Cosima

Introduzione di Vittorio Spinazzola

Voto medio di 226
| 25 contributi totali di cui 21 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 11/03/17
Incompiuto
Appena un abbozzo di libro, varie le ripetizioni e i refusi, eppure interessante perchè chiaramente autobiografico. Alcune descrizioni paesaggistiche davvero belle.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/02/15
Cosima, quasi Grazia...
Ottimo lavoro della Deledda, lasciato in manoscritto e pubblicato postumo, che può benissimo considerarsi non come il suo testamento letterario, ma come l’estrema sublimazione della sua arte nello scrivere, giunta con questo testo a livelli altissimi ...Continua
  • 6 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 09/06/14
GRANDE!
Leggendo questo testo ho ritrovato molti personaggi e luoghi dei suoi romanzi, ho capito perché noi Sardi l'abbiamo sempre snobbata, lo dice lei stessa. Sia la famiglia del padre che quella della madre venivano considerate strane, figuriamoci lei che ...Continua
  • 4 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 26/10/13
Pubblicato dopo la morte, più che un romanzo è l'autobiografia di Grazia Deledda. E' la storia della sua infanzia, dei sogni e delle aspirazioni, delle prime amicizie e frequentazioni, dei primi amori e delle vicende famigliari che, qualche volta, ha ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 04/08/13
La piccola grafomane
Torni, torni, la piccola grafomane, nel limite dell'orticello paterno, a coltivare i garofani e la madreselva; corni a fare la calza, a crescere, ad aspettare un buon marito, a prepararsi ad un avvenire sano di affetti famigliari e di maternità.< ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Apr 04, 2009, 18:46
l'amore che solo concede il dono dell'eternità.
Pag. 61
Ha scritto il Apr 04, 2009, 18:46
(...) le ragazzine, una quindicina in tutte, hanno la voglia di evadere dal recinto ove si pascola l'erba del sapere, per precipitarsi nei meandri della valle (...)
Pag. 31
Ha scritto il Apr 04, 2009, 17:31
e la lavagna, con quei segni bianchi che la maestra tracciava, aveva per lei il fascino di una finestra aperta sull'azzurro scuro di una notte stellata.
Pag. 31
Ha scritto il Apr 04, 2009, 17:30
Ci sono molte donne che vivono del ricordo di un amore fantastico; e l'amore vero è per esse un mistero grande e inafferrabile come quello della divinità.
Pag. 29

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 51
  • 99
  • 57
  • 17
  • 2
Aggiungi