici. Conoscere la Turchia è come assaporare un elisir goccia a goccia.

    http://www.ilrecensore.com/wp2/2009/03/cose-da-turchi-marta-ottaviani-a-milano/

    ha scritto il 

  • 4

    Completo per chi si avvicina al tema

    Una narrazione personale, diretta, a volte intima, ci spinge nei meandri della società e della vita in Turchia, cercando di aprire varchi nelle incomprensioni culturali, svelando paradossi e stranezze e dando un affresco storico-politico completo.

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante e piacevole per chi vorrebbe sapere qualcosa di più della popolazione turca, mimetizzandosi un pò tra loro. Un pò troppo netta forse la divisione tra la prima parte in cui la giornalista racconta dei mesi vissuti in Turchia e la seconda che analizza alcuni tratti storici e situazioni ...continua

    Interessante e piacevole per chi vorrebbe sapere qualcosa di più della popolazione turca, mimetizzandosi un pò tra loro. Un pò troppo netta forse la divisione tra la prima parte in cui la giornalista racconta dei mesi vissuti in Turchia e la seconda che analizza alcuni tratti storici e situazioni politiche attuali.

    ha scritto il 

  • 4

    Una giovane giornalista free lance lascia l’Italia per una borsa di studio di otto mesi in Turchia che le offre la possibilità di indagare a fondo su un paese “dietro l’angolo” che troppe volte seppelliamo sotto una valanga di luoghi comuni: la realtà ovviamente è un’altra, più complessa e sfumat ...continua

    Una giovane giornalista free lance lascia l’Italia per una borsa di studio di otto mesi in Turchia che le offre la possibilità di indagare a fondo su un paese “dietro l’angolo” che troppe volte seppelliamo sotto una valanga di luoghi comuni: la realtà ovviamente è un’altra, più complessa e sfumata.
    Ne viene fuori un libro a metà strada tra il reportage e il saggio, un libro brillante, coinvolgente, efficace nel raccontarci questo paese in tutte le sue contraddizioni, possibilità, difficoltà.
    La Turchia divisa tra Oriente e Occidente, non solo geograficamente, la Turchia volta volta ponte e muro: i nostri vicini che presto busseranno di nuovo alle porte dell’Europa e che intanto incrociamo di tanto in tanto sul pianerottolo senza che da una parte o dall’altra si faccia niente per conoscerci un po’ di più e per vincere la valanga di diffidenze.
    Questo libro, senz’altro più riuscito nelle parti in cui l’esperienza dell’autrice è messa in primo piano, dà una mano per tutto questo: e non è poco.

    ha scritto il