Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Cosecha roja

By Dashiell Hammett

(48)

| Mass Market Paperback | 9788420637600

Like Cosecha roja ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Cosecha Roja desarrolla la violenta historia de un detective privado que se propone limpiar de gángsters una pequeña ciudad minera. En ella se compendian ya los elementos característicos de la posterior novela negra norteamericana: el desarrollo de u Continue

Cosecha Roja desarrolla la violenta historia de un detective privado que se propone limpiar de gángsters una pequeña ciudad minera. En ella se compendian ya los elementos característicos de la posterior novela negra norteamericana: el desarrollo de una compleja trama argumental en un contexto social contemplado con mirada crítica, la denuncia de la corrupción de la sociedad capitalista, la rigurosa objetividad descriptiva y los diálogos fluidos e incisivos.

29 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Dashiell Hammett rompió todos los moldes, creando un nuevo estilo narrativo con esta soberbia novela negra.
    La narración fue pionera, y supuso un gran estímulo para todos los amantes de este género. Incluso los "Western" americanos se vieron influenc ...(continue)

    Dashiell Hammett rompió todos los moldes, creando un nuevo estilo narrativo con esta soberbia novela negra.
    La narración fue pionera, y supuso un gran estímulo para todos los amantes de este género. Incluso los "Western" americanos se vieron influenciados por ella.
    El relato comienza con la llegada de un duro detective a una ciudad totalmente corrupta, en la que impera el gangsterismo, el terror, y la crueldad sin límites.
    Sus páginas están impregnadas de denuncia social, de frialdad y de violencia extrema. Para ello hace uso de una trama ágil, dinámica, a la que la acompañan unos fluidos y sorprendentes diálogos.
    La vida vale poco o más bien nada. Lo único que interesa es el poder por el poder, y el enriquecerse rápidamente con dinero fácil.
    Para mí es todo un hito y un referente, ya que innovó en las formas de la nueva novela policiaca.
    Muy buena.

    Is this helpful?

    mancusso73 said on Sep 15, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ciudad venenosa

    No me ha decepcionado, la he disfrutado bastante. Cosecha roja es una de las novelas que inauguró el género negro, tiene una gran influencia y por eso su argumento ha sido imitado hasta la saciedad tanto en la literatura como en el cine (por e ...(continue)

    No me ha decepcionado, la he disfrutado bastante. Cosecha roja es una de las novelas que inauguró el género negro, tiene una gran influencia y por eso su argumento ha sido imitado hasta la saciedad tanto en la literatura como en el cine (por ejemplo en Por un puñado de dólares). A pesar de que la novela ha perdido frescura por dichas imitaciones, tiene todos los elementos para que los aficionados al color negro se lo pasen en grande. Tipo duro que llega a ciudad dominado por criminales, mucha violencia, cadáveres a montones, mujeres malas y hombres peores. El antihéroe que no tiene escrúpulos en hacer lo que haga falta para cumplir su objetivo de limpiar la ciudad.
    En la comparación del agente de la Continental con Marlowe me quedo con este último. Marlowe me cae mejor, es mas honesto.

    _________________

    Is this helpful?

    grimaud said on Jun 20, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ascensore per l'inferno

    Questo è un Hammett che colpisce duro, l'incarnazione dell'hard boiled, che ha il coraggio di mandare uno dei suoi investigatori privati nel bel mezzo di un paese pregno di corruzione e violenza a nome Personville, e abbandonarlo a quell'inferno in b ...(continue)

    Questo è un Hammett che colpisce duro, l'incarnazione dell'hard boiled, che ha il coraggio di mandare uno dei suoi investigatori privati nel bel mezzo di un paese pregno di corruzione e violenza a nome Personville, e abbandonarlo a quell'inferno in balia dei giochi strategici per sopravvivere.
    Un piacere leggerlo.

