Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Crank

By Ellen Hopkins

(0)

| eBook | 9781439106518

Like Crank ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description


Kristina Georgia Snow is the perfect daughter: gifted high school junior, quiet, never any trouble. But on a trip to visit her absentee father, Kristina disappears and Bree takes her place. Bree is the exact opposite of Kristina -- she's fearless. Continue


Kristina Georgia Snow is the perfect daughter: gifted high school junior, quiet, never any trouble. But on a trip to visit her absentee father, Kristina disappears and Bree takes her place. Bree is the exact opposite of Kristina -- she's fearless.

Through a boy, Bree meets the monster: crank. And what begins as a wild, ecstatic ride turns into a struggle through hell for her mind, her soul -- her life.

21 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La vita è piena di scelte. Non sempre si fanno quelle giuste.

    « Il Crank , vedete non è un mostro come gli altri. E’ una piovra gigante che intreccia i suoi tentacoli non solo intorno a te, ma dentro di te, ti avvinghia non tanto da ucciderti, ma abbastanza perché tu non barcolli, finché non cerchi di sfuggi ...(continue)

    « Il Crank , vedete non è un mostro come gli altri. E’ una piovra gigante che intreccia i suoi tentacoli non solo intorno a te, ma dentro di te, ti avvinghia non tanto da ucciderti, ma abbastanza perché tu non barcolli, finché non cerchi di sfuggirle »
    Quando ho letto il titolo del libro l’ho subito associato al Kraken, la piovra mitologica che attaccava le navi di poveri ignari passati di lì per caso. “Crank” è anche questo : un mostro che illude, seduce, induce a credere che quella sia la strada più facile da fare finché con i suoi tentacoli ti avvinghia fino a farti affogare.
    Provate a dire ad alta voce “Crank”, lo sentirete anche voi: una parola dura, diretta, spietata. Come la vita e la sua privazione.
    “Crank-Cronache di una dipendenza” racconta l’esperienza della dipendenza da droghe. Pesanti. Leggere. Racconta di eccessi. Di Kristina che durante una vacanza dal padre, che non vedeva da anni, si innamora di Adam. Diventa così Bree, l’alter ego sfacciato e sfrontato, indomabile e pronto a tutto. Assieme a lui incontrerà il Crank e inizierà l’incubo della droga, delle bugie, del dolore che causerà non solo a se stessa, ma a chi la ama veramente.
    Un’ eccellente studentessa, una figlia irreprensibile che di colpo scopre come una dose riesce a colmare la mancanza di amore che cerca negli altri e di come questo la porti inesorabilmente a toccare il fondo. Ed è proprio quello che cerca Bree perché lei se ne infischia di cosa pensa il mondo e persino di quello che vuole Kristina.
    Kristina, Bree. Bree, Kristina. Due entità ben distinte in un unica persona capace di assecondare l’una e affossare inevitabilmente l’altra. Fino al punto di non ritorno. Il Mostro vince su tutti e nemmeno Bree sa quanto sia vero.
    Oltre la storia drammaticamente vera, il punto di forza di questo libro è proprio il tipo di scrittura che la Hopkins ha deciso di adottare. Cuori, croci di parole, momenti raccontanti in modo sparso nella pagina come appunti mentali persi nel caos della sua tremenda quotidianità. Frasi brevi, intense, capaci di centrare in pieno il lettore lasciandolo sconvolto, ma desideroso di divorare l’intera storia fino alla fine. Ogni parola fa rivivere la sofferenza di Kristina, di quel loop in cui è stata catturata. Un vortice mortale che ingoia giorno dopo giorno la sua vita.
    Ellen Hopkins ci ha voluto raccontare una storia vera, quella di sua figlia e della condivisione di quel dolore straziante che è stato portato nella loro vita attraverso la droga.
    Un libro speciale e unico che consiglio a chiunque di leggere. Così come è accaduto negli Stati Uniti che, grazie a un tam-tam fra i più giovani, è diventato un caso letterario. Il più censurato nelle scuole, un milione di copie vendute.
    Del resto il proibito è quello che ci attira di più, no?
    Unico appunto che mi permetto di fare sta nel fatto che non ho apprezzato la nota dell’autrice all’inizio del libro perché chi è già avvezzo alla lettura di romanzi di questo genere può intuire anche la sua conclusione.
    Cinque stelle alla maestria con cui la scrittrice è riuscita a trattare un argomento così attuale senza giri di parole o la solita demagogia degli adulti. Non si pone su un piedistallo,non fa la morale, ma semplicemente urla “Stupidi finitela di ammazzarvi perché prima di voi, ucciderete chi vi ama. Il Mostro ha migliaia di tentacoli e riesce a buttare giù chiunque vi stia vicino.”

    Is this helpful?

    ran_yuu said on Sep 16, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    In assoluto il mio libro preferito. I versi scritti in quel modo colpiscono assolutamente di più. Per il semplice fatto che OGNI SINGOLA RIGA è d'effetto, sbaaam addosso! Ellen esprime tante di quelle cose avendo vissuto davvero quel che racconta. Co ...(continue)

    In assoluto il mio libro preferito. I versi scritti in quel modo colpiscono assolutamente di più. Per il semplice fatto che OGNI SINGOLA RIGA è d'effetto, sbaaam addosso! Ellen esprime tante di quelle cose avendo vissuto davvero quel che racconta. Consiglio di leggere questo libro a tutti, sia adulti che adolescenti! Fa capire molte cose. Dopo che si legge quel libro, in qualche modo si cambia nell'animo. Se lo comprendi fino in fondo di sbalordisce e ti zittisce.
    Leggetelo, davvero.

    Is this helpful?

    Bree said on Jul 12, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    LA MAMMA!?!?!

    La principessa dei ghiacci? La regina delle stronze?
    la madre di tutte le madri?

    Cos'aveva nella testa?
    Come potevo parlare con lei?

    Non ci parlavamo da mesi ...(continue)

    LA MAMMA!?!?!

    La principessa dei ghiacci? La regina delle stronze?
    la madre di tutte le madri?

    Cos'aveva nella testa?
    Come potevo parlare con lei?

    Non ci parlavamo da mesi
    cosa le avrei detto?

    Che ero incinta?
    Che ero incinta perchè ero stata violentata?
    Che ero stata violentata perchè avrei fatto

    di tutto

    per un altro morso del mostro?

    Da dove cominciare?
    Dove finire?
    Quanto ammettere?
    Quanto nascondere?
    Quanto confessare?

    Dove trovare il coraggio
    di aprire bocca, senza crank?

    E se avessi scavato abbnastanza a fondo da trovarlo,
    sarei crollata a piangere?

    E lei?

    Un libro frammentato come l'esperienza di una tossicodipendenza, flash. Le poesie hanno un contenuto e una forma. Qualcuno che sa di dipendenze ha detto che è la sintesi perfetta di ciò che puoi raccontare e anche di ciò di cui ti vergogni o non vuoi ricordare.

    Is this helpful?

    wanda tigre said on Dec 15, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    libro particolare e shockante
    particolare per lo stile adottato da Ellen Hopkins, una scrittura con impaginazione in "versi"
    shockante per il contenuto, la caduta nell'abisso del Mostro eroina da parte di una ragazza di 16 anni
    libro che consiglio

    Is this helpful?

    Janlu said on Nov 8, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book