Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Crónica del pájaro que da cuerda al mundo

By Haruki Murakami

(179)

| Mass Market Paperback | 9788483835104

Like Crónica del pájaro que da cuerda al mundo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

«Desde una arboleda cercana llegaba el chirrido regular de un pájaro, un ric-ric, como si estuviera
dándole cuerda a algún mecanismo. Nosotros hablábamos de él como del pájaro-que-da-cuerda…»
Haruki Murakami es uno de los Continue

«Desde una arboleda cercana llegaba el chirrido regular de un pájaro, un ric-ric, como si estuviera
dándole cuerda a algún mecanismo. Nosotros hablábamos de él como del pájaro-que-da-cuerda…»
Haruki Murakami es uno de los novelistas japoneses contemporáneos con mayor prestigio en su país. Pero hablar aquí de literatura japonesa sugiere siempre un mundo exótico, ajeno por completo al nuestro. Sin embargo, Murakami no sólo está considerado ya en Occidente un autor de culto, sino que su extensa obra narrativa ha roto fronteras y la crítica mundial lo sitúa entre Mishima y Pynchon. Era, pues, imprescindible darle a conocer definitivamente también en nuestra lengua.
Tooru Okada, un joven japonés que acaba de dejar voluntariamente su trabajo en un bufete de abogados, recibe un buen día la llamada anónima de una mujer. A partir de ese momento la vida de Tooru, que había transcurrido por los cauces de la más absoluta normalidad, empieza a sufrir una extraña transformación. A su alrededor van apareciendo personajes cada vez más extraños, y la realidad, o lo real, va degradándose hasta convertirse en algo fantasmagórico. La percepción del mundo se vuelve mágica, los sueños son realidad y, poco a poco, Tooru Okada deberá resolver los conflictos que, sin sospecharlo siquiera, ha arrastrado a lo largo de toda su vida. Crónica del pájaro que da cuerda al mundo pinta una galería de personajes tan sorprendentes como profundamente reales. El mundo cotidiano del Japón moderno se nos aparece de pronto como algo extrañamente familiar.

716 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ¿?

    El primer libro de Murakami que leo, me ha dejado sin palabras. No podría decir si me ha gustado o no. Aunque tampoco podría definir el propósito o finalidad de esta novela.

    Probablemente mi nota sea injusta, pero es que me parece que al libro le s ...(continue)

    El primer libro de Murakami que leo, me ha dejado sin palabras. No podría decir si me ha gustado o no. Aunque tampoco podría definir el propósito o finalidad de esta novela.

    Probablemente mi nota sea injusta, pero es que me parece que al libro le sobran muchísimas páginas llenas de descripciones vagas e historias innecesarias, que tienen poco o nada que ver con la historia principal, que por cierto, está demasiado cogida por los pelos. En este punto he de confesar que, si bien es cierto que el argumento central me ha enganchado, no lo he comprendido del todo y quizás por eso el final me haya parecido confuso y decepcionante.

    Sin embargo este libro tiene un punto muy positivo, y es el autor. Murakami escribe muy bien. Y tiene mérito que la novela no te logre aburrir aunque esté llena de incoherencias o de excesivos detalles.
    Leyendo este libro no comprendo del todo el "efecto Murakami" y, me pensaré muy bien leerme otro libro suyo.

    Is this helpful?

    Reah 29 said on Oct 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ho impiegato meno di due pagine ad immedesimarmi nel protagonista, ed all'inizio questo era entusiasmante, ma è divenuto un bel problema coll'avanzare della narrazione, perché le situazioni raccontate hanno percorso vie a me incomprensibili data la m ...(continue)

    ho impiegato meno di due pagine ad immedesimarmi nel protagonista, ed all'inizio questo era entusiasmante, ma è divenuto un bel problema coll'avanzare della narrazione, perché le situazioni raccontate hanno percorso vie a me incomprensibili data la mia forma mentale occidentale, ed ho fatto fatica a restare nei panni di Okada nel suo peregrinare nei vari mondi paralleli che frequenta.
    All'inizio è tutto semplice, tanto che sono andato a leggermi la storia dell'autore per capire quanto fosse occidentale. Ogni passaggio delle avventure del protagonista minuziosamente descritto, ed ogni sogno (e ce n'è tanti) dichiarato tale dall'inizio alla fine.
    Poi l'autore, dopo avermi accompagnato per mano in luoghi vaghi ed onirici, molla la presa e mi lascia fluttuare senza riferimenti o approdi certi, ed il libro prende tutt'altra piega, molto orientale secondo i miei canoni, dove anche il particolare più piccolo e marginale contribuisce alla bellezza del disegno totale e toglierlo rovinerebbe la grandiosità del tutto.
    Il romanzo è lungo, ma a mio avviso, non potrebbe essere meno di così, in cui ogni parola appare necessaria ed irrinunciabile.
    Ne faccio un libro sulla complessità, versione giapponese delle ali di farfalla brasiliane che generano tifoni negli Stati Uniti.
    la voglia di leggere altro di Murakami m'è rimasta, è molto probabile che presto l'asseconderò

    Is this helpful?

    Panz said on Oct 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Chi mi segue sa che adoro Murakami; ecco, stavolta no... un po' fiacco, con troppi personaggi "abbandonati", troppi interrogativi irrisolti. Sono davvero poco convinta, e mi dispiace.

    Is this helpful?

    Eli Zeta said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Finora uno dei miei preferiti. Nonostante la lunghezza, le varie storie che si inframezzano a quella principale trasportano verso la fine del libro, e quasi non te ne accorgi.
    Quando la fine invece arriva ti lascia un po' di stucco. Forse si poteva d ...(continue)

    Finora uno dei miei preferiti. Nonostante la lunghezza, le varie storie che si inframezzano a quella principale trasportano verso la fine del libro, e quasi non te ne accorgi.
    Quando la fine invece arriva ti lascia un po' di stucco. Forse si poteva dire qualcosa in più.

    Is this helpful?

    Sir Babylon said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dopo IQ84 faccio fatica a dare 5 stelle, ma il libro mi ha lasciato quella sensazione di averci abitato dentro che solo i libri ben scritti lasciano. La storia è fatta più di stasi che di azione, ad un certo punto sembra che tutto debba rimanere com' ...(continue)

    Dopo IQ84 faccio fatica a dare 5 stelle, ma il libro mi ha lasciato quella sensazione di averci abitato dentro che solo i libri ben scritti lasciano. La storia è fatta più di stasi che di azione, ad un certo punto sembra che tutto debba rimanere com'è. Il protagonista stesso fa fatica, porta avanti la sua ricerca faticosamente, non sa cosa deve cercare, ma il suo impegno è profondo e senza compromessi. L'intreccio tra la sua quotidianità, fatta di piccoli gesti minuziosamente descritti, e "l'altra dimensione", che balugina nella sua inafferrabilità, contraddistingue la trama. Metafora dell'impossibilità di afferrare la realtà, quella degli eventi che ci trascinano e quella dentro di noi. Ma il protagonista ha un obiettivo, la sua realtà ha un nome e un cognome e tutto il resto viene piegato in funzione di esso. L'importanza di avere almeno un'idea chiara in mezzo a confusione, stranezze, personaggi bizzarri, alberghi labirintici, inconsci feriti....

    Is this helpful?

    Effimera said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book