    Is this helpful?

    byAx said on May 12, 2013 | Add your feedback

  • 27 people find this helpful

    Yōjinbō-pulp

    A Sergio Leone il film di Kurosawa piacque moltissimo. Così tanto da clonarlo letteralmente dal Giappone delle katana al western delle colt. La casa di produzione di Kurosawa s'incazzò assai sguainando - per grossa fortuna di Leone e indirettamente n ...(continue)

    A Sergio Leone il film di Kurosawa piacque moltissimo. Così tanto da clonarlo letteralmente dal Giappone delle katana al western delle colt. La casa di produzione di Kurosawa s'incazzò assai sguainando - per grossa fortuna di Leone e indirettamente nostra, avvocati non sciabole forgiate milleseicento volte.
    Kurosawa poi sul pagamento dei diritti abbozzò.
    E fece bene perché se Leone il film lo fece nel '64 copiando Kurosawa nel '61, già nel '29 Raccolto Rosso (o Piombo e Sangue) di Hammett proponeva un plot simile e con l'aggravante che le parti in causa sono sei e non due.

    Questo lo rende un po' farraginoso e improbabilmente pulp, ma tra bevute di gin corretto al laudano, maliarde smagliate, ceffi dicktracyani e sparatorie che incendiano speakeasy come distillerie clandestine ci sono pagine e ritrattini memorabili.

    Incluso il fatto che Continental Operator, non ha nome, come lo straniero senza nome di "per un pugno di dollari" ma resta impermeabile al fascino delle bellone pur essendo un omaccio tracagnotto invece del bastardo "alto bello e fatto bene" di Clint E.

    Per fan? Sìa, ma non sentite tarantinescamente una certa attrazione per una storia dove il vecchio Elihu, patriarca perverso, corrompe cops, suborna sindacalisti, aborre angioletti, bistratta bastardi, demolisce doviziose donzelle, e quando s'accorge che gli spiriti evocati per riprendersi la città dopo il favor reso, pensano di tenersela e che l'Operatore della Continental Investigation Agency interpreta l'incarico di ripulirla, letteralmente?

    Merita, eh sì.

    Is this helpful?

    Procyon Lotor said on Mar 24, 2013 | 6 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Parte bene ma si degrada in fretta in una trama inutilmente aggrovigliata e un proliferare interminabile di personaggi senza un perché. Troppo "piombo e sangue", troppo di tutto, l'impressione è quella di una prova generale in cui pur presenti tutti ...(continue)

    Parte bene ma si degrada in fretta in una trama inutilmente aggrovigliata e un proliferare interminabile di personaggi senza un perché. Troppo "piombo e sangue", troppo di tutto, l'impressione è quella di una prova generale in cui pur presenti tutti gli ingredienti di stile ed atmosfera dei romanzi successivi paiono gettati lì un po' a caso in dosi incontrollate. Per fortuna Hammett sa scrivere e tanto basta.

    Is this helpful?

    audrey said on Sep 14, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Questo libro parte proprio bene. Un noir con un gran tiro, una storia ingarbugliata, gangster, imbroglioni, pupe e maliarde crudeli e, soprattutto, un tipo duro e cinico come solamente il tipico agente della Continental di Hammet può essere.
    Purtropp ...(continue)

    Questo libro parte proprio bene. Un noir con un gran tiro, una storia ingarbugliata, gangster, imbroglioni, pupe e maliarde crudeli e, soprattutto, un tipo duro e cinico come solamente il tipico agente della Continental di Hammet può essere.
    Purtroppo, però, la storia non riesce a reggere la durata del romanzo e dopo una prima metà fulminante si sentono un po' di scricchiolii e si ha l'impressione che l'autore abbia voluto tirarla troppo per le lunghe.
    Comunque è una lettura piacevole soprattutto per gli amanti del genere noir americano. E qui, in effetti è una questione di gusti. L'hard boiled americano classico ha per me un fascino particolare, cinici detective, donne belle e malvage, cattivi duri ed improbabili tanto da essere anche un po' comici. Troppo bello! Non è che siano romanzi migliori di altri è che come diceva Sordi: " L'Americano non magna spaghetti!" E' come un specie di fascino esotico. Sono storie lontane da noi e per questo mi sembrano più affascinanti. Forse proprio per questo non sono un amante del genere nero italiano che conta grandi autori e bellissimi romanzi ma che, per il mio personalissimo gusto mi sembra troppo legato alla cronaca nera, troppo realistico.... troppo vero e per questo tende a risultarmi tremendamente disperato. Ecco perché anche un libro un po' improbabile come questo qui alla fine può risultare un piacevole diversivo

    Is this helpful?

    Luca Rippa said on Apr 5, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection